domenica, 14 luglio, 2024
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / Non categorizzato
Non categorizzato

Non categorizzato (347)

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Cristiano Cremonini
Tenore

Nato a Bologna nel 1974, ha studiato canto con Angelo Bertacchi. Dopo il debutto all’età di 21 anni in Don Carlo al Teatro Sociale di Mantova, inizialmente si è dedicato all’opera del Settecento, debuttando i ruoli protagonistici in opere come Il filosofo di campagna di Galuppi (Belluno), Il matrimonio segreto, Così fan tutte, Il barbiere di Siviglia, Don Pasquale. Ha poi cantato in Pagliacci (Arlecchino) a Firenze, L'amico Fritz (Federico) al Teatro Carlo Felice di Genova, La vedova allegra (Camille de Rossillon) al Teatro Stabile di Bolzano, nonché al Teatro Nuovo e al Teatro Nazionale di Milano, all'Europauditorium di Bologna, al Teatro Rendano di Cosenza, ad Adria e ad Udine. Ha preso parte con successo, interpretandone i ruoli protagonistici, alle prime esecuzioni in tempi moderni dell’Italiana in Algeri di Mosca al Teatro Rossini di Lugo (novembre 1998), dell’oratorio Il martirio di San Valentino di Giacomo Puccini Senior e dello Sposo burlato di Piccinni, messo in scena al Palazzo Reale di Portici in occasione delle celebrazioni per il bicentenario della morte del compositore. Ha cantato il ruolo principale di Beppe nella Rita di Donizetti nel corso di una tournée in Spagna. Nel giugno 2000 crea le parti del Pittore e dello Scrittore alla prima rappresentazione assoluta dell’opera Lucida degli specchi di Roberto Solci al Teatro dei Differenti di Barga, ripresa in seguito al Teatro del Giglio di Lucca. Ha interpretato il ruolo di Rodolfo nella Bohème di Puccini allo Stadttheater di San Gallo (ruolo in cui ha anche esordito sul palcoscenico del Teatro Comunale di Modena); di Arturo in Lucia di Lammermoor al Teatro Regio di Parma, al Teatro Municipale di Piacenza ed al Teatro Bellini di Catania e all’Opernhaus di Zurigo con la regia di Robert Carsen e la direzione di Ralf Weikart; di Edmondo in Manon Lescaut al Festival Puccini di Torre del Lago. Oltre al debutto nella Notte di un nevrastenico e nei Due timidi di Rota al Teatro Sociale di Como e al Teatro Comunale di Treviso, si segnala in particolare quello in Les Dialogues des Carmélites di Poulenc con la regia di Alberto Fassini, come Chevalier de la Force, al Teatro Bellini di Catania. È tornato nei teatri del Circuito Lirico Lombardo per la Turandot (Pang) diretta da Massimo de Bernart, e ha preso parte ad una tournée As.Li.Co nelle principali città del nord Italia nelle vesti di Nemorino nella nuova produzione de L’elisir d’amore con la regia di Davide Livermore. A Massy e Vichy ha poi cantato Idomeneo (Arbace) con la regia di Pier Luigi Pizzi. Nel 2004 ha cantato in prima esecuzione in tempi moderni il ruolo protagonista nell’opera Re Enzo di Respighi. Dopo il debutto come Rinuccio in Gianni Schicchi a Forlì e a Friedberg con l’Orchestra Bruno Maderna, nel corso della stagione 2005-2006 ha cantato nella Traviata diretta da Daniele Gatti al Teatro Comunale di Bologna e al Teatro Valli di Reggio Emilia. È stato nuovamente Nemorino nella ripresa de L’elisir d’amore con la regia di Davide Livermore al Teatro Giordano di Foggia. Nel corso del 2006 è stato impegnato come Fenton nella produzione di Falstaff realizzata da As.Li.Co. per i teatri del Circuito Lirico Lombardo, il Teatro Alighieri di Ravenna e il Teatro del Giglio di Lucca. Ha inoltre cantato a Baden-Baden nell’Aida con la regia di Bob Wilson. Nel 2007 ha debuttato nel ruolo dell’Innocente in Boris Godunov al Teatro Comunale di Bologna, sotto la direzione di Daniele Gatti, per poi cantare I Puritani (Sir Bruno Roberton) al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles. Ha tenuto recital e concerti operistici all’Accademia di Santa Cecilia di Roma, al Comunale di Bologna, al Teatro La Pergola di Firenze, al Comunale di Modena, al fianco di artisti come Mirella Freni, Mariella Devia, Patrizia Ciofi, Nicolaj Ghiaurov, Leo Nucci. Ha cantato la Nona Sinfonia di Beethoven al Gran Teatro di Cordoba, il Requiem di Michael Haydn all’Aula Absidale S. Lucia di Bologna. Con l’Orchestra Haydn e l’Orchestra Filarmonica di Torino ha proposto un programma di canzoni napoletane. Nella passata stagione ha cantato Requiem di Verdi a Roma, ed ha lavorato a diverse produzioni tra cui la Turandot a Torre del Lago, Don Carlo inaugurale alla Scala di Milano sotto la direzione di Daniele Gatti, Ariadne auf Naxos, La Traviata e Lucrezia Borgia all’Opéra Royal de Wallonie di Liegi. Recentemente è stato in Tour con il Teatro alla Scala di Milano in Giappone con il Don Carlo. Nel 2009 ha preso parte all’allestimento de La Traviata al Teatro dell’Opera di Roma.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Nicoletta Curiel
Mezzosoprano

