venerdì, 26 febbraio, 2021
Sei qui: Home / P / PIACERE DELL'ONESTÀ (IL) – regia Valerio Binasco

PIACERE DELL'ONESTÀ (IL) – regia Valerio Binasco

Prove di "Il piacere dell'onestà", regia Valerio Binasco. Foto Luigi De Palma Prove di "Il piacere dell'onestà", regia Valerio Binasco. Foto Luigi De Palma

di Luigi Pirandello
adattamento Valerio Binasco
con Valerio Binasco, Giordana Faggiano, Orietta Notari, Rosario Lisma, Lorenzo Frediani, Franco Ravera
regia Valerio Binasco
scene e luci Nicolas Bovey
costumi Gianluca Falaschi
regista assistente Roberto Turchetta
assistente regia Giulia Odetto
assistente costumi Anna Missaglia
Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale
Teatro Carignano Torino gennaio 2021 prove

www.Sipario.it, 21 gennaio 2021

Un gioco di ombre su una parete. Significa affetto e cura ed è un momento di intensa e impalpabile dolcezza nella cornice di un dramma vitalistico e ruvido, che poi però si rischiarerà con un quasi lieto fine. Ed è confortante sapere che quando si tornerà a teatro gli spettatori assisteranno a lavori come questo, Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandello recitato da Valerio Binasco, Giordana Faggiano, Orietta Notari, Rosario Lisma, Lorenzo Frediani, Franco Ravera, con regia e adattamento dello stesso Binasco. Uno spettacolo in prova al Teatro Carignano di Torino chiuso a tutti tranne a pochissimi e privilegiati operatori, che ne raccontino la meraviglia e incuriosiscano il pubblico di un futuro debutto. Lo spettacolo è bellissimo. Servono messaggi semplici e diretti in questa fase storica, confusa e spaventata. La compagnia è efficace, coesa, salda nel reciproco ascolto. I personaggi sono cesellati su tavolozze sentimentali versicolori, pieni di energia vitale anche quando evidenziano un carattere dimesso, come parrebbe quello di Angelo Baldovino incarnato dal regista Binasco. E’ un uomo dall’oscuro passato a cui è affidato il compito delicato di restituire rispettabilità ad una giovane ingravidata da un nobile già ammogliato. Baldovino sposerà la donna accettando il ruolo di copertura e di comparsa, perché nei fatti la relazione tra i due amanti dovrebbe continuare. Ma il marito di nome, pretendendo con acribia il rispetto delle regole di facciata, instillerà nella moglie, e giovane madre, un onesto fastidio per la messinscena che l’ha protetta dal disonore. Baldovino, che ha lasciato un passato ingombro di fantasmi, scegliendo la solitudine per allontanarsene, otterrà una duplice e se non solare, almeno aurorale presa di coscienza. Sua e della consorte che diverrà per lui una vera compagna. L’ambiente scenografico è grigio, scarno, essenziale, c’è un tono di rock e una sensazione di pienezza ben oltre l’ordinario. Di verità, nella finzione, che non ha l’eguale in altre espressioni performative. Di umanità che tracima dal palco in platea, guidando l’immaginazione a sentire la benevola presenza degli spettatori che il 27 novembre 1917 applaudirono la prima assoluta de Il piacere dell’onestà con la compagnia di Ruggero Ruggeri, proprio al Teatro Carignano di Torino.

Maura Sesia

Ultima modifica il Sabato, 23 Gennaio 2021 18:13

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.