sabato, 16 dicembre, 2017
Sei qui: Home / D / DRAMMATICA ELEMENTARE - di e con Marta Dalla Via e Diego Dalla Via

DRAMMATICA ELEMENTARE - di e con Marta Dalla Via e Diego Dalla Via

"Drammatica elementare”, di e con Marta Dalla Via e Diego Dalla Via "Drammatica elementare”, di e con Marta Dalla Via e Diego Dalla Via

di e con Marta Dalla Via e Diego Dalla Via
direzione tecnica Roberto Di Fresco
produzione Fratelli Dalla Via
in collaborazione con Piccionaia Centro di Produzione Teatrale
e il sostegno di B-Motion Opera Festival

al teatro Filodrammatici, Piacenza, 2 ottobre 2017

www.Sipario.it, 6 ottobre 2017

Due banchi di scuola, due manichini anatomici, un abecedario che sollecita la risata e fotografa il nostro presente: questo è Drammatica elementare dei fratelli Dalla Via. Vestiti da prigionieri di Guantalamo, da vittime prossime allo sgozzamento da parte degli attivisti dell'Isis, quei due scolaretti si esprimono con acrostici e tautologie, ovvero brani composti con parole che iniziano tutte con una medesima lettera. Drammatica elementare è allo stesso tempo un gioco in cui la drammatica fa il verso a dramma/drammaturgia e al teatro, ma anche alla grammatica. L'elementare in questione è la scuola per eccellenza, una scuola che espelle due bambini, perché hanno disegnato i genitali di Hansel e Gretel. Questo è l'antefatto – riferito da papà Dalla Via ai figli Marta e Diego -, questo è stato il detonatore per una riflessione sulle parole, sulla potenza discriminatoria e omologante della scuola, sulla memoria di quelle elementari che ti segnano e di formano e alla fin fine ti imprigionano. Dopotutto l'azione della scuola come istituzione è volta a non creare spiriti liberi, ma cittadini asserviti e consenzienti, proni allo statu quo. E così l'abecedario dei fratelli Dalla Via può essere letto come una rivoluzione linguistica, una fuga dal carcere dell'ovvio e dell'omologante pur nella cornice del linguaggio, è la possibilità di esprimersi liberamente e in maniera iconoclasta pur mantenendosi all'interno dell'ortodossia della grammatica. E allora la C non è quella di cane ma di una Chiesa cattolica corporation che certifica la cultura capitale, la I è la i di io, ideale, Instagram, indossatore, ovvero il perenne ripetersi narcisistico del sé. La P sta per pianura padana e per la sua trasformazione in una periferia a perdita d'occhio. Parole, parole, parole e c'è spazio anche per il monologo di Amleto, c'è spazio per le favole e in primis quella di Hansel e Gretel e il tentativo di mamma e papà di far smarrire i fratellini, affidandoli al buio del bosco. In Drammatica elementare va in scena un bell'esercizio di intelligenza, un gioco leggero e raffinato in cui le parole e il loro creativo utilizzo tautologico o acrostico permettono di aprire nuovi scenari, di inventare un abecedario della contemporaneità che fa sorridere, che sa essere leggero eppure fotografa l'esistente con impietosa e squillante verità. Impossibile fuggire da quella scuola, i due prigionieri di Guantanamo si cambiano d'abito ma rimangono sempre prigionieri, anche quando vestono le casacche di scolaretti. Unica via di fuga – suggeriscono Marta e Diego Dalla Via – è affidarsi alle parole, è usare le parole con attenzione, ascoltarle, nutrirsene per costruire un nostro racconto, concedersi la possibilità di un'evasione non solo verbale, concedersi il lusso di essere liberi conoscendo il significato delle parole e, alla fin fine, della realtà. Non è poca cosa per una serata a teatro. Viva l'abc, viva la libertà che regalano le parole.

Nicola Arrigoni

Ultima modifica il Domenica, 08 Ottobre 2017 06:27

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.