venerdì, 19 luglio, 2024
Sei qui: Home / S / SMARRIMENTO – regia Lucia Calamaro

SMARRIMENTO – regia Lucia Calamaro

Lucia Mascino in "Smarrimento", regia Lucia Calamaro. Foto Giulia Di Vitantonio Lucia Mascino in "Smarrimento", regia Lucia Calamaro. Foto Giulia Di Vitantonio

LUCIA MASCINO E LUCIA CALAMARO
SMARRIMENTO
Il cabaret esistenziale scritto e diretto da Lucia Calamaro
Interpretato da Lucia Mascino
uno spettacolo scritto e diretto da Lucia Calamaro
per e con Lucia Mascino
scene e luci Lucio Diana
costumi Stefania Cempini
produzione Marche Teatro_Teatro di Rilevante Interesse Culturale
Roma – Teatro Basilica dal 25 gennaio al 4 febbraio 2024

www.Sipario.it, 26 gennaio 2024

Devo essere sincero: uscendo dal teatro Basilica dopo aver assistito a Smarrimento, interpretato da una straordinaria Lucia Mascino, mi sono sentito smarrito io stesso. Non in termini personali, ma professionali sì.
Mi spiego meglio.
Chiunque abbia a che fare con un lavoro creativo, di quelli che prevedono la pagina bianca (o la tela, è lo stesso) da riempire con una serie di segni che poi daranno vita all’opera (che sia d’arte o meno ha poca importanza), l’inizio non è vissuto come un problema – magari fosse così! –, ma come un abisso dal quale si cerca di fuggire.
Perché in quei momenti, di fronte alla pagina bianca, si è combattuti tra mille possibili cominciamenti (la parola è brutta, ma rende l’idea del processo nell’atto stesso in cui sta per compiersi e ancora non si è realizzato in termini pratici), tutti adatti ma nessuno soddisfacente. Diceva bene Calvino che fra queste possibilità una bisogna sceglierne e con esattezza. Ma quale? Come si fa a sapere con certezza qual è l’incipit che catturerà il lettore, senza farlo mai andar via, per pagine e pagine?
Lucia Calamaro con Smarrimento ha provato a raccontare tale condizione. Ma andando più a fondo, mi sono reso conto che se le cose stessero semplicemente così, sarebbero facilissime. In verità, al di là del dubbio dell’inizio, il disorientamento rappresentato dalla Calamaro è quello del desiderio. Quale? Riprendendo dei versi di Leonard Cohen: “Lei sarà creata/ Per uno come te/ Ciò che nessuno ha fatto/ Lei continuerà a farlo/ Verrà, io ci credo/ Verrà e guarderà/ È Questo il desiderio/ E il libro eccolo qua”. Riguardo all’opera da iniziare, e quindi concludere, lo smarrimento è rispetto al desiderio dell’artista di dar vita a ciò che nessuno ha mai fatto prima; realizzando, dal momento stesso in cui inizia, di essere come creatore un tramite. A quel punto l’opera avrà il suo corso, indipendentemente dalla volontà dell’artista. Sarà lei a venire e a guardare. Ecco il desiderio, ecco lo smarrimento che prova l’artista rispetto alla consapevolezza appena acquisita di doversi mettere da parte e lasciarsi guardare da ciò che si sta realizzando per suo tramite. Da qui i tentativi di incipit di storie che la scrittrice inventata dalla Calamaro prova a mettere giù, e condivisi con il pubblico, giungendo alla conclusione che dietro a personaggi e vicende il creatore non fa che rifugiarsi per comprendere sé stesso: cioè l’altra faccia del desiderio espresso in versi da Cohen.
Lucia Mascino è stata straordinaria nel dar vita ai dubbi che lacerano la protagonista del monologo. Lo ha fatto stando un passo indietro rispetto al tono tragico, e un passo indietro rispetto al tono comico e al tono umoristico. Ciò che ha comunque permesso all’attrice di realizzare un personaggio in sé drammatico ma divertente e piacevolissimo, con un’ironia ricca di verve sempre equilibrata, fatta di sfumature attraverso le quali è stato possibile intravedere le tinte nette della protagonista.
Un’interpretazione di gran classe. 

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Sabato, 27 Gennaio 2024 18:52

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.