venerdì, 24 gennaio, 2020
Sei qui: Home / Teatro / L’anello stregato di Mozart - Divertissement di Maria Primerano

L’anello stregato di Mozart - Divertissement di Maria Primerano

L’anello stregato di Mozart - Divertissement di Maria PrimeranoMaria Primerano
L'ANELLO STREGATO DI MOZART - DIVERTISSEMENT
Tullio Pironti Editore, 2013, 15,00 euro, pp. 340

Mozart musicista, Mozart viaggiatore, Mozart acuto osservatore della realtà circostante, Mozart sboccato e scurrile commentatore, Mozart amico e frequentatore di personalità del suo tempo, Mozart fine umorista, Mozart consapevole del suo valore e della sua grandezza, tutto questo è al centro del volume di Maria Primerano dedicata al genio musicale settecentesco in un'opera a metà strada tra narrativa e saggistica. Ne emerge un quadro a tutto tondo del grande compositore, inserito in una coralità di situazioni e personaggi che offrono al lettore uno spaccato d'epoca di rara intensità, nonché una ricchezza di dettagli ed informazioni non solo sulla vita dell'artista, ma anche su quella dei suoi contemporanei.
Usi, costumi, descrizioni d'ambiente, resoconti sulla moda, sulle acconciature, sulla cultura, sulle pratiche sanitarie del tempo: nulla viene trascurato. Il backstage di un'epoca, dalla quale Mozart riceve il suo imprinting ed alla quale dà il suo imprinting, traspare dalle lettere scritte dai due Mozart, padre e figlio, in giro per l'Europa e dalle notazioni dell'autrice, che con competenza e sensibilità collega realtà multiformi con fili sottili a creare un arazzo di fascino straordinario. La varietà e la profondità dei temi trattati non potrà che sorprendere il lettore, sia questi già introdotto alla materia mozartiana ed alle vicende settecentesche oppure neofita di questo percorso.
Medico cardiologo dell'Azienda Ospedaliera di Catanzaro, oltre che pianista diplomata al Conservatorio di Reggio Calabria e giornalista di spettacolo e cultura, Maria Primerano sa trasmettere la sua grande passione per la musica ed in particolare per il genio di Salisburgo, in cui ha trovato conforto nei difficili momenti in cui il suo lavoro la metteva a contatto con situazioni di estrema gravità. L'opera, come è lei stessa a spiegare, è stata scritta proprio in ospedale, dove prestava servizio all'oncologico «nella terribile e opprimente angoscia di quando sarei stata chiamata in consulenza, nella consapevolezza di dover lacerare la mia anima al cospetto di malattie inesorabili e farla percuotere dalla sofferenza indicibile.»
Se è vero che la musica, e l'arte nel suo complesso, è una terapia, il libro L'anello stregato di Mozart ne è uno dei più fulgidi esempi, in quanto la sua stessa autrice si è inventata questo divertissement come «psicoterapia, antidoto all'angoscia e balsamo per la sopravvivenza, compiuto inabissandomi tra i fogli, ossia le lettere, e naufragando tra le carte, ossia le partiture di Mozart.»

Myriam Mantegazza

Ultima modifica il Venerdì, 24 Maggio 2013 17:01
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.