giovedì, 18 luglio, 2019
Sei qui: Home / R / ROMEO E GIULIETTA - regia Ferdinando Bruni

ROMEO E GIULIETTA - regia Ferdinando Bruni

Romeo e Giulietta Romeo e Giulietta Regia Ferdinando Bruni

di William Shakespeare
regia e traduzione: Ferdinando Bruni
scene: Andrea Taddei, costumi: Ferdinando Bruni
con Nicola Russo, Federica Castellini, Ida Marinelli, Luca Toracca, Edoardo Ribatto, Giancarlo Previati, Alessandra Antinori, Fabiano Fantini, Alessandro Rugnone, Giovanni Andrea Fugaro, Nicola Stravalaci, Silvio Laviano, Jacopo Fracasso
Verona, Teatro Romano, dal 23 al 26 luglio 2008 (prima assoluta)
Milano, Teatro dell'Elfo, dal 15 gennaio al 15 febbraio 2009

Corriere della Sera, 20 gennaio 2009
Corriere della Sera, 3 agosto 2008
Shakespeare con un pizzico di caricatura

«Romeo e Giulietta» è una tragedia scritta da un poeta ancor giovane nella quale giovani squassati dai loro sentimenti irruenti e totalizzanti corrono impazienti verso la tomba. Non solo i protagonisti, ma anche i loro giovani amici e parenti che giocano con la morte per sfidare l' immortalità. Giovani oppressi dagli odi, dai pregiudizi, dall' ottusità degli adulti. Gli impeti dei due amanti, il loro essere estremi, irragionevoli, ebbri di vita, di desiderio, e il continuo, pervasivo presagio di morte che sin dall' inizio incombe sulla vicenda sono i tratti più riusciti della lettura registica che Ferdinando Bruni dà della tragedia di Shakespeare. Meno convincente, oltre alla traduzione dello stesso Bruni, è la rappresentazione dello stolto, violento, vendicativo mondo degli adulti: lo scivolare spesso nel caricaturale, fa scolorire il rosso sangue delle loro tragiche responsabilità. Bravi i due giovani protagonisti, Federica Castellini, una Giulietta innamorata del suo amore, sicura e fragile che corre impavida e terrorizzata verso la morte, e Nicola Russo, un Romeo nevrotico e irrequieto, affettuoso e aspro, inesperto e assoluto, anche lui in corsa verso la stessa meta stabilita dagli uomini più che dal destino. Molto brava Ida Marinelli nel disegnare una nutrice di autentica, sventata verità. Teatro dell' Elfo, fino al 15 febbraio

Magda Poli

«Romeo e Giulietta» tra luci e ombre

Gli impeti dei due giovani amanti, il loro essere estremi, irragionevoli, ebbri di vita, di sentimento, di desiderio, e il continuo, pervasivo presagio di morte che sin dall' inizio incombe sulla vicenda sono i tratti più riusciti della lettura registica che Ferdinando Bruni dà di Romeo e Giulietta che ha debuttato a Verona al sessantesimo Festival Shakespeariano. Nella lignea, duttile scena di Andrea Taddei, bravi i due giovani protagonisti, Federica Castellini è una Giulietta innamorata del suo amore, sicura e fragile che corre impavida e terrorizzata verso il sepolcro, e Nicola Russo è un Romeo nevrotico e irrequieto, affettuoso e aspro, inesperto e assoluto, anche lui in corsa verso la stessa meta stabilita dagli uomini più che dal destino. Meno riuscita, oltre alla traduzione dello stesso Bruni cui manca uno stile incisivo, è proprio la realizzazione dell' ottuso, violento, vendicativo mondo degli adulti che spesso dal grottesco scivola nel caricaturale, minimizzando e scolorendo il rosso sangue delle loro tragiche responsabilità. Uno spettacolo che col tempo sicuramente troverà la giusta misura.

Magda Poli

Ultima modifica il Lunedì, 23 Settembre 2013 16:42

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.