martedì, 05 marzo, 2024
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / Interviste / INTERVISTA a LARA SANSONE - di Francesca Myriam Chiatto

INTERVISTA a LARA SANSONE - di Francesca Myriam Chiatto

Lara Sansone Lara Sansone

Lara Sansone, già talentuosa attrice napoletana e direttrice artistica del Teatro napoletano Sannazaro, oltre che tra i personaggi della popolarissima soap Un Posto al Sole, per la quale forse in molti la ricordano, dal 26 gennaio al 6 febbraio dirigerà due opere liriche (Mese mariano e Suor Angelica) per L'Opera Royal de Wallonie, Liegi in Belgio.

Un'occasione così importante capita poche volte nella vita e non a tutti: qual è stata la prima sensazione che hai provato, cosa hai pensato e come stai affrontando questa esperienza?
Questa occasione è stata per me fonte di grande ansia. Dovevo e volevo prepararmi al meglio. Sono arrivata pronta al primo giorno di prove, la musica è stata il mio motivo ispiratore. La gavetta, tanti anni di teatro hanno fatto il resto.

Una regia di donna per opere che raccontano di donne: qual è la forza femminile nel teatro?
Noi donne dobbiamo sempre lavorare il doppio perché ci prendano sul serio. Purtroppo è ancora così, ma quando ti poni nel verso giusto, tutto funziona perfettamente. Questo progetto parla di donne, il cast creativo è formato per lo più da donne, il cast artistico completamente da donne, ci sono solo dei bimbi maschietti ed un uomo ad interpretare il rettore dell’orfanotrofio. La sensibilità femminile fa la differenza, i costumi di Teresa Acone sono poetici, i tessuti, i tagli, i particolari sono pieni di dolcezza, anche la scena di Francesca Mercurio rende perfettamente l’idea. È stato bellissimo confrontarci con due opere di tale delicatezza.

Come affronti la regia delle opere liriche, rispetto ad altri generi? Sia tecnicamente che emotivamente, di quali aspetti mi parleresti?
L’opera ha il valore aggiunto della musica che ti accompagna idealmente in uno stato emotivo pieno di suggestione. Personalmente, leggo la musica, il libretto e lascio che la fantasia voli libera per poi tradurre tutto in regola teatrale.

Pensi ci sia un punto di vista maschile nella storia originaria che la tua regia al femminile in parte ribalta?
Non saprei … posso dire però che ho provato a trattare la maternità mancata o meglio, negata con grande rispetto. Con l’empatia che solo una donna può provare con figure come quelle delle opere in questione.

A distanza di più di un secolo cosa cambia nella società? Come "guardiamo" oggi queste opere?
Sono cambiati i costumi, per fortuna! Oggi le protagoniste di queste opere avrebbero probabilmente altre alternative … però se guardiamo a paesi e culture meno evolute di quelle in cui viviamo, troviamo ancora drammi simili … ci sono molte Saman Abbas a cui non è data libertà di scelta. Triste, ma vero.

Giordano, come Verga e molti veristi, parla di "vinti dalla vita": chi sono per te?
I sensibili. Quelli a cui la lotta per l’interesse materiale ha tolto l’opportunità di ribellarsi.

Quale sarà il tuo "tocco magico", lo sguardo che userai per la messa in scena? Cosa si deve aspettare il pubblico?
Il pubblico si deve aspettare anima, amore.

Grazie, come sempre e un grande "in bocca al lupo" per questa esperienza straordinaria! Non ne hai bisogno, ma speriamo di portarti fortuna!
La nostra intervista si è svolta, a causa della distanza, in via telematica, ma questo non ha certo tolto l’empatia e la bellezza di ascoltare e leggere queste parole piene di emozione, di voglia di fare e di fare bene, che solo l’amore e la passione per il lavoro e per la propria vita possono regalare.

Francesca Myriam Chiatto

Mese mariano / Suor Angelica
Di Di Giacomo- Giordano /di Puccini -Forzano
Direttrice d’orchestra Oksana Lyniv
Regia Lara Sansone
Scenografie Francesca Mercurio
Costumi Teresa Acone
Disegno luci Luigi Della Monica
Direttore del coro Denis Segond
Maestro del coro dei bambini Veronique Tollet
Assistente alla regia Mario Aterrano
Con Julie Bailly, Aurore Bureau, Patrick Delcour, Serena Farnocchia, Morgane Heyse, Natacha Kowalsky, Sarah Laulan, Violeta Urmana
E con Coro dell’ Opéra Royal de Wallonie-Liège, Orchestra dell Opéra Royal de Wallonie-Liège
All’Opéra Royal de Wallonie-Liège, dal 26 gennaio al 6 febbraio 2022

Ultima modifica il Sabato, 29 Gennaio 2022 11:29

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.