Diplomata in violoncello al Conservatorio di Trieste sotto la guida di Libero Lana, debutta come cantante alla Piccola Scala di Milano con Il Farnace di Vivaldi. Da quel momento ha frequentato i più importanti teatri italiani. Nel 1989 R. Muti la invita in diverse produzioni scaligere, alle quali va aggiunto il debutto al Bolshoj di Mosca con I Capuletti e i Montecchi di Bellini durante la tournée del Teatro alla Scala in Russia. La sua attività artistica l’ha portata a collaborare con direttori tra i quali: Abbado, Bartoletti, Bychkov, Chung, Fedoseev, Gavazzeni, Metha, Muti e Oren. Oltre al ritorno alla Teatro alla Scala con la direzione di R. Muti ne Lo frate ‘nnammurato di Pergolesi, particolare successo ha riscosso l’interpretazione di Hansel und Gretel alla Fenice di Venezia, dove è stata anche Cherubino nelle Nozze di Figaro. Ha interpretato Suzuki nella Madama Butterfly a Parigi sotto la regia di Wilson e la direzione di Chung. A Praga, in occasione del Festival Mozartiano, ha interpretato con successo il ruolo nella Clemenza di Tito ripreso poi al Teatro alla Scala. Ha inciso per le più importanti case discografiche titoli tra cui il Viaggio a Reims di Rossini con la direzione di Abbado alla guida dei Berliner Philharmoniker. Nel campo concertistico, ha tenuto recital con il pianista Bruno Canino. Vanno ricordati inoltre il Te Deum di Bruckner e la Messa dell’Incoronazione di Mozart all’Accademia di Santa Cecilia di Roma. La partecipazione all’inaugurazione del Maggio Musicale Fiorentino nel Moses und Aaron di Schoenberg diretta da Z. Metha e la Nona Sinfonia di Beethoven con Bychkov. Ha interpretato con grande successo il personaggio di Adalgisa nella Norma di Bellini in Francia e quello di Gertrude Stein nell’opera The Banquet di Marcello Panni a Genova, Firenze e Roma. Sotto la direzione di Z. Metha ha partecipato alla produzione delle Nozze di Figaro in Israele. Ha preso parte alla produzione di Aida alle Terme di Caracalla per la Stagione estiva 2010 del Teatro dell’Opera.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Nadia Vezzù
Soprano

