mercoledì, 12 agosto, 2020
Sei qui: Home / B / BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO (LA) - coreografia Rudolf Nureyev

BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO (LA) - coreografia Rudolf Nureyev

La bella addormentata nel bosco La bella addormentata nel bosco Coreografia Rudolf Nureyev

Balletto in un prologo e tre atti dalla fiaba "La belle au bois dormant" di Charles Perrault
Libretto di M. Petipa e I.A. Vsevolozkij
coreografia e regia: Rudolf Nureyev
coreografia ripresa da Aleth Francillon
musica: Pëtr Ilic Cajkovskij
direttore: David Coleman
scene e costumi: Franca Squarciapino
con Svetlana Zakharova / Marta Romagna / Sophie Sarrote / Gilda Gelati, Denis Matvienko / Guillame Côté / Massimo Garon / Leonid Sarafanov
Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro alla Scala
Milano, Teatro alla Scala, dal 12 al 24 maggio 2007

Avvenire, 15 maggio 2007
Nureyev rivive alla Scala con Svetlana

È Svetlana Zakharova, la star più contesa del momento - la si era appena vista col Bolscioi ne La Fille du Pharaon - che risplende ed è il perno di La Bella addormentata nel bosco riapparsa alla Scala. Balletto che continua a godere di grande popolarità, punto d'arrivo assoluto nella graduatoria dei balletti ciaikovskiani, e però fra i più ardui da eseguire. E tanto più in questa versione di Rudolph Nureyev che continua a essere la più favorita.
Una versione, in verità, che oggi anch'essa comincia a risultare un po' «fané», concepita secondo il grande gusto inglese degli anni 60 e tenendo presente la lezione del Kirov. Un balletto molto curato nei dettagli e però giustamente alleggerito nel «divertissement» da inutili folclorismi, dove il ruolo del principe acquista maggiore rilevanza. Un balletto di segno fastoso che tende al kolossal tra un barocco alla Versailles e un Settecento galante alla Watteau, tutto uno sfolgorio di luci, stucchi e gioielli, un palazzo degli incanti e un labirinto di Armida (anche se unica è la scena per i tre lunghi atti) dove tutto accade come se si volesse tornare indietro nel tempo, nella reggia dello Zar quando il lavoro (1890) fu concepito dal grande Petipa.
Tutto infatti ha un piglio imperiale, nella ricchezza policroma delle stoffe e del tulle (costumi di Vera Squarciapino, è sua pure la scenografia) anche nel risentire il cattivo gusto senza per altro caderci proprio dentro come la coreografia di Nureyev con tutti i suoi preziosismi, le sue complicazioni, le sue sfide estreme all'accademia. Dove ognuno, corpo di ballo compreso, si deve impegnare a fondo. Un cammino insomma difficile anche per la bella squadra scaligera non tutta proprio all'altezza del compito. Ma a salvare la serata e a renderla naturalmente bella è la Zakharova, pure se per lei la prova è ardua e in qualche momento ci si accorge. Come nel gran «pas de deux», finale danzato con il biondo, sicuro e ineccepibile Denis Matvienko. Perfetta tuttavia nel famoso «Adagio della rosa» dove eccelle per tecnica superlativa. È trionfo per i due protagonisti. Successo per tutti. Al podio il maestro David Coleman.

Domenico Rigotti

Ultima modifica il Martedì, 16 Luglio 2013 05:22
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.