sabato, 02 dicembre, 2023
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / TUTTO PRONTO PER L’INIZIO DI STELLA MERAVIGLIOSA, I CLASSICI DEL TEATRO OLIMPICO 2023 A VICENZA. -di Francesco Bettin

TUTTO PRONTO PER L’INIZIO DI STELLA MERAVIGLIOSA, I CLASSICI DEL TEATRO OLIMPICO 2023 A VICENZA. -di Francesco Bettin

Si aprirà il 21 settembre con Sette a Tebe il 76.mo Ciclo di Spettacolo Classici del Teatro Olimpico di Vicenza, ovvero Stella Meravigliosa, con la Direzione Artistica di Giancarlo Marinelli, e spettacoli in scena dal 21 settembre al 21 ottobre 2023. Otto le produzioni, cinque in prima nazionale, un ritorno, l’Histoire du Soldat) che saranno presentate anche in angoli suggestivi della città oltre che nel teatro Palladiano. DI fondo, l’interrogativo sul dilemma del mito tra conservazione e annientamento, creazione e distruzione, grande tema classico ma sempre in confronto/contrapposizione al mondo moderno. Oltre agli spettacoli il Ciclo dei Classici prevede una serie di incontri e convegni, che prenderanno vita nell’Odeo dell’Olimpico, nel Giardino del Teatro Olimpico e in Basilica Palladiana - L’Olimpico incontra il pubblico - eventi multidisciplinari tenuti da studiosi, critici, artisti chiamati a discutere con il pubblico temi e problematiche suggeriti dalle drammaturgie. Il Ciclo degli Spettacoli Classici è promosso dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, l’Accademia Olimpica e la Biblioteca Civica Bertoliana, con il sostegno della Regione del Veneto, il contributo del Ministero della Cultura, con la Media partnership di Rai Radio3. Main partner è D-Air Lab, sponsor AGSM AIM SpA  e Banca delle Terre Venete Credito Cooperativo e Burgo Group come sostenitori. Della partita sono anche le preziosi collaborazioni di Arteven Circuito Regionale Multidisciplinare, Fondazione Taormina Arte, di a.ArtistiAssociati Gorizia, Savà Produzioni Creative, Teatro Ghione Roma,Teatro di Roma - Teatro Nazionale, Enfi Teatro e Tema Cultura.