Nata a Padova, si diploma in canto nella sua città presso il Conservatorio C. Pollini. Ha seguito dei corsi di perfezionamento con il soprano Mietta Sighele e il tenore Veriano Luchetti a Riva del Garda. Attualmente si sta perfezionando con la soprano Mirella Freni presso il CUBEC di Vignola (Modena). Dal 2001 ad oggi è vincitrice di numerosi concorsi internazionali tra i quali: Carlo Cossutta, 1° Premio; Rosetum, 1° Premio; Mario Basiola, 1° Premio; Riccardo Zandonai, 2° Premio; G. Masini – Credem, 2° Premio; Valsesia-Musica, 2° Premio; Pietro Mongini, 2° Premio; F.M. Martini di Lignano Sabbiadoro, 2° Premio; Marmande in Francia, 2° Premio; Vissi d'arte di Eboli, 3° Premio; AS.LI.CO. Da segnalare, inoltre, che è risultata finalista al Concorso “Viñas del Mar” nel 2004. Ha debuttato con l'AS.LI.CO. il ruolo di Alice in Falstaff di Verdi nei teatri di Como, Brescia, Cremona, Bergamo, Venezia; cui è seguto il ruolo di Tosca in Tosca a Verona; Giorgetta in Il Tabarro di Puccini a Fribourg (Svizzera), Morges, Vevey, Besançon (Francia) e il ruolo di Pauline in Polyeucte di Gounod al 30° Festival della Valle d'Itria di Martina Franca con la direzione del Maestro Manlio Benzi, opera registrata in CD live. Ancora Alice in Falstaff nel Landestheater di Salisburgo e infine il ruolo di Marina ne I Quattro Rusteghi di Wolf-Ferrari al Teatro La Fenice di Venezia. Il 3 febbraio 2005 ha preso parte al Giubileo di Mirella Freni nel 50° della sua carriera in un concerto al Teatro Comunale di Modena con la direzione del Maestro Aldo Sisillo. Svolge intensa attività concertistica. Nel repertorio sinfonico ha eseguito con orchestra il Requiem di Fauré, lo Stabat Mater di Pergolesi e il Gloria di Vivaldi, la Cantata di Mendelsshon Hor mein bitten per soprano, coro e organo e la Messa in la bemolle maggiore D 678 di Schubert; inoltre in prima esecuzione assoluta l'Oratorio San Omobono di Migliavacca con i Virtuosi Italiani e la Suite 1797 di Sofianopulo con l'Orchestra della Società Filarmonia diretta dal Maestro Barchi. Nel 2007 ha debuttato con grande successo il ruolo di Giorgetta ne Il Tabarro di Puccini al Teatro Comunale di Modena ottenendo il consenso unanime del pubblico. Ha interpretato lo stesso ruolo al Teatro Municipale di Piacenza e al Teatro Comunale di Ferrara riscontrando grande successo. Sempre nel 2007 ha debuttato in Tosca presso l'Arena Flegrea di Napoli con la direzione di Daniel Oren e nello stesso ruolo al Teatro Bellini di Catania diretta dal Maestro Stefano Ranzani, riscontrando unanimi successi. Nell’aprile 2010 è stata ospite del Teatro dell’Opera di Roma in Tosca.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Claudio Otelli
Baritono - Basso

