sabato, 19 ottobre, 2019
Sei qui: Home / W - X - Y - Z / WEST - regia Luigi de Angelis

WEST - regia Luigi de Angelis

West West regia Luigi de Angelis

ideazione Luigi de Angelis e Chiara Lagani
dj-set Mirto Baliani; drammaturgia Chiara Lagani; testi Chiara Lagani e Francesca Mazza; costumi Chiara Lagani e Sofia Vannini
regia, spazio scenico Luigi de Angelis
con Francesca Mazza, persuasori occulti Marco Cavalcoli e Chiara Lagani; realizzazione scenotecnica Nicola Fagnani (Atelier OperaOvunque) con Giovanni Cavalcoli e Simonetta Venturini
produzione Fanny & Alexander, Festival delle Colline Torinesi
Festival Il grande fiume, 14 luglio 2011

www.Sipario.it, 14 ottobre 2011

Cos'è West? Come leggere la prova di Francesca Mazza supermarionetta alla Mejerchold, in balia di Marco Cavalcoli e Chiara Lagani di Fanny & Alexander? Una prova di virtuosismo, di eccellente tecnica attorica o di più: un segno di una condizione che è estetica in teatro ed esistenziale nella vita? Interrogativi che pone e impone West. L'esito alla fine è un lungo, interminabile applauso per Francesca Mazza, attrice che esegue la partitura vocale e mimica suggeritale dai due persuasori occulti, in fondo sala su djset di Mirto Baliani. Ci si chiede se la bravura dell'attrice basti a rendere convincente uno spettacolo, per quanto la prova le sia valsa il Premio Ubu 2010 come migliore interprete. Cosa succede in scena? Succede questo: Francesca Mazza è corpo e anima in balia di persuasori occulti, è Dorothy, una donna di 53 anni, che non ha il coraggio di dire di no, che vorrebbe essere respinta per desiderio di esistere, forse vorrebbe frequentare l'eccezionalità dell'amore e finisce con l'accontentarsi della normalità dell'affetto. Come un cane. L'orizzonte di Dorothy è il presente perenne, è il dire sì e voler imparare a pronunciare 'no', è l'utopia di un'autonomia e la consapevolezza che sta nella frase: «Io sto qui e non posso nient'altro». Dorothy – personaggio del Mago di Oz a cui West si ispira, tassello del progetto O/Z ben documentato nel volume di Ubulibri – è presenza agita da altri, dai persuasori occulti e – sembrano suggerire i Fanny & Alexander – dai messaggi subliminali della pubblicità: l'immagine è zero, soddisfa la tua sete, oppure dal nostro appartenere alla cultura di un Occidente che ha il suo simbolo nell'America a stelle e strisce. Tutto ciò accade con un lento e ossessivo intensificarsi del ritmo e delle situazioni a cui è chiamata ad assolvere Francesca Mazza: piccoli e sincopati gesti nervosi eseguiti all'unisono con una partitura drammaturgica suggeritale da una voce maschile e una femminile, voci che a tratti si rendono 'visibili' per rendere partecipe il pubblico del gioco al massacro cui si presta l'interprete. Il risultato è il montare del senso di 'costrizione' da un lato e lo stupore per la duttilità interpretativa di Francesca Mazza dall'altro che piega una recitazione 'tradizionale' a un contesto straniante e straniato regalando un interessante cortocircuito estetico. E allora? Alla fine rimane la consapevolezza che West, l'ovest altro non sia che un orizzonte impossibile, un luogo irraggiungibile e non tanto o non solo l'America o la critica a una società dei consumi, perché l'orizzonte è più drammatico: è l'assenza di orizzonte, è la condizione di quello stare senza possibilità di essere. In tutto ciò si percepisce la noia di una situazione esistenziale che non ha via di uscite e non può che ripetersi all'infinito, magari aumentare di intensità ma certo non mutare, fino all'angosciante ed ennesimo interrogativo: «Non si avrebbe una vita migliore, se non si avesse libertà di scelta?».

Nicola Arrigoni

Ultima modifica il Mercoledì, 07 Agosto 2013 11:17

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.