mercoledì, 07 dicembre, 2022
Sei qui: Home / A / ALADIN - IL MUSICAL - regia Fabrizio Angelini

ALADIN - IL MUSICAL - regia Fabrizio Angelini

Aladin Aladin Regia Fabrizio Angelini

di: Stefano D'Orazio
Scene: Aldo De Lorenzo, Costumi: Sabrina Chiocchio, Musiche: Pooh
Regia: Fabrizio Angelini; collaborazione alla regia di Gianfranco Vergoni

Produzione: Nausicaa Spettacolo
Interpreti: Manuel Frattini, Roberto Ciufoli, Valentina Spalletta, Simone Sibillano, Andrea Spina, Silvia Di Stefano, Alex Mastromarino, Maurizio Semeraro, Antonio Romano
Teatro Politeama Rossetti, Trieste 1 aprile 2011

Sipario, 4 aprile 2011

Sulla locandina campeggia un magico tappeto volante a richiamare subito il mondo della fantasia e l'attenzione dei bambini. "Aladin – Il musical" si distingue infatti per la voglia di comunicare a mettersi in sintonia con i piccoli spettatori, configurandosi come una riproposizione delicata in musica di una storia molto conosciuta. Autori del libretto (Stefano D'Orazio) e della trascinante colonna sonora (Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian) – dopo il successo di "Pinocchio" – sono ancora i Pooh insieme, nonostante la recente separazione, per firmare un progetto composito che piace soprattutto alle famiglie.

Diretto e coreografato da Fabrizio Angelini, lo spettacolo si avvale di effetti speciali, macchine del volo, light design avanzato, scenografia e costumi orientali (di Aldo De Lorenzo) che tanto ricordano la dimensione variopinta e fatata di Emanuele Luzzati. Ma soprattutto, immerso in questo décor da "mille e una notte", s'impone un valido cast, coeso ed entusiasta, capeggiato dall'agile Manuel Frattini, a suo agio nel riconoscersi eroe delle fiabe (dopo i fortunati Pinocchio e Robin Hood). Il suo Aladino, prima di incontrare l'amore, è inizialmente un furfantello che vive alla giornata, rubando nel suk coll'amico fidato Abù (Alex Mastromarino) quel tanto che basta per mangiare. Qui vede Jasmine (Valentina Spalletta), principessa in incognito accompagnata dall'amica Shadia (Silvia Di Stefano), e se ne innamora ma finisce in prigione, nelle grinfie del visir Jafar (Silvano Sibillano). Ottiene la libertà promettendo a quest'ultimo di esplorare una leggendaria grotta nel deserto nella quale sono racchiusi immersi tesori, oltre alla famosa lampada che poi cambierà il suo destino... Ad abitarla è, infatti, un genio potente quanto pasticcione e logorroico nell'interpretazione brillante che ne dà Roberto Ciufoli. Balletti esotici e canzoni melodiche esaltano poi un ambiente di corte parodico e grottesco, dove si muovono personaggi connotati da maschere deformi e le sorprese e gli intrighi non sembrano finire mai.

Nell'insieme il musical piace sopratutto per l'allegria che riesce a trasmettere, in una fantasmagoria di scene (come quella spassosa in cui Aladino si finge il principe Alì delle terre di laggiù), suoni e colori che affatturano lungo il filo di una narrazione senza tempo.

Elena Pousché

Ultima modifica il Martedì, 23 Luglio 2013 08:52

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.