Il repertorio del baritono austriaco comprende classico e lavori di opere contemporanee. E’ interessato al dramma come al musical. La collaborazione con Registi quali Nicolas Brieger, Klaus Michael Grüber, Alfred Kirchner, Johannes Schaaf, Adolf Dresen, Giancarlo del Monaco, Christof Nel, Nikolaus Lehnhoff, Peter Mussbach, Nicolas Joel, Harry Kupfer e David Pountney, così come con Direttori quali Riccardo Muti, Claudio Abbado, Pinchas Steinberg, Stefan Soltesz, Michael Gielen, Leopold Hager, Jeffrey Tate e Lothar Zagrosek ha avuto influenza sulla sua formazione. Dopo gli studi di canto al Conservatorio di Musica Viennese, inizia la sua carriere come membro dell’ensemble dell’Opera di Stato Viennese. Dal 1994 è stato invitato come artista freelance in importanti palcoscenici in Europa, in USA e in Giappone. Ha cantato all’Aalto Theater Essen come Conte ne Le nozze di Figaro, Marcello, Mandryka, Telramund e Gregor (Elegie für junge Liebende); alla Bavarian State Opera di Munaco e al Festival di Savonlinna in Oreste; alla Deutschen Oper di Berlino come Conte ne Le nozze di Figaro; alla Semper Opera di Dresda come Mandryka; alla State Opera Stuttgart come Count Tamare in Gezeichneten di Schreker; al Teatro alla Scala di Milano e al Théâtre du Capitole di Toulouse come Gunther; al Teatro Regio di Torino come Olivier; all’Opéra du Rhin Strassburg Amfortas; all’Opéra de Lyon come Don Pizarro; al Teatro San Carlo di Napoli come Herzog Blaubart; al Grand Théâtre di Ginevra nel ruolo principale in Galilée di Jarrell e come Dr. Falke; al Ruhrtriennale 2006 come Stolzius in Die Soldaten di Bernd Alois Zimmermann; allo Stadttheater di Berna come De Flores in Vipern di Christian Jost; al Theater Basel come Dr. Schön in Lulu e Siskov in Da una casa di morti; in una produzione di Tosca al Bregenz Festival come Scarpia e alla Leipzig Opera come Telramund. Per la Frankfurt Opera ha interpretato ruoli particolari: Siskov in Da una casa di morti di Janácek, Don Giovanni, Tonio in Pagliacci, Jochanaan, Cardillac, Scarpia e Ryuji in Das verratene Meer di Henze. Negli USA ha interpretato Jochanaan al Santa Fe Festival, Graf a Los Angeles e al Lincoln Center di New York. Ha fatto il suo debutto giapponese come Ramiro in L’heure espagnol al New National Theatre di Tokyo, dove ha anche interpretato Dr. Schön e Sharpless. Alla Tokyo Santori Hall, è stato cantante ospite come Ryuji in una rappresentazione in forma di concerto di Das verratene Meer di Janácek.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Carlo Guelfi
Baritono

Nato a Roma, ha studiato canto con lo zio paterno Renato Guelfi. Nel 1983 risulta vincitore del Concorso Internazionale “Aureliano Pertile”. Da allora ha iniziato un’intensa e brillante carriera che lo ha portato a collaborare con i maggiori teatri del mondo fra i quali Teatro alla Scala (La Gioconda, Tosca, Adriana Lecouvreur), Teatro dell’Opera di Roma (Il Principe Felice, Aida), Teatro Comunale di Firenze (Un ballo in maschera, La fanciulla del West, Aida, La traviata, Cavalleria rusticana, Pagliacci), Teatro Comunale di Bologna (Otello), Teatro Carlo Felice di Genova (La Gioconda, Macbeth, Andrea Chénier), Teatro La Fenice di Venezia (Rigoletto, Aida, Maria di Rohan, Samson et Dalila, Simon Boccanegra), Arena di Verona (Rigoletto, Aida, La traviata), Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Carmina Burana), Metropolitan (Rigoletto), Carnegie Hall di New York (I Puritani, Giovanna d’Arco, Ernani), Staatsoper di Vienna (Il trovatore, Macbeth), Opernhaus di Zurigo (La fanciulla del West, Carmen, Rigoletto, Sly), Staatsoper di Monaco (Il trovatore), Festival di Salisburgo (Simon Boccanegra), Teatro Real di Madrid (Il trovatore) e New National Fondation di Tokyo (Un ballo in maschera). Fra gli impegni più recenti si segnalano Simon Boccanegra al Teatro La Fenice di Venezia, Andrea Chénier al Teatro Carlo Felice di Genova (con Michel Plasson), La traviata e Il trovatore al Maggio Musicale Fiorentino (con Zubin Mehta), Aida al Teatro Comunale di Bologna (con Daniele Gatti), Aida e Rigoletto ad Orange, Attila all’Opéra Bastille di Parigi e al Teatro Comunale di Firenze, La battaglia di Legnano alla Carnegie Hall di New York, Gianni Schicchi e Tabarro al Teatro dell’Opera di Roma, Rigoletto, Tosca e La Gioconda al Metropolitan, Tosca a Tokyo e al Teatro alla Scala. Ha collaborato con i maggiori direttori d'orchestra, fra i quali Claudio Abbado, Bruno Bartoletti, Leonard Bernstein, Semyon Bychkov, Daniele Gatti, Gianluigi Gelmetti, Carlo Maria Giulini, Peter Maag, Zubin Mehta, Antonio Pappano, Michel Plasson e Christian Thielemann.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Giorgio Gatti
Baritono

