martedì, 15 ottobre, 2019
Sei qui: Home / G / GLI ELISIR DI DULCAMARA… E I VELENI DI IAGO - di e con Luigi Maio

GLI ELISIR DI DULCAMARA… E I VELENI DI IAGO - di e con Luigi Maio

Gli elisir di Dulcamara... e i veleni di Iago Gli elisir di Dulcamara... e i veleni di Iago di e con Luigi Maio

Storie di illustri cialtroni
opera buffa da camera scritta e musicata da Luigi Maio
Regista e "Musicattore" Luigi Maio
Attrice Marina Maselli
Flauto Stefania Morselli
Violino Roberto Piga
Pianoforte Enrico Grillotti
Genova, Teatro Carlo Felice, Auditorium Eugenio Montale 18 dicembre 2013

www.Sipario.it, 19 dicembre 2013
Che Luigi Maio sia bravo non ci sono dubbi e che il suo modo di fare teatro colto nella maniera più appetibile ad ogni tipo di pubblico, anche, ma quest'ultimo spettacolo presentato al Carlo Felice in occasione dell'allestimento di Otello, ha qualcosa in più che lo contraddistingue dagli altri: la satira senza compromessi.
Non che le opere del Musicattore non siano state sempre intrise di satira, ma questa volta il verbo di Maio è spietato puntando l'indice sull'ignoranza del nostro paese in questo momento storico. Una denuncia chiara, senza mezzi termini, ma fatta in modo intelligente come pochi oggi sanno sostenere sul palco. Il vincitore del Premio Ettore Petrolini e del prestigioso Premio Nazionale dei Critici di Teatro, ha presentato il suo "Gli elisir di Dulcamara...e i veleni di Iago" firmando come sempre testo, musiche e regia, ed offrendo ancora una volta l'occasione per un'apparentemente scanzonata, ma profonda riflessione: Verdi, il musicista simbolo dell'Italia, quest'anno tanto celebrato per il suo bicentenario, sarebbe contento dell'odierna crisi culturale?
Maio fa dare questa risposta al perfido alfiere di Otello, Iago, contrapponendo con un ironico coup de théâtre(secondo il suo inconfondibile stile) il machiavellico Vilain elisa-bettiano al cialtronesco e simpatico Dottor Dulcamara, passando da Donizetti a Verdi e citando Hoffmann, Collodi e Shakespeare, con quella facilità a cui oramai siamo abituati. Nel tentativo di vendere al pubblico genovese il suo 'pregiato' Elisir smaschera i "colleghi" truffatori dell'era mediatica, lestofanti ben più pericolosi di quelli operistici. Ridicolizza i falsi valori di oggi da quello per qualche ragazza ingenua di essere velina in tv fino all'abbrutimento delle masse oramai rimbecillite dentro le sale da gioco che prosperano sempre più e dove la slot machine sembra diventato strumento di catarsi per la redenzione. Povero mondo di oggi! Questo vuol dire lo spettacolo riuscitissimo di Maio e se la gente lo ascolta come lo applaude, forse possiamo sperare in 2014 migliore.

Francesca Camponero

Ultima modifica il Venerdì, 20 Dicembre 2013 09:21

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.