lunedì, 23 settembre, 2019
Sei qui: Home / Recensioni / CINEMA / (CINEMA) - "Toy Story 4" di Josh Cooley. L'identità di un giocattolo

(CINEMA) - "Toy Story 4" di Josh Cooley. L'identità di un giocattolo

"Toy Story 4" di Josh Cooley "Toy Story 4" di Josh Cooley

Toy Story 4
di Josh Cooley
Con Tom Hanks, Tim Allen, Annie Potts, Joan Cusack,
Keanu Reeves, Christina Hendricks

USA, 2019

L'identità di un giocattolo
Nucleo tematico portante di questo nuovo capitolo del franchise è l'ideale di fedeltà e lealtà che i giocattoli nutrono nei confronti del loro bambino, che amano e proteggono coraggiosamente come cavalieri invisibili. Il ciclo della vita scorre e dentro di sé sono tristemente consapevoli di essere destinati un giorno a venir dimenticati da quel loro adorato bambino ormai troppo cresciuto; ma loro non dimenticano e, anche se buttati o regalati a qualcun altro, una parte del loro cuore sarà sempre con quel bambino. Come Woody con Andy, nonostante il grande affetto per Bonnie, la bambina a cui i nostri amici giocattoli erano stati donati in Toy Story 3.
Questo sentimento di nostalgia per il passato viene ulteriormente esplorato e trattato attraverso la figura dei "giocattoli smarriti". Non appartengono ad alcun bambino e vagano nel mondo come zingari o circensi. I sentimenti di incertezza e precarietà del sogno d'amore di ogni giocattolo sviluppano reazioni e stili di vita molto differenti: mentre per la maggior parte dei giocattoli il mondo continua a ruotare intorno al loro bambino o al desiderio di averne uno, pochi altri si proteggono emotivamente dal dolore rinunciandovi e vivendo intensamente un desiderio di libertà prima ignoto. Come giudicare quale sia la scelta più giusta? Probabilmente sarà quella che renderà felice il singolo giocattolo, quella suggeritagli dal suo cuore e dalla sua voce interiore, la coscienza.
Suggestive e dal forte valore simbolico sono le location principali: il negozio di antiquariato, un luogo buio e decadente, dall'atmosfera gotica, abitato da inquietanti bambole che alludono esplicitamente al cinema horror (gli automi dei film di Dario Argento, Chucky, Annabelle); il luna park, con la sua bellezza splendente e fiabesca, luogo di libertà in cui danzare tra le stelle di una promessa di un futuro felice. Risuona infatti il motto di Buzz Lightyear: "Verso l'infinito e oltre", che mai quanto adesso suona come un'apertura a nuovi orizzonti e prospettive. Importante il ritorno del personaggio di Bo Peep, bella e ribelle, una sorta di Esmeralda dei giocattoli, che impersonifica un nuovo modo di vivere e sentire.
Anche nuovi personaggi esilaranti ci attendono: primo fra tutti Forky, il giocattolo nato dalla spazzatura; i peluche Ducky e Bunny; l'atletico e affascinante Duke Caboom; la perturbante e ambigua dolce Gabby Gabby, ispirata alle bambole anni '50 e '60. La colonna sonora include canzoni originali dai testi belli e significativi, in particolare Non permetto, interpretata da Riccardo Cocciante (a cui sono affidate molte canzoni della versione italiana del film, fra cui nuovamente Hai un amico in me), riferita ai continui salvataggi di Forky da parte di Woody. Il nuovo giocattolo è convinto di essere spazzatura e il suo istinto lo riporta ossessivamente da questa, una metafora molto toccante della solitudine esistenziale e della mancanza di fiducia in se stessi.
In Toy Story 4 il divertimento è assicurato, grazie a una sceneggiatura esilarante e dallo humour travolgente, ma anche la riflessività e la dolcezza della toccante emotività dei personaggi non vengono mai meno fortunatamente, costituendo un ottimo equilibrio tra comicità e malinconia.

Corinne Vosa

Ultima modifica il Venerdì, 28 Giugno 2019 06:16

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.