mercoledì, 20 marzo, 2019
Sei qui: Home / B / BOCCUCCIA DI ROSA - regia Pietra Selva Nicolicchia

BOCCUCCIA DI ROSA - regia Pietra Selva Nicolicchia

Boccuccia di rosa Boccuccia di rosa Regia Pietra Selva Nicolicchia

testo e regia: Pietra Selva Nicolicchia
ideazione progetto: Laura Salvetti Firpo
con Patrizia Schiavo, Francesca Ardesi, Antonio Damasco, Gloria Liberati, Raffaella Tomellini, Silvia Berton
Torino, Fonderie Teatrali di Moncalieri, dal 13 al 18 maggio 2008

La Stampa, 15 maggio 2008
"Boccuccia di rosa", dopo le bambole arriva il magnaccia

Avevamo visto Boccuccia di rosa, scritto e diretto da Pietra Nicolicchia, al suo esordio in occasione della Giornata contro la violenza alle donne. Pur apprezzandone l'impegno, ne eravamo usciti un poco perplessi: troppo ellittico, troppo soggiogato da una parola innamorata del barocco. Limiti seri ma non insuperabili. Ce lo dimostra la Nicolicchia, che in questi mesi ha riaffondato le mani nel lavoro, rimontandolo con esiti più peruasivi.

Boccuccia di rosa è costruito a tranches. Si apre in un museo delle bambole in fase di sgombero. Casse ovunque. Candide casette-giocattolo riproducono la grande casa sullo sfondo. In questo spazio tra l'infantile e il turbato scocca il colloquio tra due donne che, da affettuoso, si inasprisce dopo l'arrivo di un uomo e il ritrovamento di un'enigmatica foto. Nel secondo quadro la casa si spalanca su una sordida scena di sfruttamento sessuale con Maman, il magnaccia, la prostituta schiavizzata, il vecchio che sogna boccucce di rosa.

Qual è il rapporto tra le due situazioni? Quel che può sembrare incongruo si chiarisce tornando nel museo. Qui scatta il nesso tra sfruttamento sessuale e bambola (metafora d'infanzia), con la memoria di un incesto la cui ossessione ha lambito la follia. Vicenda dura, spettacolo serrato. Qualche altro tocco chiarificatore e avrà anche il merito di rendere piena giustizia alla bella interpretazione di Patrizia Schiavo, Francesca Ardesi, Gloria Liberati, Raffaella Tomellini, Antonio Damasco e Silvano Berton.

Osvaldo Guerrieri

Ultima modifica il Giovedì, 08 Agosto 2013 12:19

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.