domenica, 14 aprile, 2024
Sei qui: Home / Sociale / Cambiamo la nostra mentalità

Cambiamo la nostra mentalità
redatto da Genny Chirco e Clara Oddo
Classe 3 bT, Istituto Tecnico Economico & Turismo" G. Garibaldi" Marsala
Docente referente del progetto: Teresa Titone

È brutto pensare che una persona la quale dice di amarti, ti tolga la vita.

Questo accade a molte donne che vengono uccise da uomini tra i quali mariti, fidanzati ed ex. È una problematica che purtroppo persiste ancora oggi e non solo in Italia, ma in tutto il mondo. In Italia, secondo un'indagine ISTAT del 2006 su un campione di 25.000.000 di donne tra i 16 e i 70 anni, sono quasi 7 milioni quelle che hanno subito violenza fisica o sessuale nel corso della loro vita. La violenza sulle donne assume varie forme e modalità. Sebbene la violenza fisica sia la più facile da riconoscere, ne abbiamo altri tipi: Dalla Violenza Sessuale alla violenza psicologica, L'accesso al patrimonio, alle finanze familiari allo Stalking.
La Violenza Sessuale si manifesta quando la donna viene costretta a svolgere atti sessuali che le fanno male sia fisicamente che psicologicamente;
Violenza Psicologica che comprende derisione, insulto, allontanare la donna dalle relazioni sociali, controllo eccessivo, minacce ripetute di abbandono, dobbiamo ricordare però che nei momenti di rabbia può succedere di usare parole pesanti ma di solito seguiti dai sensi di colpa, nella violenza psicologica non si tratta di un impeto d'ira momentaneo ma è fatto con l'intenzione di sottomettere l'altra persona in questo caso la donna.
L'accesso al patrimonio, alle finanze familiari, approfittarsi di guadagni e risparmi della donna per usarli a proprio vantaggio; Stalking quando l'uomo, prevalentemente un ex, segue in modo ossessivo la vittima facendola sentire non serena e non libera.
Il 25 Novembre si celebra la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, nonostante siano stati istituiti corsi di formazione presso i carabinieri, e addirittura in Occidente è stato introdotto il reato di femminicidio, con il quale si tenta di passare il messaggio che uccidere una persona perché si pensa di esserne proprietari è un'aggravante giuridica e non più un'attenuante, ancora oggi ci sono troppe persone che se la prendono con le donne. Giornate come questa sono importanti per far sapere che se ne può uscire e che si può dire BASTA! Purtroppo però le sole leggi non bastano per fermare queste crudeltà bisogna riuscire a cambiare la cultura e la mentalità.

Ultima modifica il Mercoledì, 07 Dicembre 2016 11:35
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.