martedì, 28 marzo, 2017
Sei qui: Home / A / ABITO DELLA SPOSA (L') - regia Maurizio Panici

ABITO DELLA SPOSA (L') - regia Maurizio Panici

"L'abito della sposa", regia Maurizio Panici "L'abito della sposa", regia Maurizio Panici

di Mario Gelardi
Regia Maurizio Panici
Scene e costumi Alessandro Chiti
Musiche Paolo Vivaldi
Luci Roberto Rocca
con Pino Strabioli e Alice Spisa
Roma, Teatro della Cometa, dal 21 ottobre al 9 novembre 2014

www.Sipario.it, 29 ottobre 2014

Strabioli diverte, commuove e si diverte

Ancora carico degli applausi ricevuti alla prima assoluta al Festival di Todi, arriva al Teatro della Cometa di Roma, il nuovo testo di Mario Gelardi. Nell'Italia del boom un sarto di mezza età, con velleità artistiche frustrate, è suo malgrado costretto a confezionare abiti e divise militari. Le lunghe giornate nel laboratorio di Lucio - è questo il nome del protagonista - sono scandite dai successi di Rita Pavone, Mina, Michele e della Spaak che riecheggiano dalla radio e dal giradischi. La televisione trasmetteva ancora soltanto la sera.
Correva l'anno 1963. I pettegolezzi mondani su Sofia Loren, che riempie le pagine delle riviste patinate per la chiacchierata storia d'amore con Carlo Ponti, sono interrotti dalle notizie dell'assassinio del Presidente Kennedy e della tragedia del Vayont. Lucio è fondamentalmente un buono e, come tutti i buoni, non riesce, o forse non può dire di no. E' così che si ritrova a dover preparare in pochissimo tempo l'abito da sposa per la figlia di un generale. Obbligato a chiedere aiuto, arriva nel suo atelier e nella sua vita una ricamatrice, Nunzia, interpretata con garbo e fantasia da Alice Spisa, vincitrice del premio Ubu 2013 come esordiente. I due si scrutano, si annusano, marcano il territorio, ma alla fine, confessando ognuno il proprio segreto all'altro, si ritroveranno anime gemelle in un riscatto catartico e liberatorio per entrambi.
Pino Strabioli, calibrando perfettamente le varie sfumature del personaggio, burbero, paterno, gioioso, logorroico, tenero, inguaribilmente romantico, ci guida indietro nel tempo, con estrema naturalezza e maestria. Gli riesce bene anche il 'ballo del mattone'. Con questi ingredienti Maurizio Panici realizza uno spettacolo ben riuscito, grazie anche alla complicità delle scene e costumi di Alessandro Chiti, illuminati da Roberto Rocca.
Scritta su misura, è il caso di dirlo, per Strabioli, la delicata commedia ci offre un genuino spaccato di vita, lasciandoci un po' di sana ma amara nostalgia per un Paese mai così lontano.

Cosimo Manicone

Ultima modifica il Martedì, 28 Ottobre 2014 22:42

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.