martedì, 28 giugno, 2022
Sei qui: Home / S / SPETTACOLINO FUTILE, OMAGGIO A MARCELLO MARCHESI - a cura di Massimiliano Civica

SPETTACOLINO FUTILE, OMAGGIO A MARCELLO MARCHESI - a cura di Massimiliano Civica

"Spettacolino futile – omaggio a Marcello Marchesi", a cura di  Massimiliano Civica "Spettacolino futile – omaggio a Marcello Marchesi", a cura di Massimiliano Civica

ACCADEMIA NAZIONALE D’ARTE DRAMMATICA “SILVIO D’AMICO”

A cura di Massimiliano Civica
con gli allievi attori del III anno del corso di recitazione dell’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio d’Amico
Stagione 2021/2022
Roma – Teatro Il Parioli 1 giugno 2022

www.Sipario.it, 1 giugno 2022

Se è esistito un genio nel Novecento italiano, alla pari con Flaiano, questi fu Marcello Marchesi. Battute fulminanti, romanzi paradossali, idee avanti rispetto ai tempi e che, a riconsiderarle oggi, fanno impallidire ciò che si scrive e si crea nel mondo dello spettacolo. Quel suo fare svagato, sempre con la testa in aria e del tutto disinteressato a quanto avveniva intorno a lui: ma Marchesi osservava ed intuiva. Piuttosto che comunicare ciò che comprendeva con un’espressione accigliata, preferiva stemperare tutto con una risata. Non per sminuire, ma solo perché sapeva che l’ironia dura più del momento e non incontra diffidenze. Qualche esempio, fra i più paradossali che vengono in mente: “Mangiate merda, migliaia di mosche non potranno più sbagliare”, “Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano”, “Il dottor Divago” (riferendosi al modo di parlare ellittico tipico di Aldo Moro), “Chi va con lo zoppo, impara il twist”, “È sbagliato raccontar le favole ai bambini per ingannarli, bisogna raccontarle ai grandi per consolarli”. E si potrebbe continuare all’infinito. Persino l’espressione “Bella zio”, oggi così fastidiosamente diffusa, fu un’invenzione di Marchesi, creata per uno sketch televisivo in cui interpretava la parte di un povero zio braccato da una nipote fastidiosa e petulante che lo importunava con domande ridicole.
Di questo genio colorato e imprendibile, oggi poco letto – se non da pubblico di élite e raffinati amatori – e non ricordato a sufficienza come meriterebbe, gli allievi del terzo anno del corso di recitazione dell’Accademia Silvio d’Amico ne offrono un distillato dal titolo: Spettacolino futile.
Gran parte del materiale è stato tratto da Essere o benessere, Il sadico del villaggio ed altre raccolte di poesie e battute riunite nel volume Il dottor Divago.
Sotto un profilo eminentemente recitativo, il confronto con Marchesi è difficilissimo. Per far arrivare l’effetto comico di una sua battuta occorre interpretarla con studiata nonchalance, con una apparente indifferenza e una certa distrazione. Ci vogliono misura e anche senso dell’ironia per riuscire a non prenderle troppo sul serio, schernendo il loro stesso effetto. I ragazzi del terzo anno di recitazione, in questo senso, hanno dato una buona prova attoriale, riuscendo nell’effetto con esiti più riusciti ed altri appena accennati.
Dove Spettacolino futile è risultato poco efficace? Nella mancanza di una drammaturgia di fondo, una cornice attraverso la quale Marchesi e il suo spirito potessero essere ben messi in evidenza ed arrivare al pubblico in tutta la loro efficacia.
E invece: microfoni messi in fila, sgabelli posti ai lati del palco a ferro di cavallo sui quali sedevano gli attori; i quali, a gruppi di quattro o più, a turno, si alzavano, andavano davanti all’asta, bussavano con le dita sul microfono e poi iniziavano a recitare le loro battute.
Marchesi, e i ragazzi dell’Accademia, avrebbero davvero meritato una drammaturgia ed una regia più articolate e approfondite.

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Venerdì, 03 Giugno 2022 09:59

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.