domenica, 15 dicembre, 2019
Sei qui: Home / S / SUNSET BOULEVARD - regia Nikolai Foster

SUNSET BOULEVARD - regia Nikolai Foster

"Sunset Boulevard", regia Nikolai Foster "Sunset Boulevard", regia Nikolai Foster

musica di Andrew Lloyd Webber
libretto e liriche di Don Black
e Christopher Hampton
basato sul film di Billy Wilder
regia di Nikolai Foster
coreografie Lee Proud
con Ria Jones e Danny Mac
e con Molly Lynch, Dougy Carter, Carl Sanderson, Bernadette Bangura, Benjamin Chambers, Krisoffer Hellström, Simon Loughton, James Meunier, Gemma Naylor, Fiona O'Carroll, Joanna O'Hare, Jessica Paul, Sam Peggs, Tom Vincent, Barney Wilkinson, Matthew Barrow, Joanna Goodwin
scene Colin Richmond
direttore musicale Adrian Kirk
luci Ben Cracknell
suono Tom Marshall
video Douglas O'connell
casting director David Grindrod
produzione Curve Leicester
in collaborazione con Michael Harrison Entertainment e David Ian Productions
Trieste, Politeama Rossetti, Sala Bartoli, 21 marzo 2018

www.Sipario.it, 3 aprile 2018

Un musical ormai leggendario che Andrew Lloyd Webber ha tratto dal film Premio Oscar di Billy Wilder "Viale del tramonto". Un allestimento da sogno che parla proprio della macchina dei sogni, capace di evocare in ogni dettaglio nella sua grandiosità uno studio cinematografico... L'edizione originale londinese di "Sunset Boulevard" arriva a Trieste (in esclusiva nazionale come tappa dello UK Tour) per proseguire il percorso internazionale intrapreso da tempo dal Politeama Rossetti. Lo Stabile regionale si rivela, infatti, ancora una volta una preziosa vetrina di importanti produzioni e celebra il genio di uno dei più amati compositori contemporanei. Dopo Cats, Evita e Jesus Christ Superstar, la platea si immerge di nuovo nel cuore del West End ed assapora un autentico capolavoro, dove "libretto, musica e trama si intrecciano alla perfezione" (nelle parole dello stesso Webber). Il livello artistico dello spettacolo è davvero altissimo: orchestra dal vivo con 16 elementi che amplificano le emozioni, messinscena di notevole impatto visivo (5 Tir e 45 persone per montarla), costumi e parrucche realizzati rigorosamente a mano e un cast stellare di 20 interpreti.
Ad impersonare la diva del muto Norma Desmond è chiamata la gallese Ria Jones che ha sostituito con enorme consenso Glenn Close nell'edizione-evento del 2016. Già nel 1991 era stata chiamata dal compositore inglese a dar vita all'icona del muto che rifiuta l'avvento del sonoro e l'oblio al quale è stata relegata (mentre un tempo "i fans impazzivano per toccare la sua ombra"). Anche in Italia è stata accolta con standing ovation per la sua prova drammatica di rilievo nella sua allure superba e fragile e nel suo sofferto timbro sopranile. Il giovane e brillante tenore Danny Mac è invece lo squattrinato sceneggiatore Joe Gillis che racconta e invera un lungo e faticoso flashback per spiegare il suo tragico epilogo in piscina: dalle difficoltà a trovare un impiego nei brulicanti Studios della Paramount all'incontro con Betty Shaefer (Molly Linch), segretaria addetta alla lettura dei copioni con velleità di scrittrice; dalla fuga ai creditori sul Sunset Boulevard al nascondiglio improvvisato nel garage della villa decadente di un'anziana signora che "profumava di rose avvizzite"... è tutto un continuo e rutilante cambio di immagini che ritrae in modo filmico ambienti e atmosfere (dall'automobile che si muove in scena, all'uso dei riflettori, ai "segni" sul pavimento). Una storia dal fascino noir, ancora attuale, con dialoghi trasformati in sofisticate canzoni che riflette su temi forti e pulsanti: il trascolorare della fama e della giovinezza, la nostalgia per il cinema degli anni '30 ("Once upon a time"; "New ways to dream") e l'avvento della cinematografia di massa, il bisogno d'amore, vita reale e fiction. I personaggi che la animano sono ricchi, stratificati, elementi carismatici del disegno registico polisemico ideato da Nikolai Forster. Sullo sfondo una Los Angeles cinica, dannata ed eccentrica ("Sunset Boulevard"), uno star system pieno di contraddizioni che si nutre di apparenze tra melodramma e champagne, dove tutti inseguono la gloria, lottando per emergere. Lo show è semplicemente esaltante ed entusiasma sotto ogni punto di vista. Un successo memorabile.

Elena Pousché

Ultima modifica il Martedì, 03 Aprile 2018 16:40

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088