giovedì, 08 dicembre, 2022
Sei qui: Home / D / DUO - coreografia Malou Airaudo

DUO - coreografia Malou Airaudo

"DuO" - coreografia Malou Airaudo. Foto Gianluca Scaglione "DuO" - coreografia Malou Airaudo. Foto Gianluca Scaglione

coreografia Malou Airaudo

danzano Szu-Wei Wu, Denis "Kooné" Kuhnert

musiche "Common Tones In Simple Time" John Adams,
"Angkor Wat Theme"
Michael Galasso, 
"A Portagayola" Alberto Iglesias

Genova, sala Gustavo Modena, Teatro Archivolto 16 aprile 2014

www.Sipario.it, 17 aprile 2014

E' sempre il teatro Archivolto con il sostegno del Goethe Institut Genua a portare a Genova il Tanztheater, è questo e un grosso regalo per la città che ogni volta il suo gradimento lo dimostra con l'affluenza di pubblico agli spettacoli in programma. Mercoledì 16 aprile era in scena DuO, diretto da Malou Airaudo, una delle soliste più significative del nuovo Tanztheater di Wuppertal. La Airaudo incontrò Pina Baush a New York nel 1970 e dal 1973 in poi è diventata una delle soliste più significative del nuovo Tanztheater di Wuppertal. DuO è interpretato dalla danzatrice Szu-Wei Wu, che dal 2006 fa stabilmente parte della compagnia Tanztheater e da Denis 'Kooné' Kuhnert, uno dei più affermati interpreti di hip-hop e breakdance della scena internazionale. Una fusione del tutto particolare quella tra elementi provenienti dal teatro-danza di Pina Bausch e la danza nata sulla strada, che però apportano uno stile nuovo alla performance. Szu-Wei Wu è una splendida danzatrice di 30 anni (ma ne dimostra indubbiamente meno) che inizia la collaborazione con Malou Airaudo dal 2010 quando si esibisce nei suoi lavori Irgendwo e Der verlorene Drache, e il suo bagaglio di esperienza lo porta in scena in maniera mirabile adoperando corpo e volto per esprimere a pieno il significato di fondo di Duo che, come afferma la coreografa, ha l'intento di mettere insieme due mondi apparentemente lontani. E così in un palcoscenico spoglio dove a terra ci sono specchi d'acqua vera si affrontano la teatralità non verbale di forte impatto del teatro-danza "classico" con la spettacolarità delle evoluzioni acrobatiche della breakdance. Ma non è solo questo il confronto, attraverso la fisicità di un uomo ed una donna "diversi" c'è l'incontro d'amore di due individui che in un complesso nascere di emozioni, sensazioni, dettati prima dall'ardore giovanile e poi dal sopraggiungere del torpore della vecchiaia scelgono comunque di stare insieme. Il lavoro sull'assolo ruota attorno al concetto di acqua e pietre ed è proprio la combinazione di questi due elementi che hanno condotto la coreografa all'idea, o meglio, alla necessità di avere in scena una donna accanto all'interprete maschile. Acqua vuol dire vita, mentre le pietre, hanno significato arcano di presentimento. Tutto ciò è l'essenza della performance che si snoda intorno a questi elementi primordiali e naturali. Ottimi i due interpreti, a tratti però stanco l'effetto generale che sembra trascinarsi un po' a fatica verso la parte conclusiva.

Francesca Camponero

Ultima modifica il Sabato, 26 Aprile 2014 20:58

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.