Stampa questa pagina

LA NUOVA DIARIA DI ANNA FRANK - di Daniele Poto

LA NUOVA DIARIO DI ANNA FRANK
di Daniele Poto

Genere dell’opera: drammatico
Articolazione: undici scene
Personaggi: 7 (5 maschili, 2 femminili)
Linguaggio: italiano contemporaneo (con qualche termine yiddish)
Ambientazione: la casa privata e la sua soffitta

Parafrasando un famoso slogan “Anna Frank è viva e lotta insieme a noi”. La finzione teatrale presuppone infatti che la celebre martire del nazismo si sia miracolosamente salvata dal campo di concentramento di Bergen Belsen e costituisca un’eccellente occasione drammaturgica di revisionismo storico commentando (e con stupefazione) quanto avvenuto negli ultimi 70 anni. Ma Anna Frank è anche una scomoda presenza fisica nella soffitta dell’ebreo Solomon Kugel che non sa come liberarsene e confligge con i padri storici dell’ebraismo e con i membri della propria famiglia per venire a capo del problema. Dunque l’incubo della seconda guerra mondiale ed i suoi fantasmi cortocircuitano con l’attualità.

Ultima modifica il Mercoledì, 12 Gennaio 2022 19:56
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Ultimi da La Redazione

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.