lunedì, 14 ottobre, 2019
Sei qui: Home / Recensioni / "Un anno per un giorno"

"Un anno per un giorno" 
redatto da Sofia Pellegrino & Bonomo Maria
Classe IV B Turismo
ITET " G: Garibaldi" Marsala
Docente referente: prof.ssa T. Titone

Il 10 maggio 2016, per Mondadori, Bisotti pubblica il suo romanzo, Un anno per un giorno, che viene presentato per la prima volta al pubblico al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Un anno per un giorno segna il grande ritorno di Bisotti, con un romanzo meraviglioso scritto col suo stile inconfondibile, una storia che riflette sui sentimenti umani e sull'intreccio tra speranza e destino, in una Parigi magica e una Napoli calda e avvolgente.
La lettura di questo libro è stato per noi un'esperienza attraverso l'amore, i sentimenti e il tempo.
L'amore corrisposto, quello che ci manca, quello che ci fa essere delle persone migliori e quello che ci rende più felici. Alex è il protagonista di questa storia, è un ragazzo che ha tutto, una carriera ben avviata, il successo, i fan e soprattutto fa un lavoro che gli piace e che era il suo sogno.
Ma ecco che all'apice della carriera, arriva un momento in cui non riesce più a trovare nuovi stimoli, dove tutto sembra uguale e dove quello che fino a poco tempo fa lo faceva sorridere ora non riesce più a farlo.
Ad Alex, manca l'ispirazione per scrivere ancora un nuovo album, nemmeno l'amore dei fan riesce a colmare il vuoto che sente e che prova.
Il ragazzo pensa spesso e solo ad una ragazza, Greta, che per lui è stata un colpo di fulmine, la loro storia d'amore non è nemmeno cominciata, ma Alex è tormentato dal rimpianto e da quello che ci poteva essere e non c'è stato.
Il libro è pervaso dal tema dell'amore e dal rimpianto che il cantante prova , per un amore che non è mai esploso ed ha lascia il protagonista con un forte senso di amarezza per non aver provato con tutte le sue forze a conquistare il cuore di Greta.
Le lettere, come anche le foto che Alex posta in rete, sono delle vere e proprie poesie moderne che ci fanno capire che un amore è difficile da dimenticare, ma si deve provare a ricominciare. Dicono che il cuore ha una memoria, tanto che non riusciremo mai a cancellare quello che abbiamo sentito e provato in quel determinato momento con la persona che noi ritenevamo giusta per noi.
"Senza amore non siamo niente" questa è un po' la morale del libro e quello che l'autore cerca di comunicare attraverso il romanzo.
L'amore è la forza che ci anima, che ci fa sorridere, che ci fa gioire delle piccole cose che facciamo con la persona che amiamo e che ci fa superare le difficoltà rimanendo uniti.
Alex ha una possibilità per cambiare il suo rapporto con Greta e con il futuro, tornando indietro nel tempo... naturalmente nessuno di noi può tornare indietro per sistemare le cose. E questo accade a Parigi,quando Alex incontra una ragazza, Nirvana, che porta con sé un tubo di bolle di sapone, in grado di riportare indietro le lancette dell'orologio in cambio di un anno della propria vita.
Questo ci fa capire, che il valore di una persona lo riconosciamo solo quando non è più accanto a noi e a volte arriviamo troppo tardi per cambiare le cose.
L'autore ci dice che "nella vita abbiamo due amore, uno possibile con cui costruire la propria vita, ed uno impossibile con cui vivere in sogno ciò che avrebbe potuto essere".
Mostrando che nulla si ripresenta e il tempo che corre troppo veloce non torna indietro e le occasioni della vita non tornano mai due volte, e anche se tornassero non sono mai identiche alle prime.
Alex ha incontrato nella sua vita una donna ,Greta, un amore non vissuto, tormentato, ma che non ha dimenticato che sta ancora lì con lui nel suo cuore.
"L'amore è uno di quei rari combattimenti che finisce pari."
Sta a noi decidere.
L'autore ha uno stile veramente particolare, riempie il lettore di parole, che in un certo senso lo disorientano ma che lo pervadono anche di bellezza e di sorprese.
L'autore è un vero narratore d'amore, descrive sentimenti di quelli che non credi possa ancora esistere, in una società come la nostra in cui i rapporti si consumano rapidamente e l'amore non è più cosi importante.
A volte Massimo ci dà dei consigli amorosi, quasi fossimo davanti a un manuale di vita sull'amore, ma lo fa sempre in punta di piedi senza salire in cattedra, mettendo in campo anche le sue esperienze.
Dietro il personaggio di Alex sicuramente si nasconde l'autore, che lo anima, gli dà vita ma che in fondo non è molto lontano da se stesso.
Alex è un personaggio credibile, che pieno di fragilità e insicurezze si ritrova nel pieno successo ma si rende conto che è da solo, senza una persona che lo ami, che sia presente nei momenti di felicità e in quelli di sconforto.
Il protagonista rimane, o almeno cerca, di essere sempre indipendente, libero e di fare le sue scelte in base alla propria coscienza e al proprio cuore.
Questo romanzo fa bene al cuore, perché in un mondo di violenza, l'amore può essere ancora la nostra salvezza.

Ultima modifica il Sabato, 14 Gennaio 2017 04:53
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.