martedì, 15 ottobre, 2019
Sei qui: Home / B / BLAZE - coreografia varie

BLAZE - coreografia varie

Blaze Blaze Coreografia varie. Foto John Beckers

regia di Anthony van Laast
coreografie di Chris Baldock, Ryan Chappell, Mike Song, Lyle Beniga, Kenny Warmald
Scene: Es Devlin
light design Patrick Woodroffe e Adam Bassett; video proiezioni Memo Akten e Robin McNicholas
Musiche: a cura di DJ Walde che mixa i ritmi pulsanti delle hit di Kanye West, Lady Gaga, David Guetta, Snoop Dogg, Michael Jackson e molti altri
Produzione: tour italiano a cura di ATER - Associazione Teatrale Emilia Romagna
Trieste, Politeama Rossetti 17 febbraio 2012

www.Sipario.it, 9 marzo 2012

Scatenati, ironici, curiosi i dodici ballerini di "Blaze. The show" dovrebbero regalare – come promesso nella pubblicità - un effetto corroborante alla stregua di una bibita multivitaminica. Irriverenti nei loro abiti casuali, in realtà pensati ad hoc da Ryan Chappell per ognuno di loro per creare un personaggio-tipo, facilmente identificabile dall'aspetto e dallo styling, sono l'espressione di quello che oggi significa street dance, arte che parte dalla strada. Scelti fra oltre 400 aspiranti dopo durissime selezioni sono impegnati in un breve tour italiano, per toccare poi Germania, Paesi Bassi, Francia, Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa. Hanno offerto un'occasione teatrale per conoscere nel dettaglio i movimenti che caratterizzano questo genere: battles, popping, locking, freeze, swipe e airflare. Un mix singolare di breakdance, hip-hop e funk a riflettere la tendenze contemporanee della danza più libera ed acrobatica.

Lo spettacolo porta la firma registica del famoso coreografo del West End londinese Anthony van Laast (Mamma mia!, Sister Act, Batman Live) che assembla altresì i disegni coreografici di altri sei big del settore: Ryan Chappell, Tommy Franzén, Lyle Beniga, Mike Song, Chris Baldock e Kenny Wormald.

Il caos e la mutevolezza del mondo odierno, l'entusiasmo e il disincanto, l'utopia e la realtà si riflettono nell'estro dei performers che si abbandonano senza freni al ritmo pulsante delle musiche curate dal Dj Walde (che non comprendono purtroppo tante hit della dance annunciate dalle locandine). Le mosse di Angelo Pardo, Carlos Neto, Anthony Hutchinson, Kofi Mingo, Jomecia Oosterwolde, Kendra Horsburgh, Kayla Lomas-Kirton, Marion Gallet, Sarah Hammerschmidt e dei breakers Raymond Truijen, Virgil Dey e Gaetan Rodrigue Alin sembrano anche incalzate dalle videoproiezioni di sapore psichedelico di Robin McNicholas e Mehmet, in una scenografia comunque al di sotto delle aspettative. L'effetto raggiunto, infatti, è quello di trovarsi in un'atmosfera ibrida, un po' da megadiscoteca un po' da concerto pop dove le coreografie si rivelano subito come dei disegni casuali in divenire: si trasformano e si rinnovano dopo ogni serata, rendendo le esibizioni molto mutevoli. Nel complesso lo show, per altro molto breve, si lascia guardare ma non coinvolge eccessivamente lo spettatore. "L'energia sufficiente a illuminare una piccola città belga", come recitava il Financial Times nel recensire "Blaze", appare un po' spenta.

Elena Pousché

Ultima modifica il Lunedì, 04 Marzo 2013 08:52
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.