mercoledì, 05 ottobre, 2022
Sei qui: Home / Attualità / Comunicati Stampa / NEL CICLO DEI CLASSICI DELL’OLIMPICO DI VICENZA“ MILK WOOD” PROGETTO, READING ED EVENTO SPECIALE IN TRE MOMENTI VENETI

NEL CICLO DEI CLASSICI DELL’OLIMPICO DI VICENZA“ MILK WOOD” PROGETTO, READING ED EVENTO SPECIALE IN TRE MOMENTI VENETI

E’ stato presentato martedì 13 settembre a Vittorio Veneto, in Sala di Rappresentanza del Palazzo Municipale, il progetto “Milk Wood”, evento speciale e reading teatrale in calendario al Ciclo dei Classici del Teatro Olimpico di Vicenza (il 6 ottobre) diretti da Giancarlo Marinelli e giunti alla loro 75.ma edizione. L’evento in questione, perché proprio di questo si tratta, è uno spettacolo che prende a sua volta tre direzioni, arrivando da Cortina D’Ampezzo dove debutta il 17 settembre, approdando il 6 ottobre a Vicenza e successivamente a Vittorio Veneto (22 ottobre). Un progetto Arteven, Circuito Multidisciplinare del Veneto, realizzato con le tre città ospitanti, per quanto riguarda Vicenza appunto con il Ciclo degli Spettacoli Classici, diretto con il consueto estro da Giancarlo Marinelli e interpretato da più attori, impegnati nei rispettivi reading in luoghi dall’importante storia e simbologia del territorio veneto. Ma cos’è, in pratica “Milk Wood”? Un testo di grande impatto verbale, tratto dal dramma radiofonico di Dylan Thomas “Under Milk Wood” che nasce con lo spirito di riunione aggregativa, attraverso la forte simbologia del teatro e della sua poesia, portato in siti del Patrimonio Unesco. A Vicenza le declamazioni di Dylan Thomas avverranno alla Basilica Palladiana, Palazzo Thiene, e nel Giardino del Teatro Olimpico, posti dal fascino notevole, che si accompagneranno alle altre location, l’Alexander Girardi Hall di Cortina e, per quanto riguarda Vittorio Veneto, il Lungofiume Meschio, la Loggia del Museo del Cenedese, la Loggia dei Grani e l’Oratorio dei Battuti. Un evento che si fa in tre, dunque, che riunisce alcuni ottimi attori come Jane Alexander, Anna Galiena, Giorgio Marchesi, Emilio Solfrizzi. Sebastiano Somma e Francesca Valtorta che si alterneranno nelle varie location. A pochi giorni dunque dal debutto vicentino (il 22 settembre, con “Assassinio nella cattedrale” di Eliot, con Moni Ovadia e Marianella Bargilli) c’è un’attesa sentita per un’edizione dei classici che ancora una volta punto l’occhio sul classico visto nel contemporaneo, cosa di cui naturalmente fa anche parte “Milk Wood”, che mette insieme talento, genialità, una forte e lungimirante poesia e la sfrontatezza con cui Thomas ha affrontato il tema narrato, uniti alla visionarietà di Giancarlo Marinelli, regista dello spettacolo. Un testo “spezzato” che paradossalmente riunisce, concepito per trasformare le Città e il paesaggio naturale in un percorso teatrale a cielo aperto. Ad accompagnare lo spettacolo saranno le singolari multivisioni di Francesco Lopergolo. Portare il teatro e le sue varie forme a quanti più cittadini possibile è una delle missioni, proponendo spettacoli con garanzia di qualità che riattivino dopo un periodo burrascoso per tutti la risocializzazione nelle sale e perché no, negli angoli reconditi e magnifici dei territori. Una sfida iniziata e pronta a continuare il suo percorso, e a valorizzare gioielli artistici ed architettonici, luoghi pregni di storia e di tradizione, in questo specifico caso del Veneto. Un Ciclo dei Classici, a Vicenza, che dunque cambia lo sguardo e i punti di vista, perché oggi più che mai è fondamentale riavvicinare il pubblico, con l’occasione ghiotta di valorizzare anche i siti Unesco. Il regista, scrittore e direttore artistico del Ciclo dei Classici vicentino, Giancarlo Marinelli, a proposito di “Milk Wood” ha così dichiarato: “La funzione è quella come sempre dell’aggregazione, creando una specie di Rave Theatre Party legale. Sarebbe bello vedere l’occupazione da parte del teatro nelle nostre città, e in questo primo tentativo ci voleva un testo che raccontasse quello che tutti abbiamo vissuto. Ho pensato subito al magnifico testo di Dylan Thomas, ai suoi racconti di Capitan Gatto, cieco ma captante dalla sua casa-brigantino di umori e storie gallesi del suo paese immaginario. Sarà la parola a trionfare, l’attore, la magia di Thomas”. Il progetto - spettacolo “Milk Wood” è sostenuto dalla Regione del Veneto e dai Comuni di Cortina d’Ampezzo, Vicenza e Vittorio Veneto, realizzato da Arteven – Circuito Multidisciplinare del Veneto con la collaborazione del 75° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, della Fondazione Teatro Comunale di Vicenza, di CortinAteatro e dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene UNESCO. Il parterre della presentazione del progetto ha visto la presenza di autorità dei tre comuni interessati, e, in remoto, dell’attore Sebastiano Somma, dell’assessore al Territorio – cultura e Sicurezza della Regione Veneto Cristiano Corazzari, dell’attrice Francesca Valtorta e di Edoardo Bottacin, Direttore artistico di CortinAteatro. E ancora, ma in presenza, di Pierluca Donin di Arteven, di Marina Montedoro e Giuliano Vantaggi dell’Associazione per il Patrimonio del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene e naturalmente del Direttore artistico dei Classici del Teatro Olimpico Giancarlo Marinelli, con l’aiuto regista Giulia Pelliciari. La nave con a bordo Dylan Thomas è in porto, pronta a salpare.

Ultima modifica il Venerdì, 16 Settembre 2022 09:58

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.