domenica, 20 ottobre, 2019
Sei qui: Home / M / MISERABILI. IO E MARGARET THATCHER - regia Marco Paolini

MISERABILI. IO E MARGARET THATCHER - regia Marco Paolini

Miserabili. Io e Margaret Thatcher Miserabili. Io e Margaret Thatcher Regia Marco Paolini

con Marco Paolini
complesso musicale: Mercanti di Liquori Lorenzo Monguzzi, Piero Mucilli, Simone Spreafico
testi di Andrea Bajani, Lorenzo Monguzzi, Marco Paolini, Michela Signori
musiche dei Mercanti di Liquore
Teatro Astra di Bassano del Grappa, 2007

www.Sipario.it, 29 agosto 2007

Marco Paolini e I Mercanti di Liquore registrano il tutto esaurito nel delizioso teatro Astra di Bassano Del Grappa che ospita quest'edizione dell'Operaestate Festival Veneto.
"Miserabili" è uno spettacolo che se fosse una ricetta sarebbe classificabile come di "difficoltà media", non certo per quanto riguarda la fruizione ma per la quantità di ingredienti che la costituiscono. Ebbene,sarebbe estremamente facile parlarne bene: Marco Paolini a suo agio, modestamente istrionico si destreggia tra musicisti accattivanti illustrando sprazzi economici con trovate che fanno sorridere, a partire da un dialogo con la Thatcher 'che sarà pure di ferro ma è piena di merda' che a modi di un dio greco viene designata come fonte o almeno principio di ogni nostro male. La leggerezza con cui Paolini affronta la tematica c'è, la musica fa da quadro, la risata è più o meno assicurata e il pubblico compiaciuto applaude entusiasta sprofondando nelle poltrone e mugognando segni di approvazione. Eppure... gli ingredienti ci sono ma il risultato ci appare comunque insipido, o a detta dei toscani "sciocco". Sì, perché il tutto è estremamente piacevole, ma tradisce lo scopo che Paolini sembrava essersi prefissato: far pensare. Lui stesso cita Gaber sul finire dello spettacolo ammonendo gli spettatori: "Non dovete ascoltare le canzoni di Gaber, ma pensarle". Ciò nonostante "Miserabili" ci suona, in tutti i sensi, come una comoda formula di intrattenimento nascosta dietro la maschera della 'denuncia', evitando un reale approfondimento dei temi toccati per privilegiare un più superficiale e generico consenso.
E come i due giovani imprenditori descritti nello spettacolo che per "arrivare" devono superare le prova dei carboni ardenti, ci sembra che Paolini voglia stupire ma senza scottarsi e salta così facendo da una parte all'altra sfornando una performance irritantemente tranquillizzante.

DG

Ultima modifica il Venerdì, 11 Ottobre 2013 09:55

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.