lunedì, 23 luglio, 2018
Sei qui: Home / D / DA PARTE LORO NESSUNA DOMANDA IMBARAZZANTE - regia Luigi De Angelis

DA PARTE LORO NESSUNA DOMANDA IMBARAZZANTE - regia Luigi De Angelis

"Da parte loro nessuna domanda imbarazzante", regia Luigi De Angelis "Da parte loro nessuna domanda imbarazzante", regia Luigi De Angelis

progetto ispirato a 'L'amica geniale'
liberamente tratto dalla quadrilogia di Elena Ferrante
riscrittura di Chiara Lagani
regia Luigi De Angelis
con Chiara Lagani e Fiorenza Menni
ideazione di Luigi De Angelis, Chiara Lagani e Fiorenza Menni
drammaturgia di Chiara Lagani
regia e progetto sonoro Luigi De Angelis
cura del suono Vincenzo Scorza, costumi Midinette
produzione E/Fanny & Alexander, in coproduzione con Ateliersi 
organizzazione e promozione Ilenia Carrone e Tithana Maravic 
amministrazione Stefano Toma e Elisa Marchese
visto a Modena, al Teatro delle Passioni, 18 ottobre 2017

www.Sipario.it, 20 dicembre 2017

Da parte loro nessuna domanda imbarazzante è il primo tassello di un percorso – come usa fare Fanny & Alexander -, un percorso all'interno de L'amica geniale di Elena Ferrante, un viaggio in quella scrittura risonante e perturbante che Chiara Lagani e Luigi De Angelis insieme a Fiorenza Menni indagano, esperiscono attraverso il corpo, la voce, la musica, il movimento che si fa danza, l'esserci che si fa teatro. Nel primo dei quattro romanzi del ciclo L'amica geniale di Elena Ferrante, due bambine gettano per reciproca sfida le loro bambole nella profondità di uno scantinato. Quando vanno a cercarle, le bambole non ci sono più. Le due bambine, convinte che don Achille, l'orco della loro infanzia, le abbia rubate, un giorno trovano il coraggio di andare a reclamarle. Questa è la storia, questo il pre-testo, questo l'oggetto recitato e incarnato da Chiara Lagani e Fiorenza Menni di biancovestite prima, poi di nero, le due bimbe Lila e Lenù prima, poi le due bambole emerse da quella cantina, oppure le due bimbe morte con abito nero, labbra rosse e pallore cadaverico. La tentazione narrativa di chi recupera dalla memoria lo spettacolo è fuorviante per questo primo tassello di lavoro sulla e nella scrittura di Elena Ferrante. Fiorenza Menni e Chiara Lagani si presentano al pubblico identiche, l'una specchio dell'altra, in uno spazio scenico vuoto, con alle spalle un velario nero, quasi di studio di posa fotografico o forse quel buio dello scantinato in cui precipitano le bambole e le bimbe stesse. Ciò che Lagani e Menni raccontano è corpo in movimento. Luigi De Angelis costruisce per le sue attrici un tessuto sonoro e coreografico di assoluta ed esaltante precisa costrizione, transcodifica ritmo della narrazione, sonorità della lingua in una sorta di potente costruzione coreografica in cui i corpi di Chiara Lagani e Fiorenza Menni diventano segno, suono, fonema e parola. E' qui lo scatto di genio, è qui la provocazione semantica, è qui l'abisso che si apre davanti allo spettatore, l'abisso del linguaggio che evoca e crea. Ciò che Luigi De Angelis e le sue attrici realizzano è la trasposizione scenica della scrittura di Elena Ferrante, è il racconto di come la letteratura vera viva non tanto, o non solo di storie, ma di forma, di suono, di parole e bella scrittura, una scrittura che incide l'anima. Questo fanno Chiara Lagani e Fiorenza Menni costruiscono il legame fra le due donne in un intreccio coercitivo di parole, gesto, mimica, ritmo e tono, fanno in modo che il fonema, il significante piuttosto che il significato risuoni nello spettatore. Si assiste a Da parte loro nessuna domanda imbarazzante quasi in apnea, seguendo e facendosi coinvolgere dalla potenza espressiva delle due interpreti, vivendo la vicenda narrata da Ferrante come l'invito a farsi domande, forse imbarazzanti, a discapito del titolo, ma certamente disvelanti verità se non nascoste, taciute. Un piccolo capolavoro di cui si attende con fiducia il seguito.

Nicola Arrigoni

Ultima modifica il Venerdì, 22 Dicembre 2017 07:02

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.