mercoledì, 20 marzo, 2019
Sei qui: Home / P / PADRE (IL) - regia Piero Maccarinelli

PADRE (IL) - regia Piero Maccarinelli

Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere in "Il Padre", regia Piero Maccarinelli Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere in "Il Padre", regia Piero Maccarinelli

di Florian Zeller
Traduzione, adattamento e regia: Piero Maccarinelli
Scene: Gianluca Amodio
Costumi: Alessandro Lai
Interpreti: Alessandro Haber, Lucrezia Lante della Rovere,
Paolo Giovannucci, Daniela Scarlatti, Ilaria Genatiempo, Riccardo Floris

Produzione: Goldenart Production
Genova, Teatro della Corte dal 5 al 10 marzo 2019

www.Sipario.it, 11 marzo 2019

Spiazzante, tragicomico, umano e commovente: questo è Il padre, spettacolo del giovane drammaturgo francese Florian Zeller portato in scena per la regia di Piero Maccarinelli. Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere sono i protagonisti di una pièce che attrae e coinvolge il pubblico, lo trasporta in scena e quindi nella mente di Andrea, uomo e padre una volta valente e oramai afflitto dal morbo di Alzheimer. La genialità di Zeller e Maccarinelli sta nel mostrare visivamente quello che vede (o crede di vedere) Andrea. Ne nasce un voluto spiazzamento dove, così come effettivamente accade per chi è colpito dal morbo di Alzheimer, le persone assumono fisionomie diverse e sono elementi di una perdita progressiva di ogni riferimento del passato e del presente. È futile riflettere su quanto Haber sia bravo nell'impersonare il personaggio di Andrea, quando l'emotività che scaturisce nel pubblico dall'osservazione dei gesti che perdono coordinazione e dalla vista di una mimica e dall'ascolto di una voce che tradiscono paura vanno aldilà della percezione di intendersi spettatori di uno spettacolo. Il padre riesce a sublimare il senso del teatro e, trasportando lo spettatore nella mente di un uomo che sta regredendo ad uno stato fanciullesco fatto di capricci e bisogni, rende vivo ed estremamente doloroso il dramma umano. Il pubblico vive la condizione di Andrea e sente lui stesso il bisogno di abbracciarlo e proteggerlo proprio quando lo fa la figlia Anna, interpretata dalla brava e ispirata Lucrezia Lante della Rovere. Tutto nello spettacolo è perfetto nel portare il testo teatrale all'esito amaro e commovente che è l'ultima scena dove Andrea, oramai smarrito nella demenza, è condotto per mano dall'infermiera dell'Istituto (Daniela Scarlatti) verso la passeggiata nel parco. La mimica si fa dolorosa e le battute strazianti. Negli occhi smarriti e pieni di lacrime di Andrea, che guarda indietro al suo letto e alla sua vita oramai persa per sempre, il pubblico prova la viva emozione che solo il teatro sa suscitare. La presenza scenica di Alessandro Haber è grandiosa da subito e, pur se tutto il cast è di grande valore e capacità, l'attore bolognese si rivela la colonna portante di tutto lo spettacolo. Un grande plauso va agli attori e ad una regia di grande brillantezza, che rende genialmente in scena lo spiazzamento dato dalla condizione di Andrea. Il pubblico genovese, travolto infine dalla portata del dramma, ha liberato l'emozione in interminabili applausi.

Gabriele Benelli

Ultima modifica il Martedì, 12 Marzo 2019 09:28

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.