venerdì, 23 giugno, 2017
Sei qui: Home / R / RADICE DI 2 - regia Enrico Maria Lamanna

RADICE DI 2 - regia Enrico Maria Lamanna

Radice di 2 Radice di 2 Regia Enrico Maria Lamanna

di Adriano Bennicelli
con Edy Angelillo, Michele La Ginestra
regia di Enrico Maria Lamanna
Teatro del Cometa, Roma 2008

Avanti, 24 febbraio 2008
Una storia fra realtà e finzione

La prima nazionale dello spettacolo "Radice di 2" di Adriano Bennicelli, vincitore della seconda edizione del Premio Diego Fabbri, è andata in scena lo scorso martedì al Teatro della Cometa di Roma. Edy Angelillo e Michele La Ginestra sono i protagonisti di una tenera storia tra realtà e finzione. Una commedia giocata sul filo dell'ironia che prende spunto da una vicenda esistenziale in cui i personaggi si rincorrono attraverso un gioco sottile che si dipana lungo l'arco di un'esistenza mettendo a confronto le diverse stagioni della vita.
Il loro rapporto nasce in età scolare e si protrae nel tempo divenendo una passione d'amore intensa, una love story che si confronta con se stessa e con gli altri. Pieni di ubbie dalle radici lontane, Geraldina e Tommaso - questi i nomi dei protagonisti - si avviluppano in un "ambiguo racconto" che mette lo spettatore di fronte ad un bivio: seguire il loro viatico "surreale" o abdicare al cospetto di battute che prendono spunto dal quotidiano per approdare ad una sorta di "delirio a due" che si snoda tra dialoghi dai risvolti sincopati. Ma la "sincope" è figlia di una ilarità avulsa dalla banalità che si presta ad una duplice lettura. "Radice di 2" è un "dietro le quinte" che scova il vissuto di un uomo e una donna profondamente diversi ma paradossalmente uguali. Il minimo comune denominatore di Geraldina e Tommaso è la "paura", inconsapevolezza inconscia di chi guarda il futuro ripensando al passato. Personaggi fragili che, al di là e a dispetto della loro natura, riescono a costruire una splendida storia d'amore capace di sublimare il sesso. "Rubato" come quello di due amanti. A dar vita a questi personaggi semplici e complicati insieme, vi sono due attori che recitano rifuggendo dagli stilemi declamatori. Diretti ottimamente da Enrico Maria Lamanna (regista "iperrealista"), Edy Angelillo e Michele La Ginestra si muovono sul palcoscenico come fossero a casa. Gli spettatori se ne accorgono e tributano loro applausi a scena aperta, reazione spontanea ad una pièce esilarante capace di non smarrire il bandolo della matassa per evitare situazioni caotiche. A dare manforte e ordine all'azione scenica c'è una regia puntuale che movimenta lo spazio senza indulgenze. La scenografia minimalista aiuta non poco questo progetto teatrale realizzato con cura e minuzia. A partire dai due protagonisti; danno vita a comiche con una cifra stilistica diversa da quella delle performances televisive. Michele La Ginestra appartiene alla tipologia di comedien che si esibisce con discrezione, una discrezione "vanesia" (e non paia contraddittorio) assai più "enfatica" di quella di certi mattatori d'accatto. "L"antagonista-principe" dello show è la matematica perché il "laicismo" di Tommaso mal si concilia con il dogma dei numeri, una "tirannia" che inibisce la fantasia. Edy Angelillo si cala nei panni di Geraldina con semplicità civettuola, perché "virtù e vizi" sono probabilmente due facce della stessa medaglia. Forse siamo rimasti "inebriati" da una "sostanza psicotropa" che ci ha "obnubilato" la mente. Colpa di "Radice di 2".

Gianfranco Quadrini

Ultima modifica il Lunedì, 23 Settembre 2013 16:40

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.