giovedì, 23 maggio, 2019
Sei qui: Home / Q / QUESTI FANTASMI! - regia Marco Tullio Giordana

QUESTI FANTASMI! - regia Marco Tullio Giordana

"Questi Fantasmi!", regia Marco Tullio Giordana "Questi Fantasmi!", regia Marco Tullio Giordana

di Eduardo De Filippo

regia Marco Tullio Giordana

con Gianfelice Imparato, Carolina Rosi, Nicola Di Pinto, Massimo De Matteo

Paola Fulciniti, Giovanni Allocca, Gianni Cannavacciuolo, Viola Forestiero

Federica Altamura, Andrea Cioffi

scene e luci Gianni Carluccio

costumi Francesca Livia Sartori

musiche Andrea Farri
Teatro Argentina, dal 18 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019

www.Sipario.it, 23 dicembre 2018

Il teatro di Eduardo si basa su un ritmo che, dall'inizio alla fine, non conosce pause. Si potrà, a ragione, obiettare che il vero teatro è precisamente questa sinfonia d'insieme che nasce da una strumentazione d'accordo dei singoli attori. Ma in pochi casi tale peculiarità si manifesta come nei lavori del grande drammaturgo e attore partenopeo.
Di questo ritmo – che inizia velocemente, rallenta fino ad arrestarsi e via via torna a galoppare di nuovo – ne risente anche la recitazione. È ben evidente in Eduardo: le sue battute, più che interpretate, sono cantate. Caratteristica, questa, che consente di sfiorare i sentimenti con grazia: quel tanto che basta a esprimerli senza esasperarli col rischio di cadere in clichés stinti e banali. È proprio tale particolarità a rendere difficile riproporre il teatro eduardiano.
Nella versione di Questi fantasmi! firmata da Marco Tullio Giordana e che vede un bravo Gianfelice Imparato nel ruolo di Pasquale Lojacono, l'elemento ritmico d'insieme è messo da parte. Giordana pare aver preferito uno scenario meno mobile e fluido ma il cui ingranaggio, comunque, funziona e fa presa sul pubblico. I personaggi paiono tutti calati in un ambiente che rammenta il Presepe della miglior tradizione napoletana, e dove si muovono con grande accortezza e rispetto. Ogni attore sembra costruire il proprio ruolo battuta dopo battuta senza badare alla musica d'insieme. All'inizio vien da pensare che non si sia indovinato il ritmo su cui tutta la commedia s'intesse. Ma poi, man mano che la vicenda procede e le situazioni prendono corpo e vita, ogni elemento si anima e acquisisce vigore.
Il Pasquale Lojacono di Imparato entra in scena in punta di piedi. A differenza di quello impersonato da Eduardo – che era slanciato e imponente –, qui ci si trova a cospetto d'un uomo piccolo di statura, con un velo d'innocenza su di sé e quasi insicuro di ciò che fa. I tempi recitativi di Imparato sono infarciti di pause che, però, non rallentano l'andamento generale della commedia.
Il famoso dialogo/monologo sulla preparazione del caffè con il dirimpettaio professor Santanna, l'anima inutile che non compare mai, è tutto impostato sulla parola e poco sugli ammiccamenti e le occhiate comunicative eduardiane cui il pubblico è da sempre abituato.
E il finale: dove Lojacono si rivolge a colui che crede essere uno spettro – l'amante della moglie –, nell'interpretazione di Imparato ha poche sottolineature vocali, non ha tremolii ed ha un taglio sulle ultime battute – "Aiutami! Io di fronte a te mi inginocchio. Aiutami!" –: tutto questo ammanta il personaggio di una ieraticità e dignità al punto da non farlo sembrare essere sull'orlo della disperazione. Ma si tratta d'una fermezza e d'una certa qual severità soltanto apparenti. Forse perché il Lojacono di Imparato è un uomo che preferisce preservare la propria innocenza, per continuare a crogiolarsi in un'illusione a cui è preferibile credere? Non lo sapremo mai.
Su questo dubbio, Eduardo cala il sipario.

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Lunedì, 24 Dicembre 2018 06:34

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.