mercoledì, 11 dicembre, 2019
Sei qui: Home / Cinema / Commedia nell'Italia Contemporanea di Ilaria A. De Pascalis

Commedia nell'Italia Contemporanea di Ilaria A. De Pascalis

Commedia nell'Italia ContemporaneaIlaria A. De Pascalis
COMMEDIA NELL'ITALIA CONTEMPORANEA
Il Castoro, Milano, Euro 15.50, pp. 178

"Genere dalle forme molteplici" è la commedia italiana per Ilaria A. De Pascalis, struttura "ibrida" apprezzata dallo spettatore perché divertente, evasiva ma con un immaginario di difficile analisi se non "dal punto di vista delle problematiche individuali"
Con singolare profondità di scepsi critica ne esemplifica diversità di dinamiche sotto apparente normalità e convenzionale lieto fine, dapprima incrociando due film di Virzì, Ovosodo e My Name is Tanino, poi focalizzando modalità tematico-formali, per lo più legate a figure maschili adolescenti in edipiche rivolte nell'istituzione famiglia, con attenzione "al corpo e alla sessualità" e quel "desiderio omosociale maschile e rifiuto della normalità" particolarmente evidenti nei film di Gabriele Salvatores. D'altro canto, sul femminile, sono Caterina va in città e Pane e tulipani a campare testi esemplari per riscontrare, pur con differenze anche oppositive, "una traiettoria di elaborazione del sé". Altre due prospettive d'analisi si addentrano poi, da una parte nella commedia romantica esaminandone, soprattutto in Dopo mezzanotte e Agata e la tempesta problematiche e respiro di coppia, e dall'altra, picchiettando film di Verdone e Moretti, la forza graffiante del grottesco.
Può essere, invece, opinabile, saggio dopo saggio, la scelta delle otto commedie più significative, se non per il bandolo che le definisce, Fuga in Oriente (Mediterraneo), Camp e kisch (Tano da morire), Identità in transito (Figli di Annibale), Comicità e contaminazione (Chiedimi se sono felice), L'età dell'innocenza (Notte prima degli esami), Spazio postmoderno e soggetto mobile (Tutta la vita davanti), Paesaggio, meridionalismo e pittoresco (Basilicata coast to coast), Scrittura del desiderio e forma della "normalità" (Manuale d'amore 1, 2, 3).

Alberto Pesce

Ultima modifica il Sabato, 16 Marzo 2013 15:12
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.