martedì, 28 giugno, 2022
Sei qui: Home / M / MANOLA - regia Leo Muscato

MANOLA - regia Leo Muscato

Nancy Brilli e Chiara Noschese in “Manola”, regia Leo Muscato Nancy Brilli e Chiara Noschese in “Manola”, regia Leo Muscato

con Nancy Brilli e Chiara Noschese
di Margaret Mazzantini

regia Leo Muscato

produttore esecutivo Michele Gentile

organizzazione Carmela Angelini

produzione Enfi Teatro – Artisti Riuniti – Il Parioli
Stagione 2021/2022

Roma – Teatro Il Parioli dal 18 al 22 Maggio 2022

www.Sipario.it, 18 maggio 2022

Torna Manola di Margaret Mazzantini dopo un abbondante ventennio di assenza dalle scene. Nancy Brilli e Chiara Noschese, con verve comica sagace ed una leggerezza interpretativa raffinata, hanno dato vita a uno spettacolo divertente e godibile seppur dalla trama tenue e priva di grande respiro.
È la storia di due gemelle, Ortensia e Anemone. La prima brutta e piena di complessi, dominata da ansie e nevrosi. La seconda, al contrario, disinibita e frivola, dedita ai soli piaceri che la vita può offrire. Entrambe decidono di recarsi da una tale Manola - personaggio evocato ma sempre assente dalla scena -, forse una psicologa o una specie di maga, a raccontare le loro vicende.
In un alternarsi continuo di storie, fatti, aneddoti evocati, le biografie di queste sorelle procedono separatamente, l’una presentandosi come l’opposta dell’altra. Ortensia è sfortunata, chiusa in sé, il mondo la rifiuta perché è brutta e noiosa, non trasmette gioia ma solo livore e amarezza; e perciò nessuno vuole avere a che fare con lei, pur essendo persona intellettualmente valida e ricca di spunti e cultura. Anemone, invece, è l’esatto opposto: bella, sfacciata, provocante, sensuale, divertentissima, ignorante e senza alcuna visione o progettualità; malgrado ciò, tutti ne sono affascinati. 
Ortensia un giorno si innamora di Poldo, un tale buzzurro, sporco e ignorante, fiero di tale mediocrità che ostenta. Ma questi, dopo un primo ingannevole momento, finirà per essere attratto da Anemone. I due si sposeranno e Ortensia tornerà a restare sola.
Ma, man mano che passano gli anni, qualcosa succede. Anemone diventa giorno dopo giorno sempre diversa. Invecchia precocemente, ingrassa, la sua frivolezza scompare del tutto. Diventerà una donna ordinaria, tutta casa e faccende, trattata dal suo consorte come una serva. Si alcolizzerà per lenire la sofferenza.
Ortensia, dal canto suo, si farà sempre più bella; e diventerà via via più gioiosa e frivola: come per naturale destino si trasformerà in Anemone e Anemone finirà per diventare Ortensia.
Ferma restando la bravura delle due interpreti principali, chi spicca maggiormente per capacità recitativa e tempi comici cronometrici è di sicuro Chiara Noschese, che ha tratteggiato un’Ortensia che pare fuoriuscita dalla penna del miglior Paolo Villaggio, ma senza quel cinismo e quell’ironia perfida che l’autore genovese metteva nelle sue creazioni.
Manola non lancia messaggi di tipo civile. Non ha sottotesti. Non occhieggia a situazioni del nostro presente. Racconta una storia; una storia che tutti possono più o meno aver vissuto. Ma il cielo narrativo ch’essa crea è piccolo per assurgere a metafora o archetipo. Uno spiare, questo, dal buco della serratura come era solito fare Moravia; ma, nel caso specifico, la serratura è molto stretta e poco offre alla vista.
Buona la regia di Leo Muscato che all’insieme ha fornito quella sintesi che ha permesso al testo della Mazzantini, esitante e non rapido a lettura, di guadagnare in esultanza e leggerezza. 

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Giovedì, 19 Maggio 2022 20:29

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.