giovedì, 19 ottobre, 2017
Sei qui: Home / S / SOGNO DEGLI ARTIGIANI (IL) - regia Michele Sinisi

SOGNO DEGLI ARTIGIANI (IL) - regia Michele Sinisi

Il sogno degli artigiani Il sogno degli artigiani Regia Michele Sinisi

Compagnie VicoQuartoMazzini / Teatro Minimo
Di Michele Santeramo
Con Michele Altamura, Nicola Borghesi, Riccardo Lanzarone, Gabriele Paolocà
Regia Michele Sinisi, Assistente alla regia Nicola di Chio
Organizzazione Nicoletta Panza, Antonella Papeo, Partner tecnico artefatti adp, Foto di scena Laura Tota
Teatro Aurora di Marghera, 5 dicembre 2012

www.Sipario.it, 8 dicembre 2012

Il Sogno degli Artigiani apre la stagione di Teatro Contemporaneo del Teatro Aurora di Marghera (Ve). Le compagnie VicoQuartoMazzini e Teatro Minimo per questo spettacolo prendono in prestito alcuni personaggi del testo shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate rimettendoli in scena in maniera del tutto personale: i maestri artigiani Botto, Cotogno, Canna e Fameterna diventano, ora, protagonisti assoluti della messa in scena.
Il regista, Michele Santeramo, è partito da un esperimento volto a capire se questi personaggi potevano vivere anche al di fuori del testo originale, mantenendo le loro personalità e caratteristiche comiche ampliandone, però, la gamma. E l'esperimento sembra proprio riuscito.
Il pretesto della vicenda è storia nota: per le nozze di Teseo, duca d'Atene, e Ippolita, regina delle Amazzoni, una combriccola di artigiani vuole omaggiare gli sposi con una rappresentazione, il tragico amore tra Piramo e Tisbe. Gli attori più meritevoli, inoltre, verranno premiati dal duca con un vitalizio. La compagnia improvvisata e scalcagnata si appresta dunque alle prove: gli attori, quasi con moderno sistema stanislavskiano, ricercano "l'emozione del personaggio" ma sbagliano i verbi e dimenticano le battute, si confondono, hanno manie di protagonismo e si concedono licenze poetiche fuori dal copione. Il risultato è una spassosissima commedia meta-teatrale in cui gli attori, guitti rattoppati, emergono nel ruolo di personaggi comici con tutta la loro carica ed espressività.
Sono quattro artigiani, sarti, scenografi e pittori "prestati" alle scene per necessità e sono disposti a tutto pur di vincere il vitalizio; sono uomini con i calli nelle mani (Shakespeare li chiama propriamente 'rude mechanicals') che sanno bene cos'è la fame, la povertà, la necessità di rubare per vivere, la difficoltà di arrivare a fine mese e il doversi arrabattare giorno per giorno per sognare una vita migliore. Sarebbe dunque più corretto definire Il Sogno degli artigiani una tragicommedia, attualissima e diretta in cui, attraverso la risata, si comunica una condizione di necessità.
Le scene sono molto semplici e sono formate da un fondale dipinto posticcio, funzionale allo spettacolo, rattoppato e con disegni abbozzati che richiama, sempre in chiave comica, le antiche scenografie teatrali classiche, anche l'illuminazione è essenziale e priva di artifizi; nonostante la semplicità tecnica, lo spettacolo regge ugualmente grazie alla bravura degli attori Michele Altamura, Nicola Borghesi, Riccardo Lanzarone, Gabriele Paolocà. Il pubblico esce divertito da questo spettacolo ben calibrato nel ritmo e incalzante nella regia. La rivisitazione dei personaggi non tradisce le origini ma le completa.
Il Sogno degli artigiani è davvero uno spettacolo per chi ha bisogno di ridere, cioè tutti'!

Valentina Dall'Ara

Ultima modifica il Domenica, 29 Settembre 2013 10:52

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.