Giorgio Gatti è nato a Poggio a Caiano in Toscana. Ha vinto il concorso “Adriano Belli” di Spoleto. È risultato vincitore della Rassegna Televisiva Internazionale “Voci nuove rossiniane” indetta dalla Radio Televisione Italiana. Ha cantato in seguito in importanti festival, teatri italiani ed esteri riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica per l’interpretazione dei ruoli del suo vasto repertorio. Ha cantato sotto la direzione di illustri maestri: Herbert Albert, Bruno Bartoletti, Semyon Bychkov, Alberto Erede, Vittorio Gui, Renè Leibowitz, Zubin Mehta, Mario Rossi. Ha fatto parte del complesso “Piccolo teatro musicale della città di Roma” diretto da Renato Fasano. Esegue in Duo con la moglie, Maria Teresa Conti, pianista e clavicembalista, concerti di musica da camera. Ha lavorato con registi come: Mauro Bolognini, Giancarlo Cobelli, Edmo Fenoglio, Ugo Gregoretti, Gian Carlo Menotti, Jonathan Miller, Giuseppe Patroni Griffi, Lucia Poli, Jean Pierre-Ponnelle, Virginio Puecher, Lorenzo Salveti, Pier Luigi Samaritani, Sandro Sequi, Luigi Squarzina, Franca Valeri. Ha effettuato numerose incisioni con varie case discografiche. Si è dedicato anche alla riscoperta di parti buffe in opere di rara esecuzione o del tutto inedite di Pasquale Anfossi, Luigi Cherubini, Pietro Chiarini, Valentino Fioravanti, Carlo Franchi, Johann Adolph Hasse, Benedetto Marcello, Francesco Morlacchi, Giovanni Battista Pergolesi, Niccolò Piccinni, Antonio Sacchini, Antonio Salieri, Domenico Sarro, Alessandro e Domenico Scarlatti. Ha interpretato la parte del Sagrestano nel film televisivo “Tosca nei luoghi e nelle ore di Tosca” insieme a Plácido Domingo, sotto la direzione di Zubin Mehta con la regia di Giuseppe Patroni Griffi. Ha interpretato la parte del Marchese d’Obigny nel film televisivo “La traviata à Paris” sotto la direzione di Zubin Mehta con la regia di Giuseppe Patroni Griffi. Nel 2010 è stato interprete in Tosca al Teatro dell’Opera di Roma.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Csilla Boros
Soprano

