mercoledì, 08 luglio, 2020
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / (Recensione) "Falcone e Borsellino ovvero il muro dei martiri" di Antonio Fortunato. -di Pierluigi Pietricola

(Recensione) "Falcone e Borsellino ovvero il muro dei martiri" di Antonio Fortunato. -di Pierluigi Pietricola

"Falcone e Borsellino ovvero il muro dei martiri", di Antonio Fortunato "Falcone e Borsellino ovvero il muro dei martiri", di Antonio Fortunato

Difficile immaginare una realtà che travalichi quello che la creazione artistica ha inventato per il godimento intellettuale di un pubblico. Non a caso Aristotele, nella Poetica, parlò di verosimiglianza per ciò che vediamo accadere su un palcoscenico. Né realtà, né menzogna. Un fatto che diviene possibilità pura, che in potenza potrebbe accadere come anche non accadere.
Il 23 Maggio del 1992, con sorpresa e sgomento di tutti, Aristotele è stato non solo disatteso, ma tradito. Quando l’attentato di Capaci uccise il giudice Falcone con gli uomini della sua scorta: quando pochi giorni dopo anche il giudice Borsellino fu vittima degli stessi carnefici: quando tutto questo accadde, sotto gli occhi increduli di uomini ed istituzioni, in quei precisi istanti è come se la realtà, il mondo, la quotidianità degli uomini, cullata in modo da permettersi anche di apparire annoiata e stinta nella sua abituale normalità; in quegli istanti precisi il tempo e il mondo ai più noto smisero di correre: l’andamento lento e bigio delle nostre vite subì un contraccolpo. D’improvviso ci si rese conto che nulla è scontato, niente è normale come lo si crede. Dietro l’angolo può esservi una minaccia qualsiasi pronta ad aggredire, soffocare e uccidere pur di rivendicare la sua esistenza e lasciarci sgomenti.
L’uccisione di Falcone e Borsellino non fu solo un attentato gravissimo della mafia a uomini delle istituzioni che assursero a simbolo della legalità e della difesa dei diritti ben prima di quello che loro accadde. Quegli eventi avrebbero potuto costituire l’occasione per riflettere sul senso della parola impegno da parte di uomini di legge, intellettuali, artisti e cittadini. Alcuni colsero l’occasione per farlo, altri continuarono a vivere fingendo una normalità incredula agli occhi di tutti.
Lo spettacolo Falcone e Borsellino ovvero il muro dei martiri del compositore Antonio Fortunato, cerca di riflettere sulla sospensione della normalità che seguì ai due storici, tragici e gravissimi attentati mafiosi. A musiche dalle melodie uniformi ma dalle cupe sonorità, si alternano le parti recitate dei protagonisti, Falcone e Borsellino. I quali, anime distanti dai loro corpi, divengono testimoni di quanto accadde loro. Spiriti che convivono con una realtà dura, in un immaginario andirivieni fra passato e presente, ricucito attraverso le loro narrazioni. A far da collante a tutto, le musiche e le vocalità buie, decise, sinistre di Fortunato.
Al centro della scena: uno schermo sul quale vengono proiettati filmati d’epoca di quelle stragi. La realtà che s’innesta nella fantasia, la quale divenendo creazione le conferisce chiarezza e non le consente di cadere nelle oscurità dell’oblio.
Uno spettacolo indubbiamente bello, che ci obbliga a tornare a chiederci, ciascuno per proprio conto: cosa vuol dire impegnarsi per il bene di tutti? Aver cura del prossimo e del luogo in cui viviamo. Ciò che per troppi anni è mancato e che Fortunato, con il suo spettacolo, ci invita a recuperare.

Pierluigi Pietricola

L’Ente Luglio Musicale Trapanese - Teatro di Tradizione presentano
Falcone e Borsellino ovvero il muro dei martiri
di Antonio Fortunato
Libretto di Gaspare Miraglia
Con Edoardo Siravo e Claudio Lardo
Clara Polito, Luca Bruno, Francesco Palmieri
L’ orchestra è diretta dal M° Elio Orciuolo
Il Coro dell’Ente Luglio Musicale Trapanese è preparato da Fabio Modica e il Coro di Voci Bianche “Carpe Diem” da Roberta Caly.
Regia di Maria Paola Viano
Scene e costumi di Antonella Conte

Ultima modifica il Lunedì, 25 Maggio 2020 12:16

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.