domenica, 12 luglio, 2020
Sei qui: Home / T / TOTÒ E VICÈ - regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi

TOTÒ E VICÈ - regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi

Totò e Vicè Totò e Vicè Regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi

Di Franco Scaldati
Con Enzo Vetrano e Stefano Randisi
Regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Costumi Mela D'Erba, Luci Alessia Massai, Suono Sara Bonaccorso
Produzione Teatro Gli Incamminati, Diablogues, Comp. Vetrano/Randisi
Sala Laudamo, Messina dal 5 al 7 aprile 2013

www.Sipario.it, 6 aprile 2013

Credo che oggi in Italia non esista una coppia teatrale come quella di Enzo Vetrano e Stefano Randisi, in grado di trasmettere al pubblico l'essenza del Teatro. Che è poi quella di far vivere in sala quello che i protagonisti vivono sulla scena. Una comunione che si instaura sin dal primo istante quando i due splendidi attori, pure registi, si muovono a piccoli passi chiusi nei loro cappotti sdruciti con in mano dei valigioni di cartone e prendono posto su una panchina di legno, colti poi a filosofeggiare sui più elementari (in apparenza) quesiti della natura, ricchi nonsense, di risposte impossibili, forrestgampiane quasi. « Se uno si mettesse a camminare dove potrebbe arrivare? ». Oppure: « Se le case fossero senza porte come si farebbe ad entrare?». O ancora: « Se non ci fossero Totò e Vicè chi saremmo noi?». Questi i loro nomi. Totò è Stefano Randisi e Vicé è Enzo Vetrano e il poetico testo Totò e Vicé è opera di Franco Scaldati, forse uno dei più belli dopo Il pozzo dei pazzi e Lucio, scritto e cucito addosso sui interpreti palermitani, come lo è lui del resto. Uno spettacolo che in ogni istante dei suoi sessanta minuti regala nobili sentimenti di amicizia e di solidarietà e in cui non c'è momento in cui l'uno faccia sentire all'altro di non essere solo né in questo né nell'altro mondo, quando entrambi si ritroveranno a vivere una vita forse solo sognata o solo immaginata. Uno spettacolo da non perdere, fatto di piccole cose, come quando Vetrano soffierà per far volare la sua stella forse solo una farfalla, o quando apparirà col capo illuminato da una piccola coroncina e dirà che "oggi è San Vincenzo e faccio il santo con l'aureola in testa", esclamando poi che "oggi il mare mi sembra il cielo con le stelle". A differenza di Vladimiro ed Estragone che sono lì ad aspettare chi non arriva mai, Totò e Vicé sono due clochard post-beckettiani che sembra si siano ricongiunti con il loro Godot, trovando nel sorriso e nei giochi più ingenui il modo di riappacificarsi con la vera natura del teatro, fatto di niente, solo d'una sfilza di lumini allineati lungo tutto il proscenio come era uso fare nella Commedia dell'Arte. Di grande effetto il disegno luci del compianto Maurizio Viani e costumi di Mela Dell'Erba. Applausi infiniti alla Sala Laudamo di Messina per i due eterei e poetici personaggi.-

Gigi Giacobbe

Ultima modifica il Domenica, 22 Settembre 2013 09:18

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.