Soprano ungherese, inizia i suoi studi musicali all’Accademia Musicale Ferenc Liszt a Budapest sotto la guida di Judith Németh, Boldizsár Keönch, Ilona Tokody e Gabriella Imre. Nel 1998 ottiene una borsa di studio a Székesfehérvár e partecipa a master class con la direzione di Ileana Cotrubas, Walter C. Moore, István Gáti, Ralf Döring, Anna Reynolds, Renato Bruson, per nominarne alcuni. Dall’agosto 2008 è solista e membro del Teatro Nazionale (Janácek Theater) a Brno, e dal settembre 2002-2008 è solista dell’Hungarian State Opera. È regolarmente invitata al National Theater di Praga dal 2008 e continua ad esibirsi come guest all’Hungarian State Opera. Nella stagione 2008/2009 ha cantato i seguenti ruoli: Aida, Tosca, Violetta, Donna Anna, Tatiana, Venere e Lady Macbeth. Si esibisce regolarmente in concerti ampliando costantemente il suo repertorio. Nella stagione 2009-2010 al Teatro Janacek ha preso parte alle seguenti produzioni: Macbeth, Eugene Onegin, Madama Butterfly, Aida, Nabucco. Nel febbraio 2010 è stata Fiordiligi in Così fan tutte al Teatro Nazionale di Praga e nel maggio il suo debutto in Elettra nell’Idomeneo di Mozart, diretto da Yoshi Oida. Tra le altre apparizioni, nell’estate 2009 Mimì al Gut Immling Festival. Nel giugno 2010 Tosca allo Smetana Litomysil Festival nella Repubblica ceca. Per la sua interpretazione di Madama Butterfly a Brno ha ricevuto il prestigioso Czech Television’s Thalia Prize. Nella stagione 2010-2011 molti i debutti italiani, tra cui La traviata al Teatro Verdi di Trieste e Lady Macbeth nel Macbeth al Teatro Comunale di Modena, di Piacenza e Bolzano. Ha cantato nel marzo scorso al Teatro dell’Opera di Roma nel ruolo di Abigaille nel Nabucodonosor, l’opera di Verdi diretta dal Maestro Riccardo Muti.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Kamen Chanev
Tenore

Nella stagione 2007/2008 interpreta Un ballo in maschera e Madama Butterfly alla Grazer Oper. Canta Manon Lescaut al Croatian National Theatre di Spalato, Madama Butterfly alla Bayerische Staatsoper di Monaco, Il Trovatore al Teatro Massimo Bellini e La Wally a Hannover. Nella stagione 2008/2009 canta al Teatro del Giglio, Lucca, Manon Lescaut e Turandot al Nuovo Teatro Comunale di Bolzano e al Teatro dell'Opera Giocosa di Savona, Tosca alla Staatsoper di Amburgo e al Theater Dortmund-Opernhaus, Germania, Madama Butterfly alla Wiener Staatsoper. Ha anche fatto il suo debutto alla Deutsche Oper di Berlino con Un ballo in maschera e Madama Butterfly. Interpreta poi Madama Butterfly al National Centre for the Performing Arts, Pechino, produzione del Teatro La Fenice. Nella stagione 2009/2010 ha cantato in Nabucco alla Wiener Staatsoper e Macbeth all’Opera Ireland. Si è esibito in Aida alla Bucharest National Opera, Romania, Tosca all’Hungarian State Opera Budapest, Madama Butterfly al Palau de les Arts Reina Sofia, Valencia e Turandot al Classic Open Air - Solothurn, Svizzera. Impegni recenti: 2010 Don Carlo Oper Frankfurt, Germania; Turandot Bucharest National Opera, Romania; 2011 Carmen Auditorium Rimini; Turandot Bucharest National Opera, Romania; Aida Bucharest National Opera, Romania; Turandot Polish National Opera; Madama Butterfly Deutsche Oper Berlin, Germania.

