lunedì, 23 luglio, 2018
Sei qui: Home / P / PARISTORIA - regia Gianfranco Angei

PARISTORIA - regia Gianfranco Angei

Paristoria Paristoria Regia Gianfranco Angei

Regia di Gianfranco Angei
Con Valeria Pilia, Alessandra Leo, Roberta Locci, Valeria Parisi, Raffaella Perra, Manuela Sanna, Fausto Siddi, Valentina Daga.
Scene e costumi del Teatro Actores Alidos.
Disegno Luci di Diego Croatto.
Prod. Actores Alidos - Teatro di Quartu (Cagliari), stagione 2007/2008

www.Sipario.it, 6 aprile 2008

Con buona dose di approssimazione si può dire che Paristoria (intraducibile dalla lingua sarda) è una sorta di “evocazione del mito”, istoriata di figure e fattezze ispirate alla più nitida tradizione del teatro-immagine. Il quale, nonostante la natura dichiaratamente autoctona degli Actores Alidos, ha ulteriori radici in un più ampio alveo mediterraneo, sul quale neppure la lanterna di Diogene potrebbe spargere piena luce: poiché tutto ciò che nello spettacolo appare nucleo o fremente tramatura di ordine visionario ed antropologico è come se, alla fin dei conti (l’espressività, la dimensione “orfica” dello spettacolo), fungesse da premessa poetica, prima o oltre la soglia della rappresentazione comunque vivida e rabdomantica, di cui Gianfranco Angei è coordinatore, esegeta, filtro mnemonico.

Così Paristoria sviluppa circa novanta minuti di piani-sequenza, raggrumati in una sorta di amniotico chiarore (aurora o tramonto), che non travolge il pensiero e ri-scuote emozioni (per noi rimosse, sopite, pensionate), inducendoci però ad una personale associazione di immagini interiori, come nel malefico lettino dell’azzardata analisi del profondo, che è vera e propria bisca dell’anima, soprattutto se esercitata al di fuori del teatro, della poesia, del cinema. Al dunque, si eviti di dare un senso “qualsiasi” al piacere autentico, primordiale di poter custodire: Paristoria quale raro momento di collettività teatrale in cui l’abusata enunciazione “impossibile da descrivere a parole” non è un modo per sottrarsi all’“ineffabile”, viceversa (come solo con Bob Wilson, Judith Malina e il Teatro del Carretto c’era accaduto) una affermazione di onestà intellettuale che denota la totale, forse insanabile diversità tra la parola scritta e quel certo tipo di iconografia (mitica, zoomorfica, amazzonica, martirologica- al femminile) che Gianfranco Angei desume dai suoi “appunti mentali”, “notturni” alla stessa stregua di quanto accadeva a Fellini (ma anche a Greenway), ogni notte, prima di recarsi sul set per “disarticolare”, mettere in panne ogni traccia di sceneggiatura.

Si eviti anche di dare un senso di compiutezza, di ideale chiusura del sipario nell’istante conclusivo in cui la bionda bambina della compagnia (quella che ha attraversato lo spettacolo inseguendo il suo “elfo” rosso, faticoso gioco attorale di giunture e polpacci nel camminar rannicchiati) invita gli astanti, con il dito indice tra le labbra ed il naso, a “conservare il segreto per noi”. Paristoria non ha nulla di compiuto, di definitivo - e come il significato linguistico degli “alidos” (in movimento) mi sembra che opti per un andamento ciclico, circolare, di ritrovate ri-congiunzioni con la stessa ipotesi di lavoro, ammaliante ed eleusina.

Angelo Pizzuto

Ultima modifica il Martedì, 24 Settembre 2013 06:01

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.