giovedì, 05 dicembre, 2019
Sei qui: Home / R / ROMANO A MARTE (UN) - regia Fabio Cherstich

ROMANO A MARTE (UN) - regia Fabio Cherstich

"Un Romano a Marte", regia Fabio Cherstich "Un Romano a Marte", regia Fabio Cherstich

Musica Vittorio Montalti
Opera vincitrice del premio di composizione del Teatro dell'Opera di Roma

Libretto di Giuliano Compagno

Prima rappresentazione assoluta
Direttore John Axelrod
Regia Fabio Cherstich
scene, costumi e video Gianluigi Toccafondo
luci Camilla Piccioni
Principali interpreti
Ilaria Occhini Rafaela Albuquerque*

Ennio Flaiano Domingo Pellicola*

Kunt il Marziano Timofei Baranov*

Il Critico Gabriele Portoghese

Caterina Martinelli Valeria Almerighi

dal progetto "Fabbrica" Young Artist Program del Teatro dell'Opera di Roma
Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma
Nuovo allestimento Teatro dell'Opera di Roma
Teatro dell'Opera di Roma dal 22 al 24 novembre al 2019

www.Sipario.it, 26 novembre 2019

Ennio Flaiano è una figura importante, fondamentale per la cultura del Novecento, sia italiana che internazionale. Si tratta di un intellettuale raro, che nella sua vita ha praticato più generi, sempre con la stessa grazia e impareggiabile eleganza. Raramente se ne sente parlare. Ancor più raramente avviene di incontrare persone che conoscano la sua opera. In tal senso Un romano a Marte, andato in scena in questi giorni all'Opera di Roma, costituisce una buona occasione per ricordare lo scrittore. Gli esiti, però, sul piano estetico e anche dei contenuti, non sono stati particolarmente brillanti.
La storia che fa da cornice allo spettacolo è semplice. Siamo a Milano, al tempo in cui al Teatro Lirico la compagnia guidata da Vittorio Gassman tenta faticosamente di portare avanti Un marziano a Roma. Lavoro per il quale il pubblico non esitò a mostrare il suo ampio dissenso. Da questa circostanza, Flaiano creò uno dei suoi aforismi più acuminati, irriverenti e spiritosi: "L'insuccesso mi ha dato alla testa". L'opera di Giuliano Compagno (autore del libretto) e Vittorio Montalti (autore delle musiche) comincia esattamente da qui, e prosegue disegnando un itinerario ideale di Flaiano e Ilaria Occhini, protagonista femminile della compagnia di Gassman, attraverso un'Italia fatta di banalità, luoghi comuni, ipocrisie, miserie meschine mai apertamente confessate. Ad accompagnare lo scrittore e l'attrice nel loro viaggio, la figura del critico: simbolo di una categoria professionale non così benevola nei confronti dell'autore di Tempo di uccidere. Il tutto offre il destro, sia a Compagno che a Montalti, di prendere di mira storture della società che ancora oggi fanno parte della quotidianità che ci si trova a vivere.
Come definire, allora, Un romano a Marte: opera su Flaiano? Certamente no. Semmai, si tratta di un lavoro attraverso Ennio Flaiano. Ma proprio qui è il suo limite, perché invece di far proprio il punto di vista del nostro scrittore, quest'ultimo diviene il pretesto per un esercizio di stile. Distanti rimangono l'epoca, i vizi e le frivole consuetudini della dolce vita tentata di rievocare nel corso dello spettacolo. L'intero impianto drammaturgico somigliava a un quadro dai colori stesi in modo poco attento alle sfumature e agli accostamenti cromatici. Le musiche di Montalti, dallo stile acuminato e poco inclini alla scrittura di natura melodica, non hanno dato quel giusto rivestimento sonoro che un'opera dovrebbe avere. Ciò che ha provocato, da parte degli interpreti, poca profondità nell'inscenare i rispettivi personaggi e scarsa attenzione al canto e alle qualità vocali.
Difficile far proprio lo stile di Flaiano nel tentativo di produrre qualcosa di originale, sia sul piano della forma che dei contenuti. Allora, piuttosto che coinvolgersi in lavori che non sono alla reale portata di chi intende realizzarli, perché non scrivere un'opera su Flaiano così da raccontare la sua vicenda di uomo e intellettuale per farla conoscere a un ampio pubblico?

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Martedì, 26 Novembre 2019 04:32

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.