martedì, 04 ottobre, 2022
Sei qui: Home / B / BOLOGNA FESTIVAL - con Jakub Józef Orliński

BOLOGNA FESTIVAL - con Jakub Józef Orliński

Jakub Józef Orliński, Bologna Festival. Foto Roberto Serra Jakub Józef Orliński, Bologna Festival. Foto Roberto Serra

Jakub Józef Orliński, controtenore
Ensemble Il Pomo d’Oro
Francesco Corti, clavicembalo, direttore
Lunedì 11 aprile, Basilica dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

www.Sipario.it, 18 aprile 2022

Come già da alcuni anni l’inizio del Bologna Festival è stato anticipato dal ciclo Carteggi Musicali, una sequenza di appuntamenti che si addentra nel pensiero e nell’interiorità di grandi compositori ed interpreti grazie a scritti e lettere che rivelano aspetti meno conosciuti della loro musica. In seguito all’appuntamento dedicato a Farinelli, il concerto Anima Aeterna, interpretato dal controtenore polacco Jakub Józef Orliński con l’ensemble Il Pomo D’Oro diretto da Francesco Corti, è stato un omaggio alle composizioni e allo stile del canto dei contraltisti coevi al famoso interprete italiano. Nella perfetta cornice della basilica dei santi Bartolomeo e Gaetano di Bologna il suono perfettamente ritmato della voce superbamente pulita di Jakub Józef Orliński, sottolineata dai musicisti dell’ensemble Il Pomo d'Oro, si snoda tra esplosioni di frenetico virtuosismo e ritmi giocosi sincopati grazie alla perfezione del legato e alla precisione della dizione. Il programma ha proposto musiche sacre e arie di oratori di Jan Dismas Zelenka, Georg Friedrich Haendel, Johann Joseph Fux e dei meno familiari Francisco António de Almeida, Davide Perez, Baldassarre Galuppi, Georg von Reutter e Gaetano Maria Schiassi. Orliński dipana le molteplici sfumature e i colori della musica sacra dell'epoca barocca con soave leggerezza e brio, con salti di ottava elettrizzanti, che esaltano la duttilità e la morbidezza della sua voce. La levità e la potenza della sua interpretazione sorprendono ad ogni brano, come nel mottetto di Zelenka ‘Barbara, dira, effera’, sfogo furioso in cui duetta con l’esuberante fagotto di Andrea Bressan, in contrasto col tono soave dell’aria ‘Non t'amo per il ciel’ di Fux. ‘Giusto Dio’ di Almeida, un appello orante dall’oratorio La Giuditta, consente ad Orliński di dimostrare al meglio il suo legato e mette in evidenza il registro di petto straordinariamente forte del controtenore. L’aria ‘A che si serbano’, dall’oratorio Maria Vergine del Calvario di Gaetano Maria Schiassi, ha una melodia dolce e malinconica con lunghe frasi ritmiche, salti drammatici e armonie stuggenti, rese con una lettura profondamente commovente. L'Alleluja in re minore di Haendel con un accompagnamento orchestrale virtuoso favorisce la prodigiosa abilità vocale del controtenore e culmina nel legato, che spicca per la sua eleganza. I due brani strumentali di Baldassarre Galuppi e Jan Dismas Zelenka evidenziano ulteriormente i musicisti de Il Pomo d'Oro, prodigiosamente dotati. Con questo prezioso concerto Bologna Festival ha portato al suo pubblico un ensemble e uno degli interpreti più attendibili del repertorio canoro barocco.

Giulia Clai

Ultima modifica il Sabato, 23 Aprile 2022 08:56

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.