sabato, 24 giugno, 2017
Sei qui: Home / P / PARSONS DANCE - coreografia David Parsons

PARSONS DANCE - coreografia David Parsons

Parsons Dance Parsons Dance coreografia David Parsons

di: David Parsons
produzione: Bags Entertainment
interpreti: Eric Bourne, Steven Vaughn, Melissa Ullom, Christina Ilisije, Jason Mavdonald, Ian Spring, Elena D'Amario e Lauren Garson
Trieste, Politeama Rossetti 16 luglio 2013

www.Sipario.it, 25 luglio 2013

Inesauribili, energici, allegri, gli otto giovani ballerini della compagnia Parsons Dance non cessano di volteggiare nell'aria e beffare la forza di gravità. Nelle loro performance sprigionano la scintilla del buonumore, la vitalità incessante di corpi che anelano a sfidare la noia dell'equilibrio e della stasi. Sono stati gli ospiti di prestigio del Politeama Rossetti di Trieste per una serata con un programma che, seguendo un fascinoso crescendo, ha riproposto numeri classici del repertorio senza trascurare qualche novità. Tra tutti, il recentissimo "Round my world" (2012) che ha introdotto il pubblico nella fluida armonia aerea delle figure dei danzatori, votati alla creazione di una stupefacente varietà di immagini e forme ammiccanti alla globalizzazione e all'informatizzazione, sottolineata dalla malìe malinconiche di un violoncello (ideate da Zoe Keating). O "Nascimento Novo" (2006) che, superando la prima apologia della solarità brasiliana datata 1990 ("Nascimento"), torna ai ritmi esotici per alludere alla sensualità vitalistica e allo spirito di appartenenza ad un gruppo. Accanto alla prevedibile ed ormai leggendaria "Caught", creata per se stesso da Parsons e definita dalla critica "una delle più grandi coreografie degli ultimi tempi" poiché, con genialità, affida alla luce stroboscopia intermittente il compito di fermare le evoluzioni aeree del solista (musiche ipnotiche di Robert Fripp), ha affatturato tra i vari numeri l'intrigante studio sul desiderio di "Ebben", eseguito sulle note di Alfredo Catalani dall'opera La Wally.
Con lo spirito corale che lo connota, l'ensemble, a tutt'oggi considerato una delle massime espressioni della postmodern-dance americana, ha impressionato coniugando atleticità a perizia tecnica, plasticità a leggerezza, virtuosismo a semplicità. Il risultato è stato un inno alla fantasia e alla frenesia insite naturalmente nella danza, un invito alla gioia dionisiaca del movimento corporeo declinato con slancio su partiture d'effetto.
Applausi e notevole entusiasmo da parte degli spettatori.

Elena Pousché

Ultima modifica il Lunedì, 05 Agosto 2013 06:53

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.