1. Sette a Tebe foto di Eduardo De Matteis
Sette a Tebe. Foto Eduardo De Matteis

Sette a Tebe, dunque come primo spettacolo ispirato alla tragedia di Eschilo con drammaturgia di Gabriele Vacis (che cura anche la regia) e il gruppo PEM-Potenziali Evocati Multimediali, con il contributo di Roberto Tarasco, per scenofonia, luminismi e stile. I protagonisti, che tornano all’Olimpico dopo il Prometeo della scorsa stagione, saranno i giovani attori diplomati alla Scuola del Teatro Stabile di Torino, una produzione PEM Impresa Sociale, a.ArtistiAssociati, Gorizia e Fondazione ECM, Settimo Torinese. Una prima tutta da scoprire, con analogie tra il classico, appunto, e il moderno, che si replicherà il 22 e 23 settembre,ore 21. Già il 24 sarà la volta di Al di là del fiume e tra gli alberi, nuovo capitolo del Progetto Milk Wood, recitato in Basilica Palladiana, Teatro Olimpico e nel suo Giardino. Lo spettacolo è itinerante e suggestivo con brani dall’omonimo romanzo di Ernest Hemingway, interpretati a Vicenza da Primo Reggiani, Lella Costa e Sebastiano Somma. Il progetto, in collaborazione con il Circuito Teatrale Arteven, è stato presentato in anteprima a Taormina in luglio, a Caorle in agosto ed è stato visto anche a Pieve di Soligo in questo periodo. Ritorna ancora all’Olimpico Histoire du Soldat, musica di Igor Stravinskij, libretto di Charles Ferdinand Ramuz, nella versione di Giancarlo Marinelli che cura anche la regia, in scena al Teatro Olimpico alle 21 venerdì 29, sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, con Drusilla Foer, Andrè de La Roche e la direzione d’orchestra di Beatrice Venezi. In scena i danzatori Giulia Barbone e Antonio Balsamo, con multivisione creativa firmata da Francesco Lopergolo, in coproduzione con Savà Produzioni Creative e Ghione Produzioni. Quarto appuntamento, inserito nella sezione Olimpico Off – ovvero Still Novo – Cancellare, correggere, disseppellire, un’opera interattiva che porta la firma di Daniele Bartolini come concept e regia e di Stefania Vitulli come dramaturg, un incontro-scontro proposto dalla compagnia italo-canadese DLT DopoLavoro Teatrale. In scena venerdì 29, sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre con partenza dal Teatro Olimpico alle 18 e alle 20, con 25 spettatori a replica, e due diversi percorsi che si snoderanno in alcuni luoghi storici e monumentali del centro storico di Vicenza. La performance si svilupperà in base alla scelta dello spettatore, che si dividerà tra una rievocazione poetica e solenne e un’invasione aliena camaleontica e mimetica. Per prepararsi a un salto finale come spiegano gli ideatori nelle note di presentazione. Quindi, altra prima nazionale, Circe, di Luciano Violante, con Viola Graziosi, regia e scene di Giuseppe Dipasquale, giovedì 5, venerdì 6 e sabato 7 ottobre al Teatro Olimpico, una produzione Teatro di Roma - Teatro Nazionale. L’autore torna a occuparsi di drammaturgia e mitologia per chiudere la sua trilogia delle donne di sangue e giustizia. Poi, Odisseo, colui che corse al di là del mare, venerdì 13 e sabato 14 ottobre alle 21 e domenica 15 ottobre alle 18, nell’ambito de La Tragedia Innocente, con Imma Quinterno, Francesco Lunardi. Sul palco i giovani attori di Tema Cultura Academy con la partecipazione di Giuseppe Pambieri, testo e regia di Giovanna Cordova, coreografie di Silvia Bennett, scenofonia di Eleonora Biasin, disegno luci di Gianluca Cioccolini, una produzione Tema Cultura e Associazione Musicale Francesco Manzato. Altra prima nazionale e progetto originale, Bellezza Imperfetta, settimo spettacolo di e con Diego Dalla Palma a ripercorrere la sua vita sorprendente rivolta alla Bellezza, con la partecipazione straordinaria di Nancy Brilli, giovedì 19 ottobre – Luciana Savignano, venerdì 20 ottobre – Cecilia Gasdia, sabato 21 ottobre, sempre alle ore 21 al Teatro Olimpico. Progetto scenico e regia di Ferdinando Ceriani, con le musiche dal vivo di Cesare Picco, Vera Dragone, voce e Giovanna Famulari al violoncello, i costumi di Diego Dalla Palma e Laura Milan, una produzione Enfi Teatro e Ghione Produzioni. Ottavo e ultimo titolo (in senso cronologico) del 76° Ciclo dei Classici, un altro lavoro che attraversa il Novecento in prima nazionale, un reading teatrale spirato a Gli Americani a Vicenza di Goffredo Parise: nella sezione Olimpico Off sarà presentato, sabato 21 ottobre alle 16 e alle 19 nel Soldiers’ Theatre della Caserma Ederle. Autore Antonio Stefani, interpreti i giovani di Tema Cultura Academy Academy con l’Ensemble Jazz composto da Attilio Pisarri (chitarra banjo), Andrea Lombardini (basso), Andrea De Marchi (batteria), Giacomo Berlese (sax e clarinetto), una produzione Tema Cultura e Associazione Musicale Francesco Manzato di Treviso, ancora regia di Giovanna Cordova. (Le due repliche prevedono un numero limitato di spettatori, massimo 50, con partenza della navetta per la Caserma Ederle dal parcheggio del Teatro Comunale in Viale Mazzini, 39).Per alcuni spettacoli del 76° Ciclo dei Classici al Teatro Olimpico restano pochi biglietti, mentre gli incontri di discussione e approfondimento de L’Olimpico incontra il pubblico sono aperti a tutti; Biglietti in vendita online su www.classiciolimpicovicenza.it e alla biglietteria del Teatro Comunale di Vicenza (Viale Mazzini 39, tel. 0444 324442); per giorni e orari di apertura consultare il sito www.tcvi.it. Al Teatro Olimpico e nelle altre sedi degli spettacoli e delle performance, la biglietteria sarà aperta un’ora prima dell’inizio degli eventi.

Ultima modifica il Giovedì, 21 Settembre 2023 17:26

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.