martedì, 15 ottobre, 2019
Sei qui: Home / P - Q / PAGLIACCI - regia Franco Zeffirelli

PAGLIACCI - regia Franco Zeffirelli

Pagliacci Pagliacci Regia Franco Zeffirelli

di Ruggero Leoncavallo
Maestro concertatore e Direttore: Gianluigi Gelmetti, Regia e scene: Franco Zeffirelli, Costumi: Raimonda Gaetani, Disegno luci: Agostino Angelini, Maestro del Coro: Andrea Giorgi
Interpreti: Myrtò Papatanasiu, Stuart Neill, Seng-Hyoun Ko, Danilo Formaggia, Domenico Balzani, Giordano Massaro, Antonio Taschini
Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera, Coro di Voci Bianche di Roma dell’accademia Nazionale di Santa Cecilia e del Teatro dell’Opera diretto da Josè Maria Sciutto, Teatro dell’Opera di Roma
Roma, Teatro dell’Opera 2009

www.Sipario.it, 26 maggio 2009

L’aprirsi del sipario è stato preceduto , forse per “fare serata”, da tre famose pagine mascagnane per orchestra fra cui la Sinfonia de Le Maschere diretta alquanto alla garibaldina da un Gelmetti già caricato al punto giusto per affrontare le veementi accensioni veristiche del capolavoro di Leoncavallo.
Per la regia e le scene, Franco Zeffirelli è ritornato su ciò che aveva proposto, sempre al Costanzi, diversi anni fa, ma tutto rivisto, ricreato, con la consueta generosità di mezzi e di idee, stavolta particolarmente felici e del tutto in sintonia con le caratteristiche musicali e teatrali dell’opera. Ciò vale anche per la trasposizione temporale della vicenda, ambientata ai giorni nostri nella piazzetta di uno squallido paese del sud. In fondo alla scena, la misera uniformità di un caseggiato popolare.
Ma tutto viene sommerso dall’irrompere di un caleidoscopico, felliniano caravanserraglio di giocolieri, mangiafuoco, acrobati, trampolieri, clown i quali, nei fantasiosi, coloratissimi costumi di Raimonda Gaetani, fanno da cornice all’arrivo della sgangherata roulotte dei comici.
Nel palcoscenico gremito, alcuni scugnizzi trovano anche modo di gareggiare in bravura nella break-dance, e non manca nemmeno un piccolo corteo nuziale, con sposa in bianco e lancio di confetti.
Tutto ciò non distoglie dalla musica, ma ne potenzia visivamente la suggestione, anche perché Gianluigi Gelmetti ha trovato una chiave direttoriale in armonia sia con la lettura di Zeffirelli sia con la scrittura di Leoncavallo. E ciò anche nel secondo atto, quando dalla commedia si passa al dramma.
Ottimi gli interpreti non soltanto come cantanti ma anche come attori: dalla brava Myrtò Papatanasiu (Nedda) al vigoroso Stuart Neill (Canio) a Seng-Hyoun Ko (intelligente come Prologo e credibile Tonio) agli ineccepibili Danilo Formaggia (Peppe) e Domenico Balzani (Silvio).

Caloroso successo.

Lucio Lironi

Ultima modifica il Lunedì, 22 Luglio 2013 08:55
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.