venerdì, 05 giugno, 2020
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / Augusto Bianchi, addio! Abbiamo perso un amico e un autore di qualità. - di Mario Mattia Giorgetti

Augusto Bianchi, addio! Abbiamo perso un amico e un autore di qualità. - di Mario Mattia Giorgetti

Augusto Bianchi Rizzi Augusto Bianchi Rizzi

Augusto Bianchi, avvocato e drammaturgo, attore, scrittore di romanzi e animatore generoso dei "Giovedì culturali" nella sua abitazione di corso Venezia, a Milano, per un male incurabile ci ha lasciato. Con lui se ne va un personaggio che ha animato la città di Milano con tanti eventi culturali.
Con Augusto eravamo legati da antica amicizia, e non mancava occasione per salutarci come voleva lui con "baci rossi".
Ci sentivamo sovente anche per la sua prossima commedia "Rossi di sera", vincitore del nostro Premio Autori Italiani, leggibile nella nostra sezione Sipario Bis e di prossima pubblicazione.
L'ultimo suo messaggio ce lo ha inviato il 4 di settembre 2014 per segnalarci, tanto forte era il nostro legame, la recensione di "Tre storie quasi d'amore", uscita sul periodico "Domenicale" del quotidiano "24 0re", e per farci i complimenti sulle note scritte sul nostro portale, riguardanti la cultura nella città di Pechino, o Beijing che dir si voglia; e noi lo cercavamo per avere notizie sul suo prossimo debutto, il 27 gennaio 2015, al Teatro dei Filodrammatici di Milano, spettacolo tratto da una riduzione teatrale del romanzo "AlbaNaia", giunta alla quarta edizione e della quale sono state vendute molte copie.
Infaticabile, come se sentisse che l'esistenza gli scappasse via, riusciva a trovare il tempo, fra una causa e l'altra, tra un "giovedì" e l'altro a scrivere romanzi e opere teatrali; e noi lo abbiamo seguito pubblicando i suoi testi; tra i tanti ricordiamo "Veronica ha bruciato la torta", "Un uomo solo al comando", opere cariche di contenuti sociali e con una drammaturgia ben strutturata carica di ironia, come era lui nella vita; come lo vedevi nelle serate dei "Giovedì", lì, piantato all'ingresso della porta di casa, ad accogliere, alle 20,30 in punto, i numerosissimi ospiti della Milano che conta. Li accompagnava lui stesso nelle varie sale che faceva trovare sempre imbandite con amore e ricche di cibi. E al termine delle cene, da intellettuale raffinato, da uomo impegnato,faceva trovare agli ospiti sempre qualche novità: o di teatro, o di musica, o un incontro con qualche personaggio politico importante. Incontri che venivano realizzati nel grande corridoio dell'ingresso e dove ognuno doveva portarsi la sedia per assistere ciò che accadeva sulla minuta pedanina collocata sul fondo.
Molti gli devono qualcosa, poiché Augusto Bianchi è stato un uomo che ha dato molto.
Addio, Augusto, di nome e di fatto.

Augusto Bianchi nella CYCLOPEDIA 

Ultima modifica il Giovedì, 30 Ottobre 2014 16:22

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.