mercoledì, 30 novembre, 2022
Sei qui: Home / S / SEICENTO – direttore Erico Onofri

SEICENTO – direttore Erico Onofri

"Seicento", dell’Imaginarium Ensemble "Seicento", dell’Imaginarium Ensemble

Imaginarium Ensemble
Erico Onofri violino, direttore
Alessandro Palmieri violoncello
Simone Vallerotonda arciliuto, tiorba
Federica Bianchi clavicembalo, organo
Bologna Festival, Oratorio di San Filippo Neri, Bologna 27 ottobre 2022

www.Sipario.it, 3 novembre 2022

Il concerto Seicento dell’Imaginarium Ensemble con il violinista Enrico Onofri anche in veste di direttore ha chiuso la sezione Il Nuovo l’Antico della stagione 2022 del Bologna Festival. La parola al violino nell’età del barocco, virtuosismo strumentale italiano attraverso il seicento, epoca di grande fermento che vide gli strumenti musicali diventare protagonisti e non più solo accompagnamento alle voci e al ballo. Col barocco e soprattutto nel seicento vengono scritti e stampati brani espressamente dedicati in particolare al violino, che da strumento di supporto al canto inizia ad essere valorizzato ed usato in tutta la sua potenzialità espressiva e virtuosistica, un canto senza parole che esprime immagini e passioni. Il violinista Enrico Onofri alla direzione del suo Imaginarium Ensemble, fondato nel 2002, ha proposto un itinerario ragionato e appassionante che grazie alla nuova generazione di compositori del seicento si è addentrato nel territorio della sonata a violino solo. Questo concerto cameristico è stato un viaggio tra le note nell’intimo di un genere che dal primo barocco assume una fisionomia stabile. I quattro eccellenti strumentisti sono stati guidati da un filo invisibile che, sostenuto dal direttore, ha permesso loro di incontrarsi in un flusso unico di comunicazione. Con le musiche di Kapsberger, Virgiliano, De Selma y Salaverde, Marini, Fontana, Uccellini, Taegio, Mealli, Montalbano, Stradella i musicisti hanno agilmente presentato una raccolta che ha suggellato la sperimentazione formale ed espressiva del diciassettesimo secolo. Percorrendo questo panorama della sonata per violino solo ne hanno sottolineato il cromatismo altamente espressivo attraverso un nuovo catalogo di affetti, un nuovo vocabolario musicale dispiegato da compositori che attraverso il violino hanno stabilito un sfaccettato viaggio nella sperimentazione musicale affidata a questo strumento. Sono state esplorate le meraviglie dei primi virtuosi di questo strumento e in particolare la grande maestria e la nitida articolazione del fraseggio musicale del violinista hanno dimostrato la cantabilità della sonata, che ha raggiunto vette di lirismo espressivo non meno che momenti di essenzialità meditativa. Il percorso cronologico ha affiancato diversi colori musicali e grazie a questa scelta è stato rappresentato un viaggio non solo nel tempo, ma anche nella geografia della penisola attraverso Venezia, Milano, Bologna, Roma e Palermo, percorsa da un’unica lingua musicale.

Giulia Clai

Ultima modifica il Martedì, 22 Novembre 2022 19:03

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.