mercoledì, 13 dicembre, 2017
Sei qui: Home / M / MARITI E MOGLI - regia Monica Guerritore

MARITI E MOGLI - regia Monica Guerritore

"Mariti e mogli", regia Monica Guerritore "Mariti e mogli", regia Monica Guerritore

tratto dal film omonimo di Woody Allen

adattato e diretto da Monica Guerritore

con Monica Guerritore, Francesca Reggiani

e con Ferdinando Maddaloni, Cristian Giammarini
e con Enzo Curcurù, Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano, Angelo Zampieri
scene Giovanni Licheri, Alida Cappellini
costumi Valter Azzini
luci PaoIo Meglio
traduzione Giorgio Mariuzzo
aiuto regia Lisa Angelillo
direttore di allestimento Marco Parlà
direttore di scena Raffaele D'Alesio
fonico Paolo Baldini
sarta Paola Landini
assistente alla regia Ludovica Coni Nievo
fotografo Giovanni Chiarot
ufficio stampa Viola Sbragia
produzione a.Artisti Associati/Pierfrancesco Pisani/Parmaconcerti
Arezzo, Teatro Petrarca, 2-3 dicembre 2017

www.Sipario.it, 4 dicembre 2017

Mariti e mogli di Monica Guerritore: una battaglia amorosa a colpi di anca

Mariti e mogli si apre in una grande stanza, in cui un gruppo di amici settimanalmente si ritrova per fare le prove di una coreografia che probabilmente non andrà mai in scena. Fuori è in corso un temporale e, come un fulmine distruttivo, Sally e Jack portano una notizia inaspettata: hanno deciso di separarsi, o meglio, di prendersi una pausa di riflessione. Judy rimane sconvolta, quasi tradita, per non aver saputo prima ciò che stava attraversando la coppia, o forse solo perché la decisione della migliore amica fa crollare tutte le sue certezze legate al matrimonio con il marito. La pioggia si fa sempre più insistente e ormai diventa impossibile per gli otto presenti uscire a cena fuori. L'unica soluzione è trascorrere tutta la notte insieme a mangiare cibo cinese e tracannare vino rosso nella sala da ballo, la cui luce illumina a intermittenza, a mostrare inaspettatamente ciò che finora è stato nascosto e che adesso è giunta l'ora di svelare. Tradimenti, amanti, desideri intimi e profondi, verità segrete verranno alla luce sconvolgendo l'apparente armonia. Simbolo di una realtà che finora è stata offuscata e adesso viene presentata nei suoi aspetti più logori è lo specchio opaco nel fondo della stanza, che non mostra mai nitidamente le figure riflesse. A fare da contraltare a questa immagine spenta è la danza, accompagnata da All of me di Louis Armstrong o Sing Sing Sing di Benny Goodman: la danza come soluzione ai problemi, medicina, catarsi, come dialogo sincero tra corpi, seduzione, sesso. Quando i personaggi ballano rimangono sospesi, in bilico tra passato, presente e futuro, conducono la propria vita dove davvero desiderano. Monica Guerritore, in questa occasione anche regista e dramaturg della commedia di Woody Allen, e Francesca Reggiani, insieme a Ferdinando Maddaloni e Cristian Giammarini, tengono le redini di questa giostra diabolica che, agli occhi nostri, appare come una farsa dai risvolti comici. Dall'allestimento scenico allo stile recitativo naturale, dall'uso delle luci alla scelta di creare momenti di flashback e confessioni private, tutto ci proietta dentro un film. Il cinema entra in teatro e la televisione entra dentro le nostre case portandoci a compiere scelte a volta egoistiche, individualiste, dettate dalla noia. Come afferma Rain (Malvina Ruggiano), la giovane studentessa di scrittura creativa della quale si invaghisce Gabe, mostrando una situazione tanto allarmante quanto attuale, "la vita non imita l'arte, imita la cattiva televisione".

Sara Bonci

Ultima modifica il Lunedì, 04 Dicembre 2017 12:02

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.