venerdì, 18 ottobre, 2019
Sei qui: Home / G / GISELLE - coreografia Patrice Bart

GISELLE - coreografia Patrice Bart

Giselle Giselle Coreografia Patrice Bart

Musica di Adolphe Adam
Coreografia e impianto scenico Patrice Bart, Direttore David Garforth, Costumi Anna Anni
Svetlana Zakharova (30 giugno e 1 luglio), Maria Yakovleva (3 luglio) Olesya Novikova (8 e 10 luglio), Friedemann Vogel (30 giugno, 1 e 3 luglio), Leonid Sarafanov (8 e 10 luglio)
ORCHESTRA E CORPO DI BALLO DEL TEATRO DELL'OPERA
Allestimento del Teatro dell'Opera
Terme di Caracalla, dal 30 giugno al 10 luglio 2012

www.Sipario.it, 19 luglio 2012

Tra le antiche mura delle Terme di Caracalla prende vita una nuova forma del balletto classico Giselle. Per la prima del 30 giugno il personaggio di Giselle è stato interpretato dall'étoile Svetlana Zakharova in coppia con Friedmann Vogel. La coreografia è di Patrice Bart, il direttore è David Garforth. I costumi sono opera della grande maestria della costumista Anna Anni, scomparsa nel gennaio 2011, sono perfetti nel contesto antico di Caracalla, come schizzi di luce e colore fra le tinte neutre delle mura antiche. I costumi donano poesia al movimento dei corpi un gioco di veli molto leggeri. Magnificamente costruiti e preziosi appaiono i costumi del duca e di Bathilde. Un grande coinvolgimento interpretativo dei ballerini, unito alla padronanza del soggetto ha reso un ottima espressione dei sentimenti, che in alcuni momenti ha raggiunto punti di grande pathos e in particolare alla fine del primo atto quando Giselle muore di crepacuore, "elle aimait trop la danse, c'est ce qui l'à tue" come recita la poesia di Victor Hugo alla quale si ispira Gaultier per la scrittura del libretto. Il momento bucolico della festa contadina è stato perfettamente rappresentato dal corpo di ballo del teatro dell'opera. Mentre nel secondo atto, nel limbo delle villi, creature notturne della tradizione mitogica del nord europa, che all'albeggiare scompaiono e abbandonano gli amati al loro destino. Sul finale la simbiosi fra tra la Zakharova e Vogel sembra molto partecipata e la loro maestria tecnica rende la separazione finale estremamente coinvolgente.

Federica Sivieri

Ultima modifica il Lunedì, 22 Luglio 2013 07:56
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.