lunedì, 28 novembre, 2022
Sei qui: Home / Sociale / Allarme terrorismo

Allarme terrorismo
redatto da Cucchiara Rosita, Cucchiara Silvia, Ivana Farina e Giacalone Luisa.
Classe III C/SIA, Istituto Tecnico Statale "G. Garibaldi", Marsala
Docente referente: Maria Rita Bellafiore

Il terrorismo è una forma di lotta politica incentrata sulla violenza e l'oppressione nei confronti anche di innocenti, con l'intento di creare un clima di terrore nel mondo.

Nel corso della storia, ha assunto varie forme, ma quella più comune ed attuale è basata sul concetto di "guerra di religione". I membri di tale organizzazione terroristica sono individui che si "professano guerrieri di Allah", combattono per divulgare il loro pensiero. Tali estremisti intendono la donna come un essere inferiore rispetto all'uomo, avendo una visione diversa rispetto a quella occidentale. Per questi integralisti le ragazze devono sposarsi presto, non possono né lavorare e né studiare e possono uscire solamente con il permesso dei propri uomini. I minori vengono, sin da piccoli, addestrati ad usare le armi per combattere. I terroristi agiscono indisturbati nei luoghi più affollati, come è accaduto a Parigi, la sera di venerdì 13 novembre 2015. Era una serata tranquilla per i francesi, quando è cambiato tutto in pochi minuti e si sono ritrovati davanti ad individui con armi e non hanno avuto modo di sfuggire a quel terrore, che sembrava non terminare mai. L'ISIS ha dichiarato guerra alla Francia e, di conseguenza, oggi, i Francesi non vivono più nella tranquillità, perché i terroristi hanno provocato diversi attacchi a distanza ravvicinata in diverse zone della capitale francese come: Stade de France (lo stadio dov'era in corso la partita amichevole tra Francia e Germania), alcune strade e ristoranti della zona nord-est di Parigi e il Bataclan, sala da spettacolo, nella quale era in corso un concerto dove sono state uccise molte vittime innocenti. I francesi adesso escono di casa con timore, per paura di rivivere quella situazione. Nel frattempo, quasi in contemporanea agli attacchi suicidi, altri attentatori hanno compiuto una strage presso alcune vie principali. La strage ha provocato circa 130 vittime e più di 350 feriti. Dopo gli attentati, il presidente della Repubblica francese, Francois Hollande, ha parlato di un vero e proprio "Atto di Guerra".
In fondo, pensandoci bene, quale Dio potrebbe mai spingere i suoi fedeli ad uccidere? Ogni Dio fonda la sua parola sull'amore e sulla fratellanza. Sotto questa organizzazione, quindi, si crede che ci siano altri motivi. Nonostante ciò, tutto questo si sarebbe potuto evitare, se chi di dovere avesse agito in tempo, chiudendo le frontiere. Tutto ciò ha provocato morte e distruzione nella città di Parigi, ma anche nei cuori delle persone.

Ultima modifica il Venerdì, 22 Gennaio 2016 08:00
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.