mercoledì, 21 novembre, 2018
Sei qui: Home / H - I - J - K / INCOGNITO - regia Andrea Trovato

INCOGNITO - regia Andrea Trovato

Graziano Piazza, Anna Cianca, Giulio Forges Davanzati, Désirée Giorgetti in "Incognito", regia Andrea Trovato Graziano Piazza, Anna Cianca, Giulio Forges Davanzati, Désirée Giorgetti in "Incognito", regia Andrea Trovato

di Nick Payne
con Graziano Piazza, Anna Cianca, Giulio Forges Davanzati, Désirée Giorgetti
regia Andrea Trovato
Costumi Tiziana Massaro
Luci Pietro Sperduti
Musiche originali Fabio Antonelli
Assistente alla regia Marcello Paesano
Produzione Carmentalia e Gli Ipocriti
Roma, Teatro della Cometa dal 4 al 22 aprile 2018

www.Sipario.it, 14 aprile 2018

La vera scommessa per un attore sta nell'aderire al suo personaggio senza confondersi in lui. Essergli simile senza perdere il controllo di sé. Di quest'arte difficile, di questa tenue convivenza fra verità e verosimile, gli attori della compagnia Carmentalia, coproduzione Gli Ipocriti, ci offrono un esempio d'eccellenza portando in scena, al Teatro della Cometa di Roma, Incognito di Nick Payne. È un testo teatrale bellissimo che richiede grande maestria, recitativa e di regia.
Tre storie – due vere e una inventata – che hanno al loro centro il cervello e i suoi segreti. Cosa rende un individuo geniale o banale? Quanto è importante ricordare ciò che abbiamo detto, visto e compiuto per sapere chi siamo? Chi può affermare che la perdita – momentanea o definitiva – della memoria sia una iattura piuttosto che una fortuna? Incognito risponde a questi interrogativi attraverso il racconto simultaneo di Thomas Harvey (il patologo che sezionò il cervello di Einstein); quello di HM – ovvero Henry Molaison – (famoso caso clinico degli anni Cinquanta di un paziente affetto da smemoratezza cronica e condannato, così, a un eterno presente); e quello di Martha (una neuropsicologa dilaniata, più che divisa, fra il suo lavoro e una relazione difficile con una donna conosciuta tramite web).
Ventuno personaggi da interpretare per soli quattro attori. Gli interpreti son tutti bravissimi. Ciascuno di loro aderisce, con rispetto e decisione, ai rispettivi ruoli, cambiandoli di continuo come da copione ma mostrando di saper sempre essere "in parte". La recitazione è impostata attraverso un lato caratteristico (la voce, il corpo, la mimica, la ritmica impressa alle battute) così ben trattato che il personaggio ne emerge ricco di colori e sfumature.
Désirée Giorgetti mostra di avere una grande padronanza vocale: modula tono e timbrica della voce con vigile maestria, senza perdere in spontaneità; e associa tutto questo ad una equilibrata misura recitativa che ricorda la precisione da orologiaio di Nino Manfredi. Giulio Forges Davanzati, che pare aver fatto suoi gli insegnamenti di Orazio Costa ("Prima il corpo, poi la parola"), si affida alla smilza plasticità del suo fisico, a cui battute e sentimenti si modellano per essere offerti al pubblico con disinvoltura. Graziano Piazza e Anna Cianca affidano la loro recitazione ai tempi teatrali (di volta in volta aggressivi, impacciati, insicuri, sfrontati o delusi), dei quali mostrano di possedere ottima gestione.
Questa versione di Incognito (per la regia di Andrea Trovato) si distingue, oltre che per la sintonia degli interpreti, anche per controllo cura delicatezza ed equilibrio d'insieme: per aver saputo trattare argomenti d'una certa difficoltà (la malattia, l'amore omosessuale scoperto in età matura, la disillusione d'una speranza tradita) con grande garbo e discrezione. Una pregevole combinazione di talenti che ha il merito di aver portato sulle scene italiane un esempio di teatro ben fatto che resterà impresso a lungo nella memoria del pubblico.

Pierluigi Pietricola

Ultima modifica il Lunedì, 16 Aprile 2018 06:28

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.