lunedì, 28 novembre, 2022
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / Non categorizzato / Festival Barocco : Rinaldo Alessandrini

Festival Barocco : Rinaldo Alessandrini

RINALDO ALESSANDRINI

Rinaldo Alessandrini è clavicembalista, organista e fortepianista oltrechè fondatore e direttore di Concerto Italiano. Da venti anni sulla scena della musica antica, privilegia nelle scelte del suo repertorio la produzione italiana, cercando di riattribuire alle esecuzioni tutte quelle caratteristiche di cantabilità e mobile espressività che furono proprie allo stile italiano dei secoli XVII e XVIII.

In occasione del concerto monteverdiano all’Edimburgh Festival 2005 il Times lo ha definito “the man who has done so much to make Italian Baroque music sound Italian again”.

Oltre a curare l’attività di Concerto Italiano conduce una intensa attività solistica, ospite dei festivals di tutto il mondo, negli USA, in Canada, in Giappone oltre che in Europa.

E’ spesso impegnato anche come direttore, ospite d'orchestre quali quelle del Maggio Musicale Fiorentino, Rai di Roma, Orchestra Sinfonica Città di Granada, Detroit Symphony Orchestra, Orchestra Regionale Toscana, Scottish Chamber Orchestra, Nothern Symphonia, Orchestra of the Age of Enlightement, Boston Handel & Haydn Society, Freiburger Barockorchester, Orchestra del Teatro dell’Opera di Lione, Orchestra della Radio di Munich, Orchestra del Teatro La Monnaie (Bruxelles), Israel Camerata, Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, Orchestra da Camera della Radio Danese, ecc.

Ha diretto inoltre “Semele” di Handel (Festival di Spoleto); “Catone in Utica” di Vinci (Teatro di Lugo di Ravenna); “L’incoronazione di Poppea” (Welsh National Opera, Frankfurt Opera, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro Comunale di Bologna, Opera du Rhin): “L’isola disabitata” di Jommelli (Accademia Filarmonica Romana e Teatro dell’Opera di Roma); “L’Olimpiade” di Vivaldi (Teatro Rendano di Cosenza); “La Serva Padrona” di Pergolesi (Freiburg Konzerthaus); “Alcina” di Handel (Liceu di Barcellona); “Artaserse” di Hasse (Teatro di Lugo di Romagna); “Le nozze di Figaro” di Mozart (Welsh National Opera); “Giulio Cesare” di Handel (Teatro Real di Madrid, Teatro Comunale di Bologna, Norske Opera); “Amadigi” di Handel (Teatro S.Carlo di Napoli, Edimburgh Festival); “Zaide” di Mozart (Festival Mozart a La Coruña); “Il Trionfo del Tempo e del Disinganno” (Queen Elisabeth Hall a Londra). Nel luglio del 2005 ha firmato direzione musicale e regia della nuova produzione dell’”Incoronazione di Poppea” presso il Teatro Liceo di Salamanca. Ha diretto inoltre nella scorsa stagione “Il Barbiere di Siviglia” di Paisiello presso il Teatro de La Monnaie a Bruxelles, “Il ritorno di Ulisse in patria” presso la Welsh National Opera, “La clemenza di Tito” presso la Norske Opera, la ripresa della “Vergine dei dolori” ancora a La Monnaie, “Orfeo” di Monteverdi presso la Norkse Opera, “Entfuehrung” presso la Welsh National Opera. Tra le ultime produzioni, le tre opere monteverdiane alla Scala e a Parigi all’Opera Garnier con la regia di Bob Wilson, “Entfuehrung” a Strasbourg, “Lodoiska” di Mayr a Ingolstadt, oltre a numerosi concerti a Bolzano, Melbourne, Oslo, Miami, Portland, Washington, Liegi, Vienna.

La sua discografia - per le case Opus 111, Arcana, Astrèe, Harmonia Mundi France – che comprende non solo opere di compositori italiani ma anche di scuola tedesca, gli ha valso una messe notevole di distinzioni e riconoscimenti da parte della critica discografica (tra cui un Grand Prix du Disque e un Premio della Critica Discografica Tedesca).

Nel 2003 è stato nominato Chevalier dans l’ordre des Artes et des Lettres dal Ministro francese della Cultura. E’ Accademico della Filarmonica Romana.

E’ inoltre autore di una monografia su Monteverdi pubblicata in Francia da Acte Sud e responsabile editoriale per Baerenreiter dell’edizione critica delle opere di Monteverdi.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Dicembre 2012 09:55
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.