domenica, 05 febbraio, 2023
Sei qui: Home / Sociale / Il Femminicidio nel mondo

Il femminicidio nel mondo
redatto da Maltese Antonin e Marino Noemi
Classe 1A T, "Istituto Tecnico Economico & Turismo G. Garibaldi" Marsala
Docente referente del progetto: Teresa Titone

Sessantaseimila donne e bambine vengono uccise ogni anno nel mondo, una cifra enorme che rappresenta circa un quinto di tutti gli omicidi.

A guidare la classifica degli omicidi femminili sono le regioni dove il tasso di criminalità è tra i più alti come in Sud Africa, Sud America e l'America Centrale. In questi paesi le donne vengono attaccate nei luoghi pubblici da bande criminali o da gang in un clima che sembra loro garantire l'impunità. In El Salvador, per esempio soltanto il 3% dei femminicidi è commesso da un partner o da un ex. Al contrario in Francia e in Portogallo, dove il tasso dei femminicidi è più basso, è proprio una persona conosciuta con cui abbiamo avuto una relazione a commettere violenza nell'80% dei casi. In molti paesi arretrati resiste il tabù culturale che tende a considerare la violenza domestica una questione privata e a non denunciare i fatti. Qui salta fuori l'Italia, che secondo un'indagine condotta dall'Eurobarometro nel 2010 sostiene che il 91% delle donne italiane pensa che l'abuso in famiglia sia molto comune nel Paese, ma che non ci sia nulla da fare.
Ecco il perchè in Italia il femminicidio è ancora molto diffuso. Metà dei femminicidi sono registrati a nord dell'Italia nelle seguenti regioni: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Toscana. Ma il fenomeno non è soltanto Europeo, secondo un rapporto delle Nazioni Unite si sostiene che il 70% delle donne almeno una volta nella vita è stata vittima di un episodio di violenza, da parte di un uomo che spesso è il marito, il partner o qualcuno di conosciuto. Questo vuol dire che un miliardo di donne e di ragazzine sarà picchiata o stuprata durante la propria esistenza.
Ma quali sono le ragioni che spingono un uomo ad uccidere la donna? Le cause principali del femminicido vanno ricercate nei rapporti burrascosi e violenti. La lite e i dissapori nella coppia sono quindi i primi moventi seguiti da quello passionale. Sembra che la causa più frequente sia la gelosia. L'uomo comincia a sospettare della moglie, la minaccia, la picchia, e nei casi peggiori la lascia senza vita. Una giustificazione che non regge e che è tanto irrazionale quanto la morte di queste donne. Molto spesso, i sospetti di mariti e compagni gelosi si rivelano infondati. Un'altra causa è rappresentata soprattutto dai problemi economici.
La violenza maschile sulle donne tuttavia non è una questione privata ma politica, una violenza che è espressione del potere dominante degli uomini nei confronti delle donne, di cui il femminicidio è l'estrema conseguenza.

Ultima modifica il Giovedì, 08 Dicembre 2016 15:54
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.