sabato, 22 febbraio, 2020
Sei qui: Home / D / DOPODICHÉ STASERA MI BUTTO - regia Riccardo Rainer Pippa

DOPODICHÉ STASERA MI BUTTO - regia Riccardo Rainer Pippa

"Dopodiché stasera mi butto" - regia Riccardo Rainer Pippa. Foto Luca d'Agostino "Dopodiché stasera mi butto" - regia Riccardo Rainer Pippa. Foto Luca d'Agostino

di Generazione Disagio
con Enrico Ettore Pittaluga, Graziano Rodolfo Sirressi, Andrea Dejan Panigotti, Davide Golia Palla
regista e co-autore Riccardo Rainer Pippa
organizzazione Roberta Petra Ursino
luci Giuliano Enrique Bottacin
consulenza scene e costumi Margherita Mafalda Baldoni
scene Duccio Empedocle Mantellassi e Federico Vasil'evic Visconti
produzione Proxima Res
Genova, Teatro della Tosse dal 7 al 13 gennaio 2015

www.Sipario.it, 9 gennaio 2015

La programmazione off del Teatro della Tosse apre questo nuovo anno con il lavoro d'esordio del collettivo Generazione Disagio, che ha riscosso premi e riconoscimenti nella scorsa stagione.
Dopodoché stasera mi butto è uno spettacolo che, come ogni opera prima, attinge a piene mani al vissuto e alla condizione presente dei componenti del gruppo: giovani in cerca della propria realizzazione, impantanati in una società statica e povera di opportunità.

Il grido d'allarme lanciato dalla generazione dei trentenni, non più figli ma non ancora padri, intrappolati in una terra di mezzo tra la paghetta e lo stipendio, prende le sembianze del gioco, più precisamente del gioco da tavola. Il disagio viene imbrigliato nella cornice del gioco e assume le sembianze di un quiz televisivo, in cui tre concorrenti diventano gli archetipi di una generazione senza futuro: il laureando, lo stagista, il precario. Il quarto attore si fa giudice della gara e guida, tra imprevisti, prove da superare, salti di turno.

Scopo del gioco è arrivare all'ultima casella, quella del suicidio, ovvero del raggiungimento del totale disincanto e unica via di fuga. Ogni casella è un pretesto per sputare fuori il proprio destino di giovani senza lavoro, occupati a fare passare la giornata tra social network, youtube, youporn e happy hour. Ogni tiro di dado è un'occasione per snocciolare elenchi di luoghi comuni sulla politica, sulla società, sull'amore. Ad ogni passo dell'oca il pubblico si riconosce nelle debolezze e nei vizi dell'italiano medio, vittima del proprio smartphone e della propria identità virtuale.

La rigidità del gioco e delle sue regole rappresenta il bello ma anche il limite dello spettacolo. Dopo la prima mezz'ora, il meccanismo si schematizza e perde inevitabilmente in freschezza. Tuttavia gli attori sono carichi di energia e riescono a mantenere alto il ritmo e il livello di attenzione del pubblico, che si diverte sinceramente e ride di gusto, interagendo a richiesta con generosità.

Marianna Norese

Ultima modifica il Domenica, 11 Gennaio 2015 13:37

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.