sabato, 23 ottobre, 2021
Sei qui: Home / A / AVION TRAVEL IN CONCERTO con Peppe Servillo

AVION TRAVEL IN CONCERTO con Peppe Servillo

Avion Travel con Peppe Servillo. Foto Francesco Bettin Avion Travel con Peppe Servillo. Foto Francesco Bettin

OPPLA’ TOUR 2021
Con Peppe Servillo, voce, Mimì Ciaramella batteria, Ferruccio Spinetti contrabbasso,
Peppe D’Argenzio sax, Duilio Galioto piano e tastiere

Festival delle Abbazie 2021
Abbazia di Santa Maria del Pero, Monastier di Treviso, 12 giugno 2021

www.Sipario.it, 6 giugno 2021

I numerosi virtuosismi ai quali la Piccola Orchestra Avion Travel ha abituato il pubblico in 40 anni di carriera sono giustamente concretizzati, e diventano caleidoscopi di mondi delle più raffinate sette note nel loro portare musica in giro , anche in questo periodo di date in presenza, nel ritorno graduale alla vita, sintetizzato nell’ “Opplà Tour”, richiamando il titolo tra l’altro di un album uscito nel 1993 e molto apprezzato sia dal pubblico che dalla critica specializzata. Eccoli dunque, i cinque musicisti ripercorrere una parte della loro strada in questo caso specifico in un adeguato scenario, l’Abbazia di Santa Maria del Pero a Monastier, terra trevigiana, nel Festival delle Abbazie. E’ un’occasione per poter ripercorrere assieme a loro un cammino musicale fatto con tanto di testi arguti e fascinosamente ammalianti, poetiche personali e di gruppo narrate per un romanzo, anzi più romanzi, del vissuto e allo stesso tempo del fantastico di cui ognuno probabilmente ha un certo bisogno. Gli Avion Travel sono maestri acclarati, oltre alla musica composta, anche se analizziamo le parole, con brani che liberano note jazz, pop e non solo, regalando così ai loro estimatori e a chi li ascolta preziosi momenti di sogno, visioni extra di amanti, fratelli, personaggi vari che tra la folla del nostro tempo si fanno strada e largo. Non si riesce certo a rimaner indifferenti e lontani dai suoni pizzicati, ad esempio da Ferruccio Spinetti e dal suo contrabbasso, o dai ritmi cadenzati e sempre ottimi di Mimì Ciaramella con la sua batteria, perché sono un tutt’uno con la voce di Peppe Servillo, frontman del gruppo e a sua volta uomo di squadra come pochi. Tutto funziona con meticolosità e grande professionismo, come sempre ogni volta che la band casertana dal vasto repertorio si esibisce, la dimensione che si incontra in ascolto delle canzoni è di sciccheria e squisitezza che si tocca con mano. Ai tre si aggiungono , proprio come squadra per quel lavoro ottimale citato prima, Peppe D’Argenzio, sassofono, oboe, fiati, ecco, che orchestra con sapiente lavoro, e Duilio Galioto, tastiere, chitarre, l’ultimo elemento di entrata nella formazione (2017), arricchitore anch’egli, spronante musicista eclettico e di grande scuola. I brani della scaletta arrivano proprio da “Opplà” ma anche da altri album come “Cirano” e come lo stesso Peppe Servillo precisa quella cantato in questo tour è una selezione di brani molto singolari, che comunque fanno l’effetto di grande suggestione che hanno le sette note, insieme alle parole, a poter provocare godimento nell’essere umano attento e informato, appassionato di cose belle, se non altro. Le canzoni sfilano via via imperterrite in una serata dove seduzione fa rima con, appunto, bellezza, e dove si narrano storie e misfatti molteplici, svariati, a cominciare da “Via delle Indie”, “Sogno biondo”, “Scherzi di affitto”, “La conversazione”, passando all’ironia di “Orlando curioso”, “Cirano”, “Cose nuove” o “La famiglia”. I duetti tra i diretti componenti ci sono, eccome, e sono altri momenti di gloria affinati, come nell’intro ad “Aria di te”, che subito, d’impeto, fa tornare alla mente quanto manca (a tutto l’universo musicale) Fausto Mesolella, che comunque, passi la retorica inevitabile, pare essere lì sul palco e partecipare coi compagni a quella festa. Che continua con “Abbassando”, la vincitrice del Festival di Sanremo 2000 “Sentimento” e “Belle caviglie”. Storie a volte intime altre più spregiudicate, che nei bis ritornano con “Il fiume”, la loro ultima incisione, la ninna nanna “Dormi e sogna”, “Cuore grammatico” e “Comico”. Siamo alle prese con un lento ritorno alla normalità, quella che tutti van cercando e sperando, i musicisti hanno dato il loro apporto, con un’evento dove rarefazione e realtà umana universale si incontrano, e sia gli Avion che il loro pubblico stasera realizzano quella sana voglia di trasmissione reciproca, dove tra musica e spettatori vige un caloroso abbraccio. La bella serata è conclusa, tutti ringraziano tutti, sono quei momenti che si vorrebbe poter fermare, ma che il senso del nuovo che accadrà ci impone di proseguire, e di dar loro un piccolo grande posto nel cuore. Un piccolo grande luogo per la Piccola grande Orchestra Avion Travel.

Francesco Bettin

Ultima modifica il Mercoledì, 16 Giugno 2021 11:34

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.