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Arnaud Bernard
Regista

Nato nel 1966, inizia a suonare il violino all’età di sei anni. Entra al Conservatoire National de Strasbourg all’età di diciassette anni, dove completa numerosi studi musicali, inclusi violino, orchestra, analisi ecc. Nel 1988, diviene assistente del rinomato regista Nicolas Joël e di Jean-Claude Auvray e attraversa Francia e Germania. Nel 1989 è stato assunto dal Théâtre du Capitole di Toulouse come Direttore di palcoscenico ed ha lavorato come assistente alla regia in tutte le grandi produzioni. In questo periodo ha continuato la sua attività come assistente in Francia, così come nei più prestigiosi teatri d’opera: Covent Garden, Metropolitan Opera, Scala di Milano, Opéra Bastille, Teatro Colon in Buenos Aires. Dopo essere stato nominato Direttore di Palcoscenico Associato e Direttore di Produzione al Théâtre du Capitole nel 1996, ha fatto il suo personale debutto, all’età di 29 anni, mettendo in scena Falstaff per lo Spoleto Festival di Charleston, seguito da Il Trovatore a Toulouse e da Il Barbiere di Siviglia (1998), anche al Théâtre du Capitole. Nel 1999 coproduce Roméo et Juliette di Gounod per la Chicago Lyric Opera con Roberto Alagna e Angela Gheorghiu nei ruoli principali. Nel 2001 e 2002, ha diretto le nuove produzioni de L'Elisir d'amore al Théâtre du Capitole di Toulouse per il debutto di Marcelo Alvarez (Nemorino), Il Trittico di Puccini per la Opera Company e Les Huguenots di Meyerbeer al Festival estivo di Martina Franca. Nel 2003/04 ha realizzato nuove produzioni di Lakmé (ripresa a Tokyo e Philadelphia) per il Teatro Massimo di Palermo, Werther per Martina Franca, Roméo et Juliette a Tokyo e Die Lustigen Weiber von Windsor a Nantes e Angers. La stagione 2004/2005 ha visto Luisa Miller per la National Reiseopera nei Paesi Bassi, L'Elisir d'amore a Saint-Etienne, Roméo et Juliette al Beijing Music festival, Le Roi de Lahore per la riapertura de La Fenice di Venezia, La Bohème all’Arena di Verona con grande consenso di critica e Rigoletto a Lausanne. Più recentemente ha messo in scena Luisa Miller alla Fenice, Traviata a Praga (PSO) e Lausanne, un nuovo Falstaff al Teatro San Carlo di Napoli per l’apertura della stagione 2006 (con Jeffrey Tate), Rigoletto a Marsiglia, Nantes e L'Elisir d'amore a Toulouse. Ha anche realizzato una nuova produzione di Cavalleria Rusticana a St. Gallen, Carmen a Helsinki in coproduzione con Lausanne, The Queen of Spades a Toulouse, Trittico a Zagabria e una ripresa di Bohème a Verona, Carmen e Traviata a Tokyo. Impegni più recenti: Carmen a Bilbao (2009), Thaïs ad Atene (Megaron, 2009), L'Elisir d'amore a Catania (2009), e una nuova produzione di Carmen a Vilnius (2009), Otello al Boshoï Theater (2009), Thaïs al Maggio Musicale Fiorentino (2010) e Betrothal in a Monastery di Prokof’ev alla Parigi National Opera (2011).

Mercoledì, 11 Maggio 2011
Pubblicato in Non categorizzato
Scritto da

Mario Bolognesi
Tenore

E’ nato a Roma dove ha compiuto gli studi musicali specializzandosi nel repertorio di tenore lirico leggero. Ha debuttato nella città natale con le cantate di Bach e oggi svolge un’intensa attività concertistica e teatrale in Italia e all’estero. Ha cantato molte opere in prima esecuzione in epoca moderna come Adamo di Galuppi, La Schiava Liberata di Jommelli al San Carlo di Napoli con il M° Curtis, Tito di Cesti, Il Sogno di Scipione di Mozart con il M° Hogwood alla Fenice e al Teatro Olimpico di Vicenza in occasione del Festival Mozart. Si è subito distinto per la grande versatilità di repertorio grazie alla musicalità e duttilità vocale e stilistica che gli hanno permesso di esplorare campi musicali diversi che vanno dal Barocco al teatro del Sette-Ottocento con le partiture note e meno note di Mozart, Cimarosa, Paisiello e Rossini, fino alle composizioni di musica moderna e contemporanea di Berio, Bussotti, Henze, Manzoni e Nono. In Italia ha cantato nei maggiori teatri: Scala, Opera di Roma, Massimo di Palermo, Arena di Verona, Maggio Musicale, Comunale di Bologna. All’estero ha partecipato a produzioni al Festival d’Automne, Glyndebourne Opera Festival, Colon di Buenos Aires, Chatelet, Grande Halle de la Villette, e Champes Elysees di Parigi, Alte Oper di Francoforte, Festival Mozart di Praga, varie tournée in Giappone. È stato consigliere d’amministrazione al Regio di Torino, ha fondato l’Associazione “Il Madrigale Italiano” di cui è stato direttore artistico per un decennio, per lo studio e la diffusione della musica barocca in Italia e all’estero.

Pagina 6 di 25

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.