sabato, 14 dicembre, 2019
Sei qui: Home / Teatro / Teatranti – Attori, autori, registi nel ‘900 di Vincenzo Bonaventura

Teatranti – Attori, autori, registi nel ‘900 di Vincenzo Bonaventura

Teatranti – Attori, autori, registi nel ‘900 di Vincenzo BonaventuraVincenzo Bonaventura
TEATRANTI - ATTORI, AUTORI, REGISTI DEL '900
Pungitopo editrice, 2013, 15,00 euro, pp. 271

Una raccolta di “pezzi” dedicati a celebrità teatrali nazionali e internazionali pubblicati nel corso del tempo sulla «Gazzetta del Sud» sono un omaggio di tutto rispetto a personaggi che hanno lasciato un segno, spesso indelebile, nella storia del teatro non solo italiano, ma anche mondiale. È questo il senso del volume firmato da Vincenzo Bonaventura, che della «Gazzetta del Sud» è stato critico teatrale per oltre trent’anni. Guardando a ritroso nella sua lunga attività e nella vasta scelta di recensioni, è stata sua cura selezionarne alcune di particolare significato dedicate ad attori, autori e registi il cui nome fa tuttora vibrare le corde anche delle giovani generazioni. I testi prescelti, però, non sono riproposti nella loro versione originale, bensì sottoposti, come precisa lo stesso autore, «ad un certo ammodernamento o ristrutturazione dei singoli capitoli, aggiungendo concetti e circostanze grazie ad uno spazio maggiore di quello ristretto di una pagina di giornale».
 

La maggior parte degli articoli è stato a suo tempo concepito e pubblicato in ricorrenze particolari. A volte è la morte dell’artista, sia esso attore, autore o regista, a spingere Vincenzo Bonaventura a ricordarlo, come nel caso di Julian Beck, mitico fondatore del Living Theatre, di Samuel Beckett, di Jean Genet, di Eduardo De Filippo, di Lilla Brignone, di Paola Borboni, di Eugène Jonesco, di Alberto Moravia, di Salvo Randone, di Enrico Maria Salerno, di Stefano Satta Flores, di Giovanni Testori, mentre Gabriele D’Annunzio è oggetto di un articolo in occasione del cinquantesimo anniversario della sua scomparsa. Altre ricorrenze, non solo luttuose, sono motivo di scrittura per Vincenzo Bonaventura: di Dario Fo viene celebrato il conferimento del Nobel, Konstantin Sergeevic Stanislavskij viene commemorato in concomitanza con il  centenario della nascita del Teatro d’Arte di Mosca, mentre  la pubblicazione del volume Aroldo Tieri, 50 anni di teatro offre lo spunto per redigere un breve saggio su di lui.
 

Da non trascurare poi, le “occasioni siciliane”, particolarmente care all’autore. La messa in scena a Messina di Improvvisamente l’estate scorsa con Rossella Falk nel 2005 non può certo passare inosservata, così come alcuni eventi di spicco a Taormina Arte: la prima del Sogno di una notte di mezza estate di Jérôme Savary nel 1990, le ripetute presenze taorminesi del regista russo Anatolij Vasiliev tra 1989 ed il 1994, la mostra fotografica dedicata a Giorgio Strehler nel 2007, il cui catalogo riporta uno scritto firmato da Bonaventura. 
 

Un altro nutrito gruppo di presenze siciliane viene ricordato in Teatranti: Biagio Belfiore, mancato nel 1998, Giuseppe Fava, ucciso dalla mafia a Catania nel 1984, Beniamino Joppolo, di cui si ricorda la pubblicazione del primo volume del Teatro, Spiro Scimone e Francesco Sframeli, in occasione di uno dei periodici ritorni dei due artisti sui palcoscenici della loro Messina nel 2005. Un’unica intervista, quella a Luigi Squarzina, corona la raccolta perché racconta in breve quarant’anni di teatro. Per concludere un pensiero rivolto a due teatri: il Piccolo Teatro di Milano e lo Stabile di Catania, “un palcoscenico dal cuore siciliano”, laddove “palcoscenico terapeutico” è definito lo psicodramma, che assolve ad una delle funzioni liberatorie del teatro ed è l’ultima delle recensioni riportate nell’ampia panoramica.

Myriam Mantegazza

Ultima modifica il Mercoledì, 28 Agosto 2013 18:12
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.