domenica, 05 febbraio, 2023
Sei qui: Home / Sociale / La (In)felicità

La (In)felicità
redatto da Vincenzo Valenti
Classe 3 bT Istituto Tecnico Economico & Turismo "G. Garibaldi" Marsala
Docente referente del progetto: Teresa Titone

Per felicità si intende quello stato d'animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri.

Per molte persone la felicità è dentro ognuno di noi, anche nelle persone che stanno male interiormente o che hanno problemi di varia natura. Per me non è assolutamente così. Nel mondo di oggi ( ma forse anche prima ) la felicità sta diventando un'utopia. Ci sono problemi di tutti i tipi: economici, politici, salutari, sociali e tanti altri ancora.
L'ISIS nel mondo sta giocando un ruolo nel disfacimento della pace e tranquillità fra i popoli. Questo califfato composto da un agglomerato di persone prive di cuore, senza sentimento e rispetto delle vite altrui. Hanno costretto il mondo a blindarsi dentro se stesso, gli abitanti di ogni singola città o paese hanno paura di viaggiare, per i continui attentati che provocano. Però fortunatamente si continua a vivere, perché non possiamo vivere eternamente nel terrore, dobbiamo continuare a vivere con coraggio la nostra vita. Purtroppo, ancora dopo più di due anni non siamo riusciti a contrastare questi abominevoli attentati, abbiamo soltanto fermato qualche cellula terroristica.
Se poi passiamo dal sociale alla vita di ciascuno di noi ... altri problemi che possono minare la nostra felicità sono le malattie. Al primo posto ci sono le persone affette da tumori che da quello che dicono le statistiche sono tantissime. Fortunatamente ci sono i mezzi e le strutture per contrastare la maggior parte di essi. Prendendo solo questi due esempi, come si fa a dire che una persona è felice; lo so, non siamo tutti con problemi così gravi, ma ognuno di noi deve guardare avanti e vivere la propria vita. La felicità non può esistere sempre, è soltanto in piccoli istanti della nostra vita che si manifesta: il primo bacio, il diploma, il matrimonio, il primo figlio/a e ancora... Secondo me la felicità la dobbiamo creare, compiendo atti altruistici e aiutare chi sta peggio di noi, perchè soltanto vedere chi sta peggio di te, ti fa capire che devi essere felice solo per quello che hai, e aiutarli ti renderà ancora più felice.

Ultima modifica il Giovedì, 08 Dicembre 2016 15:59
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.